Netflix, manifesti in strada con gli spoiler per far rispettare la quarantena

Una falsa campagna pubblicitaria creata da due ragazzi tailandesi ha fatto scalpore.

A cura di Marcello Paolillo - 28 Marzo 2020 - 18:01

Da sempre Netflix utilizza i social e i canali promozionali in maniera originale e unica. Ora, però, sembra che il colosso dello streaming sia andato ben oltre.

In questi giorni si sta diffondendo sui social la notizia che la compagnia starebbe usando dei cartelloni pubblicitari con tanto di grossi spoiler sulle ultime stagioni dei suoi show più famosi, al fine di combattere il coronavirus.

Più nel dettaglio, così facendo la gente potrebbe decidere di restare dentro casa proprio per non incappare anche in qualche colpo di scena stampato su di un manifesto alla fermata del bus.

Netflix, manifesti in strada con gli spoiler per far rispettare la quarantena

Attenzione però: Netflix in questo caso non c’entra nulla con l’iniziativa, visto che si tratta di una falsa campagna pubblicitaria creata da due ragazzi tailandesi che studiano in Germania di nome Seine Kongruangkit e Matithorn Prachuabmoh Chaimoungkalo.

Chaimoungkalo ha infatti spiegato al magazine Forbes i motivi di questa scelta realmente originale:

Abbiamo deciso di aiutare facendo quello che sappiamo fare meglio, inventando delle idee piuttosto creative. Il modo migliore per fermare la diffusione del COVID-19 è #staythefuckhome, ma alcune persone pensano ancora che sia giusto uscire a rilassarsi, creando a tutti noi grandi problemi.

Il giovane ha poi proseguito, dichiarando che: «Abbiamo deciso di prendere una misura estrema: rilasciare spoiler sui programmi Netflix preferiti. Sapevamo che era una bella idea fin dall’inizio e che avrebbe dovuto essere presentata diversamente, ma il nostro obiettivo era quello di creare da subito una forma comunicazione che potesse davvero smuovere un cambiamento.»

Chissà che una cosa del genere non funzioni anche in Italia, da sempre patria di un gran numero di persone “spaventate” dagli spoiler.

Fonte: Forbes




TAG: coronavirus, netflix