Lavorare in Nintendo? ‘Come in fabbrica’, secondo un ex sviluppatore

A cura di Paolo Sirio - 29 Aprile 2018 - 0:00

Un ex sviluppatore di Nintendo, l’inglese Giles Goddard, ha raccontato ai microfoni di Eurogamer.net com’è stato lavorare presso gli uffici di Kyoto della Grande N negli anni ’90.Goddard ha fatto parte dei team di Super Mario e Starfox capitanati da Shigeru Miyamoto, e ha rivelato alcuni aspetti piuttosto interessanti di com’è stata quell’esperienza.“È una fabbrica”, ha spiegato un po’ a sorpresa lo sviluppatore. “È un modo di lavorare così clinico, rigido. Mi meraviglia che esca così tanta creatività da quel posto, con Zelda e Mario”.“Vai lì ed è un posto bianco, sono cubicoli bianchi con delle campanelle che suonano per il pranzo e all’orario di uscita. È oltre la mia comprensione come possa arrivare tanta creatività da quel posto, ma lo fanno”.Considerando la riservatezza di Nintendo, è una testimonianza a dir poco preziosa e, se siete interessati al tema, vi invitiamo a consultare l’intervista completa.A proposito di creatività, avete visto che questa settimana è arrivato nei negozi Nintendo Labo?




TAG: nintendo software house