BEST OF 7 min

Cuffie gaming per PS5 | Le migliori del 2022

Quali sono le migliori cuffie gaming per giocare su PS5? Vediamo la nostra selezione delle migliori proposte sul mercato.

Sentiamo sempre parlare tanto dell’importanza della grafica, ma forse troppo poco dell’importanza del comparto audio all’interno dei videogiochi. Un sonoro di qualità, oltre a punteggiare in modo unico le sequenze più intense di un titolo grazie alla musica, consente di immergersi totalmente nell’universo creato dagli sviluppatori: con gli effetti sonori, ogni passo, ogni battuta, ogni soffio di vento aggiunge sfumature che sarebbe delittuoso perdersi. Ed ecco perché avete bisogno delle migliori cuffie gaming per PS5, per vivere al 100% un’esperienza next-gen davanti alla vostra console.

Sappiamo che la console di casa Sony conta sul nuovo Tempest Engine, per una rinnovata resa sonora dei suoi titoli: per questo, la casa giapponese ha sviluppato un headset apposito, ma non è l’unico ideale per avere una grande esperienza audio dalla vostra nuova console.

Vediamo, quindi, quali sono le migliori cuffie da gaming che potete acquistare sul mercato al momento per sfruttare nel modo migliore le tecnologie audio della vostra PS5.

Migliori cuffie gaming per PS5

Sony Pulse 3D

Le cuffie ufficiali di PS5

Sony Headset Pulse 3D

Da quando è stata presentata PS5, Sony ha svelato anche le sue Pulse 3D Wireless, le cuffie ufficiali destinate a sfruttare pienamente l’audio 3D e il Tempest Engine di nuova generazione. Senza troppi giri di parole, questo headset wireless è quello perfetto per giocare su PlayStation 5. Non a caso, è andato rapidamente a ruba e, se lo trovate disponibile, è sempre quello da preferire a tutti gli altri: essendo costruito direttamente da Sony, sfrutta al 100% tutte le caratteristiche sonore della nuova console ed è il suo compagno ideale. Il 29 ottobre 20121 Sony affianca al modello bianco anche il nuovo modello nero, richiestissimo dagli appassionati.

» Clicca qui per acquistare le cuffie Sony Pulse 3D


Logitech G435

Leggerezza straordinaria

logitech g435

Se quello che cercate è un headset wireless che punti tantissimo sulla comodità per le lunghe sessioni di gioco, dovete orientarvi sulle cuffie Logitech G435: davvero leggerissime, al punto che vi dimenticherete di averle addosso, si collegano alla vostra PS5 semplicemente inserendo il dongle USB nell’apposita porta e hanno una sorprendente qualità sonora, rispetto a quanto sia contenuto il loro corpo. La scelta migliore per chi vuole avere una buona qualità senza compromettere il comfort.

» Clicca qui per acquistare Logitech G435


SteelSeries Arctis 7P+

Wireless di alta qualità

Steelseries Arctis 7P

Le cuffie SteelSeries Arctis 7P+ sono un headset wireless da 2,4 GHz che permettono la trasmissione dei dati senza cavi senza la perdita di qualità. Dal corpo leggero e confortevole, queste cuffie sono pensate appositamente per PlayStation 5 e garantiscono un’autonomia di gioco di addirittura trenta ore ininterrotte. Sono inoltre dotate di controlli sul padiglione sinistro e di un microfono retrattile ideale per le vostre chat vocali.

» Clicca qui per acquistare le SteelSeries Arctics 7P+


Turtle Beach Stealth 700P Gen 2

Audio 3D e tecnologia wireless

Turtle Beach Stealth 700P

Delle ottime cuffie che potreste affiancare alla vostra PS5 sono le Turtle Beach Stealth 700P Gen 2: quest headset completo di microfono porta con sé la celebre qualità del marchio Turtle Beach, con l’integrazione dell’audio 3D che punta a un suono surround preciso e fedele. In particolare, è presente anche la tecnologia Superhuman Hearing, che permette di riprodurre in modo estremamente realistico gli effetti sonori presenti all’interno dei vostri giochi preferiti.

