Ecco perché non vedremo il multiplayer competitivo in Assassin’s Creed Unity

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 21 Giugno 2014 - 0:00

Bruno St-André, level designer di Assassin’s Creed Unity, ha spiegato i motivi che hanno spinto il team degli sviluppatori a decidere di non inserire il multiplayer competitivo nel loro prossimo gioco.“A dire la verità non c’è [un motivo preciso, ndr], abbiamo fatto delle scelte all’inizio dei lavori sul gioco, ed abbiamo deciso di concentrarci più su meccaniche di cooperazione che di competizione” ha spiegato St-André.Ecco perché non vedremo il multiplayer competitivo in Assassin’s Creed Unity“Così, abbiamo concentrato molto i nostri sforzi sul ridefinire le battaglie, in maniera tale che più giocatori possano affrontarle contemporaneamente e mettere su una migliore strategia contro l’AI, che si comporta diversamente di volta in volta. La stessa cosa si può dire per la navigazione e per le meccaniche stealth. Tutti i nostri sforzi e i nostri lavori sono stati incentrati su questo, è ciò su cui ci siamo concentrati di più.”“Sono trascorsi sei anni da quando ho cominciato a lavorare sul brand. Ho collaborato su Assassin’s Creed II, Brotherhood, Revelations, Liberation ed ora Unity. È successo quasi ogni anno che i fan ci chiedessero di avere la possibilità di giocare in co-op, e finalmente saremo in grado di accontentarli sulle console next-gen” ha concluso St-André.




TAG: assassins creed unity