News 1 min

Nintendo Switch Pro, ma serve davvero? Il parere di Doug Bowser

Il boss di Nintendo of America allontana il lancio di una "mid-gen" della Grande N

Il 2021 è ritenuto da più parti l’anno ideale per il lancio di un Nintendo Switch Pro, che possa andare ad ampliare la famiglia di console della Grande N con una macchina più performante.

In un’intervista concessa a Polygon, tuttavia, il presidente di Nintendo of America Doug Bowser ha allontanato questa ipotesi, in virtù del grande successo della lineup corrente di sistemi – Nintendo Switch base e la variante Lite.

Il successo delle due console “ci permette di gestire il ciclo vitale in maniera diversa, ha riconosciuto Bowser.

“Penso che sia il modo più facile di metterla. Ora, con il momentum che abbiamo, il nostro focus sarà sui form factor esistenti“.

L’erede di Reggie Fils-Aimé tiene comunque a precisare che “guardiamo sempre alla tecnologia” e ai suoi continui perfezionamenti.

“Come sappiamo, la tecnologia è in continua evoluzione e mutamento. E guardiamo sempre a quello che arriva per determinare: come può potenziare e migliorare l’esperienza di gameplay? E che sia su una piattaforma corrente o su una piattaforma futura, ci pensiamo sempre”.

Non sembra esserci una grande fretta, insomma, dopo che sembravano esserci piani addirittura per il 2020 per una Nintendo Switch Pro.

Inevitabilmente, le vendite fenomenali dell’attuale parco macchine hanno suggerito prudenza sotto tutti i punti di vista, con un mercato che, ad oggi, non ha bisogno di una scossa neppure per rispondere alle console next-gen di Sony e Microsoft.

Non avete ancora una Nintendo Switch? Potete recuperarla su Amazon al miglior prezzo!