» Clicca qui per acquistare le Turtle Beach Stealth 700P Gen 2


Razer Kaira X

Le cuffie Razer pensate per PlayStation

razer kaira x for playstation

A un prezzo particolarmente accessibile, le Razer Kaira X for PlayStation propongono una ottima qualità audio e una grande comodità, il che non è da dare mai per scontato, considerando che le pagherete davvero pochissimo. Certo, potrebbero scaldare un po’ troppo le orecchie e non hanno un volume estremamente alto (ma meglio, per la salute delle vostre orecchie), ma si sentono benissimo con i loro driver da 50mm. Da valutare se cercate un’ottima qualità audio e non vi dà fastidio una soluzione cablata.

» Clicca qui per acquistare le cuffie Razer Kaira X for PlayStation


Come scegliere le migliori cuffie gaming per PS5

Ci sono diversi aspetti di cui è importante tenere conto, quando si sceglie il paio di cuffie che ci farà compagnia durante le nostre sessioni di gioco su PS5. Non tutte le cuffie sono uguali – ancora meno con le tecnologie rese possibili dalla nuova console Sony – e ci sono proposte diverse, ma anche tasche diverse.

Vediamo allora insieme quali sono le caratteristiche di cui tenere conto per capire quali potrebbero essere le cuffie migliori per le vostre necessità, consci che anche i giocatori possono avere bisogni ed esigenze diversi l’uno dall’altro. Meglio una soluzione con cavo? Vi serve un microfono estraibile? E quanto dovrebbe durare la batteria in caso di cuffia wireless?

Vediamo insieme tutte queste caratteristiche.

Cablate o wireless

Giocando su console e con la possibilità di collegare le cuffie al DualSense o al monitor/televisore, un aspetto fondamentale di cui tenere conto per scegliere le migliori cuffie PS5 è se le vogliate cablate o wireless. Una soluzione con cavo vi permette di avere una comunicazione sempre istantanea e di non dovervi mai preoccupare della batteria e della sua autonomia; di contro, avete l’ingombro di un cavo che a volte può anche essere corposo, se giocate tenendolo collegato al controller.

Alcune cuffie, infatti, hanno cavi gommati non sempre molto flessibili, che possono essere anzi piuttosto scomodi – soprattutto nei modelli economici. Altre, molto meglio costruite, hanno invece dei cavi in filo intrecciato, più agili e leggeri. Altre ancora hanno dei cavi gommati molto sottili, a cui però bisogna stare attenti perché in caso vengano piegati in modo vigoroso col tempo potrebbero rovinarsi.

Vale anche la pena sottolineare che alcune cuffie hanno il cavo estraibile e altre no. Nel caso delle prime, si tratta di modelli che costano un pochino di più, ma che in caso di problemi vi permettono comodamente di procurarvi un altro cavo, senza dover necessariamente cestinare le cuffie. Le seconde, più economiche, non incorrono mai nel rischio di dimenticare dove avevate riposto il cavo, ma in caso questo dovesse rovinarsi sareste costretti a sostituire l’intero headset.

Di contro, una soluzione wireless è estremamente più comoda per la libertà di spostamento che vi concede, ma dovete valutare l’autonomia delle cuffie che acquistate e, soprattutto, puntare su un modello di qualità che argini il delay per l’arrivo del suono al driver, rispetto a quando viene emesso dal gioco.

Se, ad esempio, i passi di un nemico vi arrivassero in cuffia in ritardo, avreste uno svantaggio all’interno del gioco. La maggior parte delle cuffie sul mercato oggi arginano questi problemi con tempi di lag davvero minimi, ma alcune sono votate fortemente alla riproduzione dei suoni al 100% in tempo reale e sono raccomandate soprattutto a chi gioca in competitivo.

Ricordate anche che non tutte le cuffie wireless funzionano mentre sono in ricarica, quindi fate attenzione a questo aspetto. Se siete tra coloro che non mettono puntualmente in carica il loro headset, potreste trovarvi in momenti in cui le cuffie sono scariche e siete quindi costretti a fare a meno del comparto audio – a meno di non avere una cuffia di riserva. Oltretutto, la dimensione della batteria è un aspetto importante anche in termini di comfort, e vediamo subito il perché.

