Recensione 5 min

Logitech G Pro X Superlight | Recensione – Il mouse ultraleggero per professionisti

Il degno successore, leggero come una piuma, del G Pro Wireless

Dopo averci deliziato lo scorso anno con l’ottimo Logitech G Pro Wireless, la nota compagnia svizzera, una delle più importanti a livello mondiale per quanto concerne gli accessori gaming per PC e console, è tornata alla carica con il recentissimo mouse Pro X Superlight, dispositivo che, come dice il nome stesso, è davvero “superleggero” ed è stato progettato per i professionisti dell’eSport che necessitano di uno strumento estremamente preciso e manovrabile con facilità. Nel corso delle scorse settimane abbiamo avuto modo di testare approfonditamente il prodotto, rimanendone davvero soddisfatti.

Mouse e confezione sono molto compatti
Logitech Pro X Superlight

All’interno della confezione, oltre al mouse stesso, troviamo un cavo USB-microUSB per la ricarica e l’uso in modalità “wired”, un dongle USB per il collegamento wireless che può essere impiegato anche all’interno di un adattatore USB-microUSB, un tappo sostituivo per la parte inferiore ricoperto in PTFE ed una serie di quattro adesivi gommati da applicare sui tasti e ai lati del mouse per avere un maggiore grip. Colpisce l’utilizzo, anche una volta, del “vecchio” connettore micro USB. Siamo ormai nel 2021 e ci saremmo aspettati un passaggio alla performante e sempre più diffusa USB Type-C, ma ciò, dopotutto, non costituisce un vero e proprio demerito.

Design

Dal punto di vista estetico, Pro X Superlight non si discosta molto dal predecessore, ma subito notiamo alcuni cambiamenti. Prima di tutto, ora il mouse non è più adatto agli ambidestri, in quanto sono stati rimossi i due tasti laterali posti sul lato destro. Inoltre, il look generale è un po’ più sobrio, data la mancanza dell’illuminazione RGB che prima faceva bella mostra di sé al di sotto della lettera G impressa sul dorso. Le dimensioni, così come l’ottima ergonomia, rimangono le stesse. Proprio per questo motivo, è in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di mano ed impugnatura, offrendo un comfort elevato anche dopo lunghe sessioni di gioco. Pro X Superlight soddisfa i più alti standard di sostenibilità e Logitech afferma che si tratta di un prodotto con certificato di zero emissioni, dato che le fabbriche hanno ridotto a zero le proprie emissioni di carbonio grazie all’utilizzo di carbon offset ed energie rinnovabili.

Un'occhiata alla parte inferiore
Logitech Pro X Superlight
Vediamolo da varie angolazioni

La colorazione da noi testata è quella bianca, ma in commercio trovate anche la variante nera, in modo da integrarsi al meglio con gli altri dispositivi da voi posseduti. Le plastiche opache impiegate sembrano piuttosto resistenti e siamo sicuri, data la grande esperienza di Logitech nel settore, che garantiranno una buona tenuta nel tempo. Nella parte inferiore troviamo dei cuscinetti, realizzati in PTFE, che offrono uno scorrimento perfetto su ogni superficie, oltre allo switch per accendere o spegnere il dispositivo ed uno scomparto che è possibile aprire per riporre il piccolo ricevitore wireless.

Segnaliamo, come dicevamo in precedenza, che è possibile sostituire la copertura standard di questa sezione, che consente di ricaricare comodamente il dispositivo utilizzando il tappetino Logitech PowerPlay, con un ulteriore cuscinetto in PTFE. Per ciò che concerne i pulsanti, il mouse Logitech G Pro X Superlight offre i classici due tasti destro e sinistro e altri due sulla parte sinistra, oltre alla consueta rotellina con una copertura gommata. Il numero di tasti, quindi, è piuttosto esiguo e, probabilmente, gli amanti di MOBA, MMORPG o, più in generale, dei titoli nei quali è importante avere a disposizione un maggior numero di pulsanti programmabili per le macro, potrebbero trovare questa caratteristica un difetto. Il suono del clic è piuttosto deciso ma non troppo invadente, quindi non dovete temere di disturbare eventuali colleghi in ufficio o in ambienti silenziosi.

Performance

Logitech G Pro X Superlight colpisce sin da subito, non appena lo si estrae dalla confezione, per la sua leggerezza quasi irreale. Sembrerà davvero di tenere per le mani un semplice guscio vuoto e si tratta di un risultato davvero straordinario, dato che, a differenza di altri prodotti concorrenti, Logitech non ha dovuto effettuare buchi sulla scocca, ma la diminuzione del 25% del peso del precedente Pro X Wireless, che già era piuttosto leggero con i suoi 80 grammi, probabilmente è stata resa possibile grazie ai diversi cambiamenti strutturali all’interno e alla rimozione di alcune feature, come l’illuminazione RGB e i due pulsanti laterali nella parte destra.

