Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Il fantasma di Tsushima e il mondo in cui potremo immergerci, visti da vicino

ANTEPRIMA
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 13 Aprile 2020 - 15:03

L’abbiamo sentito chiamare un po’ in tutti i modi, questo 2020. Sapevamo che sarebbe stato l’anno della next-gen e, per gli appassionati del mondo PlayStation, sarà sicuramente l’anno di The Last of Us – Part II, sebbene Ellie e Joel si siano ritrovati a trovare casa più in là nei mesi, rispetto a quanto inizialmente preventivato.

Così, in questo quadro, ogni tanto quasi ci si dimentica che il 2020 sarà anche l’anno di Ghost of Tsushima, altra esclusiva che farà da canto del cigno di PlayStation 4. La nuova fatica di Sucker Punch – il team già autore di InFamous – vuole spremere l’hardware della console di attuale generazione, consentendovi di immergervi in un open world caratterizzato da meccaniche che strizzano l’occhio a veterani e neofiti.

In queste ore, sono emersi ulteriori dettagli sul gameplay di Ghost of Tsushima, motivo per cui abbiamo deciso di fare il punto sui sistemi, le dinamiche e la personalità che andranno a dipingere il quadro globale di un progetto estremamente ambizioso.

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Il Fantasma di Tsushima

La vita di Jin Sinkai è tutt’altro che semplice. Addestrato come un samurai pronto a tutto da Shimura, Lord dell’isola di Tsushima, il giovane si ritrova suo malgrado costretto a mettere alla prova la sua abilità con la spada quando l’Impero Mongolo, con la sua flotta, arriva alla conquista di quella che aveva sempre potuto chiamare casa.

È il 1274 e, in pieno periodo Kamakura, Jin scopre con orrore che la sua resistenza non basta: i difensori di Tsushima vengono spazzati via e proprio il nostro protagonista, del quale vestiremo i panni, riemerge come uno dei pochi samurai sopravvissuti all’assalto. Tsushima come la ricordava non esiste più – e l’unica cosa che Jin può fare per cercare di riaverla è combattere, come ha imparato a fare e come deve imparare a fare adesso.

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Alle sue tecniche da samurai affianca così La Via del Fantasma (non sappiamo ancora se sarà questa la traduzione ufficiale di The Way of the Ghost, come l’hanno chiamata gli sviluppatori, ndr), che gli consentirà di sfoderare capacità letali e un po’ meno onorevoli di quelle abituali, mescolando il suo stile da guerriero a quello di un ninja sempre pronto ad attaccare il nemico alle spalle.

Come un novello Batman di Tsushima, chiamato a un ruolo da vigilante per difendere ciò in cui crede e proteggere i giusti e gli indifesi dagli invasori, Jin dovrà così – fendente dopo fendente – riconquistare la sua casa e diventare il pericolo numero uno degli invasori mongoli, che si sono stabiliti a Tsushima con accampamenti appositi, spesso oggetto dei nostri attacchi, e che hanno perfino occupato dei castelli.

Giocare a Ghost of Tsushima

Va da sé, dalla descrizione del contesto narrativo del gioco, che Ghost of Tsushima ci porrà in una condizione di costante inferiorità numerica. Non basterà la forza bruta, ad aver ragione degli invasori mongoli, ma serviranno la ragione, l’abilità e il giusto mix tra scontri onorevoli e brutalità.

Sappiamo già che i combattimenti a fil di spada saranno la costante, ma il giocatore potrà scegliere liberamente diversi approcci. In alcuni momenti, ad esempio, potrete decidere di fronteggiare apertamente i vostri avversari, in scontri in cui il contrattacco conterà molto – mentre in altri potreste preferire un approccio stealth, con meccaniche e atmosfere che, non giriamoci intorno, richiameranno e non poco quelle della rimpianta serie Tenchu.

Ad aiutarvi a scegliere tra diversi approcci ci sono anche i gadget a disposizione di Jin. Il nostro eroe potrà ad esempio servirsi di bombe adesive per mettere su delle trappole letali per le pattuglie mongole, oppure potrà servirsi di frecce incendiarie per assaltare gli avversari – o creare diversivi decisamente scottanti.

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Inoltre, Jin potrà essere sviluppato dal giocatore seguendo diversi alberi di abilità, in maniera tale che abbiate la possibilità di investire più su caratteristiche affini al vostro stile di gioco, che su altre. Per il momento, tuttavia, non ci è dato sapere nel dettaglio quali saranno queste specifiche ramificazioni.

Sappiamo, però, che un altro dei gadget a disposizione del nostro eroe sarà il rampino. Non certo una novità, nel mondo dei videogiochi, ma un attrezzo che sarà fondamentale per l’approccio stealth e che ci suggerisce qualcosa anche in merito alla presenza di una certa verticalità nell’esplorazione.

Un mondo aperto

Proprio l’esplorazione è stato uno dei temi chiave toccati in queste ore dagli sviluppatoriGhost of Tsushima sarà un open world che non punterà su indicatori su schermo. Se, insomma, moltissimi videogiochi vi tengono per mano nell’esplorazione, proponendovi bussole con frecce che in qualche modo “veicolano” indirettamente i vostri spostamenti, in questo caso molto passerà dal vostro senso dell’orientamento. (Attenzione: Official PlayStation Magazine UK, fonte dei dettagli sulla mancanza di marker per l’esplorazione, ha ritrattato queste informazioni, che potrebbero quindi non essere accurate, nell’attesa che siano gli sviluppatori a pronunciarsi, ndr).