Comfort e driver

Terrete le vostre cuffie sulla testa per tanto tempo e questo significa che è fondamentale che siano comode. Ci sono cuffie che hanno archetti imbottiti proprio per evitare di crearvi disagio nelle sessioni di gioco lunghe; ci sono anche padiglioni imbottiti o meno imbottiti, altri in spugna e altri in ecopelle, con i primi che sono più traspiranti ma i secondi sono di maggior qualità. Oggi moltissime cuffie propongono dei cuscinetti in memory foam (spesso anche nell’archetto superiore): non è particolarmente traspirante, ma rende molto meglio della spugna e si adatta alla forma della vostra testa e delle vostre orecchie. Il risultato è piacevole al tatto e comodo da tenere a lungo sulla vostra testa.

Inoltre, tenete conto anche del peso delle cuffie: un archetto superiore imbottito può non essere sufficiente se acquistate delle cuffie che potreste trovare eccessivamente pesanti rispetto a quelle a cui siete abituati.

Il peso viene influenzato anche dalla batteria: se trovate cuffie wireless leggere, probabilmente avete fatto jackpot in termini di comodità, perché parliamo di una soluzione che non ha l’impedimento del cavo e contemporaneamente non eccede nel peso. Molte soluzioni wireless, proprio a causa della batteria integrata, di solito pesano un po’ di più e per questo motivo potrebbero risultare più scomode per alcuni nelle lunghe sessioni.

Tecnologie e spazialità

Un aspetto chiave di PS5 è la spazialità del suo audio e sarebbe delittuoso acquistare delle cuffie che non lo valorizzino: ci sono degli headset che integrano tecnologie per l’audio 3D, altre che puntano sul surround, altre che si limitano all’audio stereo.

Ciascuna di queste soluzioni ha ovviamente prezzi differenti che si rivolgono a un pubblico eterogeneo: per approfittare al meglio di quello che offre PlayStation 5 le migliori cuffie sono quelle con audio 3D, ma le opzioni sono molteplici e per tutte le tasche. Tempest Engine, ha sottolineato Sony fin dall’annuncio della console, permette infatti di godere della spazialità del comparto sonoro, il che significa che in giochi come Returnal potete sentire nitidamente la direzione da cui provengono i nemici, o da cui potrebbero arrivare.

Alcune cuffie sono in grado di rendere questi effetti (come quelle ufficiali, ma non solo), altre cercano di adattarli alle loro tecnologie stereo o surround. Ovviamente, le prime potrebbero costare di più rispetto alle altre.

Microfono

Le cuffie da gaming di solito sono anche dotate di microfono, ma non necessariamente: se non siete soliti giocare online o con chat vocali, potreste anche valutare l’acquisto di un headset privo di microfono, o di uno che integri un microfono senza tecnologie particolari per la pulitura del rumore o la monodirezionalità: in questo modo non vi ritrovereste a spendere su qualcosa che non utilizzereste.

Al contrario, se giocate online e avete bisogno della chat vocale (e quindi non potete accontentarvi del microfono integrato in DualSense), è opportuno valutare delle cuffie dotate di microfono e assicurarsi che offra la miglior qualità possibile.

Molte cuffie hanno un microfono estraibile: questo significa che c’è un archetto specifico dedicato al microfono, che si può tirare fuori e ritrarre alla necessità. Altre lo hanno sempre esposto e bisogna alzarlo o abbassarlo a seconda delle necessità. E, ancora, per chi cerca meno ingombro ci sono delle cuffie con dei microfoni integrati nei padiglioni: rimangono più lontani dalla vostra bocca, ma non creano alcun ingombro e non dovete maneggiare necessariamente con un’asta applicata all’headset per posizionarli.

Solitamente, i microfoni integrati nelle cuffie catturano l’audio che arriva dalla fonte sonora più vicina – la vostra voce, in questo caso – ma più economico sarà il microfono, più ci sono possibilità che sia omnidirezionale anziché monodirezionale. Significa che catturerà i suoni da tutte le direzioni, compresi i rumori di fondo come le voci di chi è con voi, o i tasti che pigiate sulla tastiera. A tal proposito, alcune cuffie propongono delle tecnologie di pulitura del suono, ma migliore è la resa della cancellazione del rumore, più sale il prezzo. Non spendete in modo significativo a meno che non abbiate un budget praticamente sconfinato, per quanto riguarda il microfono: nella maggior parte delle occasioni lo usereste per la chat vocale, se volete streammare vi raccomandiamo microfoni specifici.