News 2 min

Hideo Kojima è convinto di vivere in Death Stranding (e ha il suo “BB”)

Un po' troppo o va bene così?

I videogiocatori sanno cosa vuol dire assimilare le meccaniche di un videogioco e trovarsi a ripeterle nel mondo reale, e lo sa bene anche Hideo Kojima.

Il papà di Death Stranding, appena arrivato su PS5 in versione Director’s Cut, lo ha svelato su Twitter, la sua piattaforma preferita per parlare di ciò che teme o lo appassiona.

Tra le preoccupazioni che lo affliggono c’è indubbiamente la sparizione del formato fisico in favore di quello digitale, eventualità che un collezionista come lui non riuscirebbe mai ad accettare.

Ma il geniale game designer nipponico non si lascia spaventare facilmente (forse) e preferisce occupare il suo tempo pensando a un futuro in cui i videogiochi si evolveranno in tempo reale.

 

Che Kojima sia solito affidare a Twitter la descrizione di alcune delle sue attività quotidiane non è certo una novità, ma stavolta lo ha fatto svelando un dettaglio davvero spassoso.

Il creatore di Death Stranding dev’essere rimasto molto colpito dalla sua ultima opera, al punto da tornarvi costantemente con il pensiero ogni volta in cui si trova in una situazione simile a quelle vissute da Sam.

Dopo essere entrato in un negozio totalmente automatizzato e privo di cassieri e clienti, il papà di Metal Gear Solid ha avuto l’impressione di trovarsi in un’atmosfera da «estinzione del genere umano», ma questo è solo l’inizio.

La vera rivelazione è arrivata dal tweet che trovate qui sotto, segnalato anche da TheGamer, in cui il buon Kojima vuota il sacco su qualcosa che tutti noi abbiamo pensato di fare almeno una volta:

«Nel negozio non c’era nessuno, e io mi sono sentito come se fossi nel mondo di Death Stranding.

Ho spostato la borsa dalla spalla e l’ho portata davanti a me, come se fosse un BB. Lo faccio spesso».

Si tratta di un aneddoto divertente, che ci lascia immaginare un Hideo Kojima intento a pensare alla sua ultima opera (che deve averlo convinto profondamente) anche durante la vita di tutti i giorni.

Arrivato all’età di 58 anni, il celebre game designer non ha alcuna intenzione di darsi pace, e sembra avere tutte le intenzione di vivere i videogiochi con la passione e il coinvolgimento di sempre.

Death Stranding Director’s Cut è finalmente arrivato, e tra i tanti pregi ha anche quello di aver corretto una svista dell’originale che ha fatto ampiamente discutere.

Se avete intenzione di accedere alla nuove versione effettuando l’upgrade dalla versione PS4, è bene ricordarvi che farlo in Italia vi costera di più.

 Se amate Hideo Kojima ma non avete ancora giocato Metal Gear Solid V potete farlo adesso approfittando dell’offerta di Amazon.