Follia in USA: le demonetizzano il canale, entra nella sede di YouTube e spara ai dipendenti

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 4 Aprile 2018 - 0:00

Terrore presso il quartier generale di YouTube, a San Bruno, in California. Nelle scorse ore, infatti, una donna armata di quella che è stata descritta come una «grossa pistola» ha assaltato la sede, sparando indistintamente sui dipendenti. La Polizia e gli agenti federali intervenuti hanno evacuato l’area facendo mettendo in salvo i lavoratori, ma tre sono comunque rimasti feriti—di cui uno, di 36 anni, in modo critico. Le forze armate intervenute per mettere in sicurezza i dipendenti di YouTubeLa donna che ha compiuto l’attacco, identificata come Nasim Aghdam, si è suicidata prima che potesse essere messa agli arresti dalle forze di sicurezza. Intervenuto sulla questione, suo padre ha segnalato che la figlia aveva fatto perdere le tracce da due giorni. Prima dell’attacco, la Polizia lo aveva contattato perché aveva trovato la donna mentre dormiva in auto, nei pressi della sede di YouTube. Il padre dichiara di aver avvertito la sicurezza già a quel punto e di aver segnalato che sua figlia era intenzionata a raggiungere il quartier generale del popolare sito di video, che odiava profondamente.A far storcere ancora di più il naso, se possibile, è il motivo del suo odio per YouTube: la Aghdam, infatti, ha scatenato la sparatoria perché irata dal fatto che la piattaforma avesse demonetizzato i suoi video in seguito ai recenti cambiamenti di politica, che hanno tagliato i fondi per i canali sotto i 1.000 iscritti e anche per chi pubblica contenuti ritenuti non appropriati per chi acquista pubblicità su YouTube.La speranza è che i tre feriti non riportino conseguenze e che episodi come questo possano non ripetersi mai più. Il momento in cui la Polizia ha fatto evacuare l’edificioFonte: The Syndey Morning Herald, CNN




TAG: youtube