News 2 min

Bloodborne tornerà o no? FromSoftware sembra avere le idee chiare

né Bloodborne 2 né Bloodborne Remastered sono al momento previsti all'orizzonte.

Bloodborne è una delle avventure più amate dai fan dei soulslike, i quali da anni chiedono a gran voce un sequel o anche solo una remaster del capolavoro uscito anni fa su console PS4.

Il gioco sviluppato da FromSoftware (che trovate su Amazon a prezzo davvero molto interessante) è uno dei titoli più importanti della passata generazione PlayStation.

Una Bloodborne Remastered è ciò che i fan chiedono a gran voce da mesi e mesi, sebbene al omento non è mai arrivato neppure un update next-gen.

E se nelle scorse settimane Bloodborne stava davvero preparandosi a un qualche tipo di manutenzione programmata, ora è From a parlare di eventuali nuovi progetti all’orizzonte.

Come riportato anche da PSU, Jeff Grubb ha fornito un breve aggiornamento sul futuro di Bloodborne durante il podcast di Xbox Expansion Pass, affermando che lo sviluppatore FromSoftware è troppo impegnato con Elden Ring per poter realizzare qualcosa di diverso.

In particolare, Grubb ha affermato che non solo lo studio è impegnato a supportare Elden Ring dopo il grande successo del lancio di febbraio, ma che il codice del gioco presenta problemi tali che Sony non potrebbe semplicemente affidarlo a un altro sviluppatore.

A quanto pare, quindi, FromSoftware dovrebbe supervisionare la produzione di un nuovo Bloodborne anche se fosse coinvolto un nuovo studio, e a quanto pare semplicemente non ha tempo da dedicare a un eventuale progetto, in questo momento.

Questo vuol dire, in soldoni, che né Bloodborne 2Bloodborne Remastered sono al momento previsti all’orizzonte, con buona pace degli appassionati.

Mesi fa anche il noto giornalista di Bloomberg Jason Schreier, rispondendo ad un follower su Twitter che chiedeva informazioni su una eventuale Bloodborne Remastered, aveva infatti negato che il gioco potesse essere in lavorazione.

Vero anche che Lies of P è il souls ispirato proprio a Bloodborne che sembra avere tutte le carte in regola per farcela, sperando in un livello qualitativo all’altezza.