Skylanders Trap Team

Anteprima
A cura di FireZdragon - 10 Giugno 2014 - 0:00

Skylanders è uno dei brand più proficui per Activision e rappresenta una di quelle idee geniali capaci davvero di stravolgere il mercato. D’altra parte il successo dei videogiochi legati al marchio parla da solo, e sono milioni le unità che ad ogni capitolo vengono vendute ai ragazzini di mezzo mondo. Un’idea da sola però spesso non basta per decretare l’ingresso definitivo di un gioco nell’olimpo dei videogames, ma servono piuttosto conferme ad ogni nuova iterazione. Skylanders, per nostra fortuna, sembra essere davvero un pozzo senza fondo per quanto riguarda il sopracitato fattore e, dopo i Giants e gli Swapforce visti recentemente, questa volta si andrà a caccia di mostri con Skylanders Trap Team, un nuovo modo di intendere il collezionismo dei piccoli e strambi mostriciattoli targati Activision.

Skylanders Trap Team

Gotta catch ‘em all
Conosciamo tutti bene o male la struttura dei titoli Skylanders e Trap Team sembra non volersi discostare poi molto dal gameplay classico. Scelto il nostro personaggio e posizionato sul portale infatti, lo troveremo catapultato nelle Skylands pronto a menar fendenti e a sconfiggere le malefiche armate capeggiate dal folle Chaos. La nostra malvagia nemesi questa volta ha avuto la bella idea di liberare i mostri più pericolosi rinchiusi nella prigione di Traptanium gettando nel panico l’intero pianeta e costringendoci ovviamente a prendere in pugno la situazione. Vagando per i livelli lineari del mondo di gioco dovremo sconfiggere ogni nemico che ci si parerà davanti e, giunti al termine, battere e catturare il boss di fine livello. I Trap Master, nuovi protagonisti dell’avventura, ci garantiranno il potere speciale di rinchiudere le anime di questi villain in speciali cristalli per poterne usare le capacità a nostro vantaggio. Ovviamente ogni nemico potrà essere rinchiuso solo ed esclusivamente all’interno di un cristallo dell’elemento corrispondente, scelto per l’appunto tra gli otto già esistenti.
Il design dei nemici è ancora una volta particolarmente riuscito e sappiate che per collezionare tutti i cattivoni dovrete ripetere questa operazione almeno quaranta volte, una per ogni nemico esistente. Il portale in questo caso funzionerà esattamente come la miglior trappola dei Ghostbusters, ma sarà sufficiente possedere una chiave di un singolo elemento per potervi rinchiudere tutti i mostri relativi.
Un enorme HUB di gioco chiamato accademia poi farà il resto, e in questa zona di gioco potremo non solo selezionare quale mostro portarci appresso in battaglia, spostandolo semplicemente dalla chiave alla cella e viceversa, ma anche far evolvere i nostri alleati e insegnargli nuove e potenti skill come da tradizione.

Skylanders Trap Team

Uno sguardo al gameplay
Se dal punto di vista del collezionismo quindi questo Skylander’s Trap Team raggiunge nuove vette, non è da meno il gameplay, che riesce a riservare più di una sorpresa. Ora il giocatore avrà la possibilità, inserendo l’apposita chiave nel portale, di evocare in battaglia i nemici precedentemente catturati e sfruttarne così le abilità uniche. In questo modo sarà possibile sconfiggere più facilmente i mostriciattoli sparsi lungo il cammino, ma altresì superare parti dei livelli precedentemente inaccessibili. Nuove strategie si palesano e una maggior profondità di gioco emerge, dato che le evocazioni dureranno solo per un periodo limitato di tempo, costringendo ad alternare continuamente i classici personaggi di Skylander ai cattivoni del gioco. Un balletto insomma che influisce positivamente sulla varietà dell’azione e che in multiplayer porta nuove e interessanti combinazioni.
Ci teniamo a sottolineare in particolar modo l’ottimo design dei nuovi personaggi, generalmente di dimensioni più generose rispetto ai vecchi Skylanders ma realizzati con la medesima cura e attenzione. La stessa attenzione che troviamo nel comparto sonoro, arricchito da musiche orchestrali e da una localizzazione completa in italiano sia per quanto riguarda voci e dialoghi all’interno del gioco sia per i rumori emessi direttamente dal portale.
Ci siamo innamorati subito del piccolo Broccoli Guy, un mago curatore con l’aspetto dell’odiata verdura di cui porta il nome, ma anche di Painyatta, mostro con la capacità di sparare coriandoli e caramelle verso gli avversari dall’aspetto tanto buffo quanto divertente. L’unico peccato quindi è che i mostri così catturati non avranno una controparte “giocattolosa” reale, costringendoci a goderne solo una versione digitale.
Non potevano mancare ovviamente anche nuovi puzzle game da risolvere per proseguire nell’avventura, questa volta aventi come protagonista una piccola fiammellina che dovrà con un po’ di ingegno riuscire a risolvere tutta una serie di enigmi prima di trovare la via d’uscita esatta, e sbloccare ricompense e tesori. Sconosciuta, al momento, la longevità della campagna, ma siamo sicuri che si assesterà nella media dei titoli del genere per un pacchetto che non potrà mancare nei salotti degli appassionati.


– Personaggi riusciti e belli da vedere
– Nuove meccaniche interessanti
– Ottima localizzazione






Activision ha fatto centro per l’ennesima volta e lo si capisce sin da questo primo assaggio di Skylander’s Trap Team. Il gioco funziona, diverte e soprattutto porta una nuova profondità nelle meccaniche di combattimento, operazione non semplice per un brand dedicato comunque ad un pubblico giovanissimo. I nuovi personaggi che abbiamo visto sono realizzati con estrema cura e non vediamo l’ora di metterci le mani sopra e aggiungerli alla nostra collezione.




TAG: skylanders trap team