Ad ogni modo, all’interno di Pro X Superlight batte un cuore estremamente potente, costituito dal sensore HERO 25K, un upgrade sostanziale rispetto al modello precedente, in quanto può raggiungere l’incredibile precisione di 25.400 DPI, partendo da un minimo di 100 DPI. Si tratta di un valore che, molto probabilmente, è pure eccessivo per la maggior parte degli utenti, ma sappiamo bene che i professionisti hanno bisogno della maggior precisione possibile per effettuare quella uccisione che potrebbe valere la vittoria della propria squadra.

La connessione wireless a 2,4GHz garantita da dongle in confezione offre una risposta praticamente immediata ai comandi grazie alla frequenza di aggiornamento di 1.000Hz con un tempo di risposta pari a 1ms. La durata della batteria interna è davvero elevatissima e pari a circa 70 ore, quindi difficilmente vi ritroverete nella situazione di doverla ricaricare da un momento all’altro per proseguire.

Vi riassumiamo brevemente le caratteristiche tecniche salienti:

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 125×63,5×40 mm
  • Peso: minore di 63 grammi
  • Sensore: HERO
  • Risoluzione: 100-25.600 DPI
  • Massima accelerazione: maggiore di 40G
  • Massima velocità: maggiore di 400IPS
  • Frequenza di aggiornamento USB: 1.000Hz (1ms)
  • Microprocessore: ARM a 32 bit
  • Durata della batteria: 70 ore di movimento costante
Il dongle USB offre una connettività senza interruzioni
Logitech Pro X Superlight

Software

La configurazione dei tasti e la varie impostazioni di rito, nonché l’aggiornamento del dispositivo, avvengono tramite il software proprietario Logitech G Hub, impiegato anche per altri prodotti della stessa compagnia. Essenzialmente, oltre ad indicarci la carica della batteria, il software propone due pagine principali: una adibita all’assegnazione delle funzioni ai tasti, da quelle più immediate fino alla creazione di macro e profili personalizzati in base ai videogiochi in esecuzione, e l’altra alla regolazione della sensibilità in DPI, con la possibilità di selezionare cinque diversi “step” da un minimo di 100 ad un massimo di 25.600, e la frequenza di aggiornamento.

Sebbene sia possibile scegliere un tasto specifico per il cambio rapido dei DPI, che può essere decisamente utile in determinate circostanze, avremmo preferito avere a disposizione almeno un pulsante dedicato, vista la presenza di due soli pulsanti tasti che limitano la personalizzazione. Inoltre, data la vivace community ed il vasto numero di pubblico che utilizza dispositivi Logitech, è anche possibile scaricare i profili creati dagli altri utenti, o caricare i nostri, così da avere sempre la migliore esperienza di gioco. Ricordiamo che il software è disponibile sia per Windows che per macOS, quindi il mouse è completamente personalizzabile indifferentemente dal sistema operativo utilizzato.

Il software Logitech G Hub è molto completo
Logitech Pro X Superlight

Prova sul campo

Fino ad ora sembra tutto molto bello, ma come si comporta il mouse gaming Logitech G PRO X Superlight con i vari videogiochi in commercio? Basta solo una parola: splendidamente! La precisione offerta dal sensore HERO 25K, accompagnata dall’estrema leggerezza e all’assoluta scorrevolezza garantita dai generosi cuscinetti in PTFE, nonché alla gestione ottimale della trasmissione wireless, consente di avere una reattività ed un controllo perfetto. Colpire i nemici alla testa in uno sparatutto come Call Of Duty Black Ops: Cold War o selezionare le nostre truppe in Command & Conquer Remastered risulterà davvero soddisfacente e naturale ed il mouse diventerà quasi come un prolungamento della nostra mano. In pratica, non lo sentiremo nemmeno ed i nostri movimenti saranno davvero fulminei e privi di alcun tipo di attrito.

Se siete rimasti colpiti dalle caratteristiche del mouse Logitech G Pro Superlight e volete procedere al suo acquisto, lo trovate su Amazon in entrambe le colorazioni.

9,0
Il mouse gaming Logitech G Pro X Superlight è un degno successore dell’ottimo Pro Wireless, dimostrandosi un prodotto ultraleggero, veloce e preciso. Non fatevi ingannare dal suo design apparentemente semplicistico, al suo interno il sensore HERO 25K garantisce prestazioni davvero eccezionali, sia per i professionisti dell’eSport che per i giocatori occasionali. Il costo abbastanza elevato è giustificato dalla qualità complessiva del prodotto, mentre un piccolo difetto è da ricercare nella mancanza di tasti laterali sulla destra, scelta non ottimale per gli utenti mancini.

Pro

  • Leggerissimo
  • Sensore precisissimo
  • Compatto e con un'ottima ergonomia
  • Buona qualità costruttiva

Contro

  • Pochi tasti programmabili
  • Non ottimale per i mancini
9,0