News 1 min

La pandemia è finita per Pokémon Go (e i fan non l’hanno presa bene)

Le regole tornano alla normalità, e gli appassionati non ci stanno

I fan sono in mobilitazione dopo che Pokémon Go ha annunciato l’intenzione di cancellare le misure prese per la pandemia da Covid-19.

Gli appassionati sono in fervente attesa dei remake di Pokémon in arrivo su Nintendo Switch, ma prima di allora ci saranno evidentemente altre sorprese.

Come quella riservata da Niantic al suo pubblico nella giornata di ieri, con una notizia che ha lasciato interdetti in tanti.

In sostanza, la software house ha comunicato il ripristino delle misure pre-COVID secondo molti giocatori con un eccessivo anticipo.

Alcune di queste misure prevedevano un boost di oggetti come l’incenso per permettere agli utenti di attrarre pokémon da dove erano localizzati, senza uscire di casa.

Allo stesso modo, le distanze per interagire con PokéStop e palestre erano state ridotte in modo da limitare gli assembramenti.

Adesso, Niantic ha fatto sapere che dalla fine di luglio in Nuova Zelanda e Stati Uniti tali misure saranno cancellate, tornando al passato set di regole.

I fan, come riporta Kotaku, si chiedono il perché di questa decisione, visto che negli Stati Uniti l’emergenza è tutto fuorché rientrata e c’è la minaccia in tutto il mondo di un autunno molto delicato.

È in corso il Prime Day: per le migliori offerte sul gaming e sui videogiochi, trovate tutti i dettagli nella pagina di SpazioGames. Intanto, potete recuperare un’esclusiva Nintendo Switch come Mario Golf Super Rush