Tech 3 min

ADATA XPG Primer | Recensione – Un plug and play per tutti

ADATA XPG Primer è il mouse pensato per chi non ha troppe pretese, ma cerca qualcosa di solido e pronto all'uso.

Dopo aver testato le potenzialità della XPG Summoner, è venuto il tempo di provare anche le funzionalità del nuovo mouse ADATA XPG Primer. Si tratta di un modello pensato per il mondo del gaming, senza troppi fronzoli, ma con un design essenziale e minimale. Tra le caratteristiche abbiamo un sensore da 12000 DPI, Switch Sporting Omron e un peso appena inferiore ai 100 g.

Il prezzo è davvero modesto (circa 40€), eppure non mancano tante buone qualità. Sarà riuscito a farsi largo nel mondo delle periferiche da gioco?

Contenuto della confezione:

  • Mouse ADATA XPG Primer
  • Quick start guide
  • Adesivi
Adata XPG Primer

L’ADATA XPG Primer ha una forma davvero minimale

L’ADATA XPG Primer presenta un design davvero sobrio e minimale: non abbiamo particolari fronzoli, ma anzi una forma abbastanza sobria. Anche la livrea è contenuta: troviamo un look total black, interrotto solo dalla presenza dell’illuminazione LED RGB.

Sul dorso, nella parte sinistra, troviamo il logo “XPG”, semplicemente inciso nella scocca, mentre, nella parte alta, sotto il click sinistro, troviamo la scritta “Primer”, incisa a laser per permettere la diffusione dell’illuminazione. La parte inferiore, invece, presenta una colorazione rossa e quattro piedini laterali.

Tutti i dettagli del mouse
ADATA XPG Primer lato

L’intera scocca è costruita in PBT double-shot: si tratta di un materiale alquanto resistente, realizzato grazie a un processo a iniezione particolare. La struttura sembra abbastanza resistente e la superficie, non perfettamente liscia, regala comunque un buon feeling tattile. Il mouse presenta un peso di circa 98 g ed è adatto a tutti i giocatori che vogliano sentire una periferica corposo durante il gioco. Il suo peso e la sua costituzione regalano, infatti, una piacevole sensazione di robustezza, sembra di avere a che fare con un prodotto che possa tranquillamente resistere nel tempo a continue sollecitazioni.

Il mouse presenta una dimensione sufficiente per mani medio-piccole e funziona bene con diversi tipi di prese. Nel dettaglio, troviamo dimensioni di 126x65x37,9 mm, perfette anche per una palm grip. Nel nostro caso, infatti, anche utilizzando la presa a palmo, siamo riusciti a raggiungere agilmente tutti tasti. Buono anche il sistema di grip laterale: la superficie presenta, infatti, una parte texturizzata (non gommata) che aiuta a mantenere salda la prese nelle azioni più concitate.

Ottimo anche il cavo, lungo 1,8 m, realizzato in tessuto intrecciato, poco ingombrante e molto flessibile.

ADATA XPG Primer prese
ADATA XPG Primer

Quanti e quali tasti ci sono sull’ADATA XPG Primer?

Un piccolo focus a livello estetico va fatto anche sui tasti che abbiamo a disposizione sulla nostra periferica: il mouse presenta sette pulsati, al momento non programmabili.
Nel dettaglio, troviamo: il click destro, il click sinistro, due pulsanti laterali, la rotella e due pulsati appena sotto. Questi sono dedicati al cambio dei DPI e al cambio degli effetti RGB.

Attualmente il prodotto presenta pochi preset: colori fissi, effetto onda, effetto a intermittenza o spento. Tutto è regolabile direttamente sulla periferica stessa.

ADATA XPG Primer

Caratteristiche tecniche

Dopo aver spulciato un po’ le caratteristiche estetiche, è tempo di tuffarci in qualche tecnicismo. Partiamo subito con il sensore: l’ADATA XPG Primer è equipaggiato con un sensore ottico PixArt PMW3360 in grado di arrivare fino a 12000 DPI. Tramite il tasto dedicato sarà possibile alternare 6 diversi profili, da un minimo di 400 DPI a un massimo di 12000 (400/800/1600/3200/6400/12000 dpi). Il sensore presenta inoltre un’accelerazione di 50 g e 250 IPS.

Per quanto concerne i tasti, invece, questi sono equipaggiati con switch meccanici Omron in grado di resistere fino a 20 milioni di click. Il feedback uditivo è buono e lo stesso vale per quello tattile.

ADATA XPG Primer retro

Vediamolo in azione

Dopo aver elencato tutte le caratteristiche del nuovo mouse ADATA XPG Primer, è giunto il momento di passare all’azione e testarlo sul campo.

Il mouse si adatta perfettamente ai giocatori che non hanno troppe pretese, che non mirano al competitivo e che vogliono una periferica spartana, facile da utilizzare e robusta. Come abbiamo già accennato la struttura risulta molto solida e la presa laterale è buona seppur priva di una vera e propria gommatura. Il prodotto è perfetto per mani medio/piccole e rimane sempre saldo anche durante le azioni più concitate.

A livello di performance si dimostra decisamente buono, rispondendo sempre in maniera più che precisa. I click sono ottimi e non mancano un colpo. Oltre a questo abbiamo un sensore performante che, sebbene arrivi solo a 250 IPS si sa difendere molto bene. L’utilizzo è sempre ottimo e piacevole, veloce e puntuale.

Abbiamo testato la periferica in titoli come Battlefield e Rainbow Six: Siege e non ci ha mai deluso: siamo sempre stati in grado di mirare con precisione e velocità.

Se volete acquistare il mouse XPG Primer, lo trovate disponibile su Amazon.

7,0
L'ADATA XPG Primer è un ottimo mouse per gli utenti che non cercano troppi dettagli. Si tratta di una periferica di facile utilizzo, un classico plug-and-play. La struttura è davvero solida e robusta, il cablaggio è ottimo, gli switch sono performanti e il sensore è rapido e preciso. Peccato per l'assenza di un software dedicato che avrebbe sicuramente conferito una migliore personalizzazione.

Pro

  • Facile da utilizzare
  • Solido e robusto
  • Adatto a quasi tutte le prese

Contro

  • Ancora privo di software
  • IPS bassi
7,0