Apple avrebbe detto addio al suo team per realtà virtuale e realtà aumentata

Il gigante Apple avrebbe deciso di non continuare a investire su AR e VR: il team che se ne occupava è stato riassegnato ad altri progetti

NEWS TECH
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 12 Luglio 2019 - 12:39

Da quando sono arrivati progetti come Oculus e da quando hanno iniziato ad avere successo videogiochi come Pokémon Go, le tecnologie della realtà virtuale e della realtà aumentata si sono mostrate più sotto i riflettori che mai. Numerose compagnie, da Sony a Microsoft, passando per HTC, Samsung ed Apple, hanno deciso di investire per carpirne e coglierne il potenziale, investendo i loro soldi sia in VR che in AR. O, nel caso di Apple, così è stato almeno fino allo scorso anno.

Secondo delle voci di corridoio apprese da DigiTimes, lo scorso mese di maggio Apple ha deciso «temporaneamente» di interrompere i lavori di sviluppo su degli headset per la realtà virtuale e la realtà aumentata. Sebbene la misura sia definita come temporanea, la fonte afferma anche «il team che lavorava in questa sezione è stato dismesso a maggio», con i dipendenti che sono stati assegnati ad altri prodotti, sempre nel settore della produzione.

Questo potrebbe essere indicatore di molteplici cose: Apple non crede nella diffusione su larga scala di VR e AR? Pensa non sia proponibile ai consumatori? Si aspetta che i costi che sta affrontando non possano essere ripagati dai profitti che si aspetterebbe di portare a casa? Difficile da dirsi, al momento: la certezza, se l’indiscrezione venisse confermata, è che per ora non avremo sicuramente l’idea di Apple Glasses in realtà aumentata che alcuni avevano rumoreggiato.

Fonte: MacRumors




TAG: apple