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Gli ambienti di gioco saranno molto suggestivi e particolarmente caratterizzati, in maniera tale che possiate ricordare dei punti di riferimento e imparare a conoscere ogni anfratto del mondo, utilizzandolo come vostra bussola personale. Questo non significa, ovviamente, che gli sviluppatori vogliano che vi perdiate inutilmente nel mondo di gioco, ma semplicemente che l’esplorazione sarà una parte attiva dell’esperienza – anziché, come a volte accade, una transizione rilassata nell’arrivare da uno scontro all’altro.

Già qualche tempo fa, gli sviluppatori avevano posto l’accento sulla volontà di esprimere pienamente una natura open world con questo progetto. Come dichiarato da Nate Fox, game director per Sucker Punch, «volevamo che il gioco fosse open world, perché vogliamo dare autorità e potere al giocatore – è una cosa alla quale non volevamo rinunciare. Pensiamo, anzi, che per il videogioco moderno fare in modo che sia il giocatore, a prendere le decisioni, sia di vitale importanza.»

ghost of tsushima

Prendere le decisioni

In effetti, molto del viaggio di Jin passerà proprio per le vostre decisioni. Gli sviluppatori hanno infatti confermato che potrete decidere di agire in diversi modi, in biforcazioni o dicotomie che non sono state ancora dettagliate con maggior chiarezza (il che non ci dispiace, personalmente, visto che il rischio di anticipare troppo è sempre dietro l’angolo). A seconda delle vostre azioni, potrete far migliorare il vostro legame con alcuni personaggi, che vi aiuteranno nel vostro tentativo di rimandare gli invasori a casa con qualche taglio o, per i più fortunati, qualche livido.

Sappiamo che uno degli alleati che sarà possibile “conquistare” sarà Masako, la giovane arciere vista in precedenti trailer, ma per il momento non ci è dato sapere di preciso se questi legami influenzeranno in modo particolarmente attivo gli eventi della storia – o semplicemente renderanno più facili alcune sequenze, trovandoci affiancati da altri guerrieri. Viene però anche anticipato che, rimanendo nell’esempio di Masako, se doveste trovarvi in disaccordo su qualcosa, potreste anche finire a incrociare le lame per risolvere la disputa.

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

Sucker Punch, comunque, non dubita che Ghost of Tsushima vi darà la possibilità di esprimervi pienamente. Anzi, secondo gli sviluppatori il sistema di gioco farà in modo che il viaggio di Jin abbia un che di personale per ciascuno di voi, in maniera tale che non si abbia la sensazione che tutte le run si somiglino o siano uguali. Decidendo l’approccio al combattimento, le abilità di Jin, il percorso da prendere per il vostro obiettivo e se compiacere o no potenziali alleati, insomma, il vostro protagonista e il vostro viaggio saranno, nell’idea degli autori, solo vostri.

Fonti di ispirazione

Gli affascinanti scenari protagonisti del gioco e la magia che circonda l’atmosfera del Giappone Feudale richiamano, senza ombra di dubbio, la fonte d’ispirazione maestra di quest’opera – Akira Kurosawa. Sucker Punch punta fortissimo non solo sulle immagini, però, ma anche sul sonoro: ecco perché è stato affidato a Shigeru Umebayashi, maestro compositore celebre per lavori come La foresta dei pugnali volantiFearlessLa città proibita Come il vento.

Ghost of Tsushima, il Batman del Giappone Feudale – Anteprima

La visione à la Kurosawa e il comparto sonoro concorreranno a creare un’atmosfera coerente e un mondo di gioco che punta forte sul fascino del contesto storico. E che, Sucker Punch non lo ha mai negato, sarà adulto: anche di recente, è stato confermato che non ci si risparmierà sulla rappresentazione realistica del sangue e dei combattimenti, quindi ricordate che a fendenti taglienti corrisponderanno immagini che lo saranno altrettanto, e che faranno da contraltare alla meraviglia e la decadenza di un Giappone ferito da invasori che, con Jin nei paraggi, non possono concedersi il lusso di sonni tranquilli.

+ Diversi approcci possibili
+ Open world che si promette davvero open e molto suggestivo
+ Visione artistica ambiziosa
- L'esplorazione potrebbe scoraggiare qualcuno?

Rimasto in silenzio lungamente, più come si confarebbe a un ninja che a un samurai, Ghost of Tsushima potrebbe rappresentare un’importante aggiunta finale per la libreria di esclusive di PlayStation 4. Le premesse di Sucker Punch ci parlano di un progetto che mira tanto sull’impatto della sua atmosfera e del suo open world, quanto su meccaniche che siano capaci di farvi fare la conoscenza del suo open world, senza tenervi eccessivamente per mano.

L’appuntamento, hanno ribadito gli autori anche nelle uscite più recenti, rimane fissato per il 26 giugno prossimo – quando potremo scoprire se Jin sarà davvero in grado di respingere gli invasori, e se PS4 avrà trovato una nuova gemma.




TAG: ghost of tsushima, sucker punch