News 1 min

Che fine ha fatto Metroid Prime 4? Qualcosa si muove (e viene da God of War)

Il ritorno di Samus Aran sarà davvero epico?

Metroid Prime 4, quarto capitolo ufficiale delle avventure di Samus Aran, è letteralmente sparito dalle scene, dopo che Nintendo ha annunciato lo sviluppo del gioco su console Switch ormai diversi anni fa.

Dopo che lo sviluppo ha infatti subito un vero e proprio reset, e dopo che alcuni grandi talenti dell’industria che hanno lavorato a numerose serie di successo (tra cui Grand Theft Auto e Halo) hanno deciso di salire a bordo del progetto, del titolo non sappiamo ancora nulla.

Ora, però, qualcosa si muove: Retro Studios avrebbe infatti assunto un “Senior Lighting Artist” per lo sviluppo del titolo, e il suo nome è Chad Orr (via NintendoLife).

Un'immagine del classico Metroid Prime.

Orr non sarebbe di certo un novellino dell’industria dell’intrattenimento, visto che nel curriculum dell’uomo figurano collaborazioni con Disney per film come Oceania e Zootropolis, passando per How to Train Your Dragon 3 e The Croods: A New Age al soldo di DreamWorks.

Ma non solo: Chad ha anche aiutato il team di Sony Santa Monica per lo sviluppo di God of War, l’ultima avventura di Kratos disponibile da diversi mesi su console PS4.

A gennaio 2019, il senior managing executive officer Shinya Takahashi aveva anticipato che non ci sarebbero state novità su Metroid Prime 4 per un bel po’ di tempo, visto che lo sviluppo avrebbe richiesto davvero molti mesi.

Ora, a oltre due anni di distanza, i fan si stanno sicuramente spazientendo: la speranza è che, magari già a fine 2021, i possessori di Nintendo Switch possano avere buone nuove circa il ritorno di Samus Aran su Switch (e, perché no, Switch Pro).

Se non possedete ancora la console Nintendo Switch, potete recuperarla su Amazon al prezzo minimo garantito.