Recensione 6 min

Formula One 2005

Mentre la stagione 2005 di Formula 1, finalmente, offre per la prima volta da molto tempo delle reali sorprese, Studio Liverpool ci propone la sua versione annuale di questo sport. Il gioco in questione si rivelerà entusiasmante quanto la realtà? Scopriamolo insieme…

Piattaforma:
PS2
Sviluppatore:
Scee
Distributore:
Sony

Puntuale come le tasse!
Bisogna dirlo, sembra difficile per un gioco sulla Formula 1 uscire dal mucchio, soprattutto quando questo rappresenta l’ennesima reiterazione di una serie. A prima vista questa edizione 2005, secondo Sony, non sembra particolarmente innovativa. Si comincia con lo scegliere la lingua e poi il tipo di visualizzazione che meglio ci aggrada: buona selezione in questo ultimo campo, dove è possibile, al tempo stesso, passare dalla normalità dei 50Hz, ai migliori 60Hz o, addirittura, alla scansione progressiva. Operate le scelte suddette si assiste ad una sequela di immagini variegate, soprattutto dedicate ai bolidi in pista senza tralasciare, però, taluni aspetti marginali, come le serate mondane e le belle donne (presenti in quelle stesse serate o sulla pista prima della corsa). Solo un piccolo neo relativo alla musica, che risulta abbastanza “strana” per una tale intro. Lustrati gli occhi, viene il momento di creare il proprio profilo, nel più classico dei modi, specificando diverse caratteristiche del pilota: il nome, la nazionalità e la sua fisionomia. Per quanto attiene all’elemento fisico dell’atleta è possibile una personalizzazione veramente completa, potendo scegliere da numerosi volti predefiniti. Ma il risultato migliore si ottiene, ovviamente, utilizzando il procedimento EyeToy Cameo, facendosi riprendere dalla telecamera. Seguendo alcune semplici istruzioni avrete la vostra bella faccia nel gioco! Questo sistema, già annunciato da qualche tempo dalla Sony, fa qui la sua piccola apparizione.
Una volta compiute tutte le formalità è tempo di passare alle cose serie. Il menù principale del gioco presenta la scomparsa della modalità Arcade. Ora, infatti, è possibile partecipare direttamente ad una Corsa Semplice o, meglio, tuffarsi nel raggruppamento delle varie prove: cronometrate, il Week-end prima della corsa, il Campionato del mondo o infine la più impegnativa Carriera.

La vita del pilota
E’ proprio dalla modalità carriera che Formula one 2005 regala le soddisfazioni maggiori. Si esordisce da giovani promesse, con lo scopo di farsi assumere da una scuderia. Per tale motivo bisognerà partecipare a delle particolari sedute di prove private, effettuate su un circuito predefinito, dove occorre restare entro dei tempi di percorrenza, stabiliti a priori dal direttore tecnico della scuderia alla quale ambite. Certamente, i vostri primi contratti non saranno negoziati con la Ferrari, ma piuttosto Minardi, Jordan o Red Bull Racing. Una volta assunti dovrete compiere l’intera stagione, cercando di ottenere l’obiettivo minimo di classifica fissato dalla squadra. Chi sa? Se siete proprio molto bravi, forse un contratto più interessante vi sarà proposto prima del Gran Premio della Cina…
Su questo argomento conviene sottolineare che, in quanto gioco ufficiale sotto licenza, propone tutte le scuderie, tutti i piloti e tutti i circuiti del mondo della formula uno di questo anno. Anche il regolamento è lo stesso, sia che si tratti dell’utilizzazione dei pneumatici o dello svolgimento delle sedute di prova. Inoltre, i novelli piloti apprezzeranno il fatto che i loro buoni risultati possono permettere di sbloccare delle automobili leggendarie della storia della F1.

L’on-line tiene la strada
Se trovate più divertente, al di fuori della corsa in “solitaria”, organizzare delle competizioni tra giocatori umani, non avete che da scegliere: sfida a due con schermo condiviso, oppure, la nuova opportunità di uno dopo l’altro. Questo per quanto concerne il gioco off-line. Poi, probabilmente, cosciente dei grossi difetti della release precedente, lo Studio Liverpool ha rivisto totalmente ciò che riguarda le funzioni on-line: è ormai possibile partecipare alle competizioni affrontando (contemporaneamente) ben dieci avversari, sfidandoli all’unisono sul circuito e sfottendoli in diretta, tramite head set con microfono. Un enorme passo avanti per la comunità dei giocatori on-line della PS2 e per i fan della Formula Uno.
Ultimo spunto importante dal menù principale, la sezione “Apprendistato & Astuzie”, dove è consentito perfezionare le tecniche di guida e apprendere tutti i trucchi del mestiere: dal modo di concatenare le diverse curve o alle regolazioni della monoposto.

Sull’asfalto…
Qualunque sia la vostra opzione di gioco, quello che conta resta principalmente la sensazione provata in corsa. E da questo punto, rispetto sempre al capitolo precedente, Formula One 2005 mostra dei progressi incoraggianti… anche se il lavoro da compiere, in termini di realismo, è ancora molto.
Per i punti positivi si nota, al primo colpo, che i controllo sono stati rivisti: le monoposto risultano più maneggevoli ed è ormai possibile tentare delle manovre di sorpasso più azzardate, grazie appunto ad una migliore precisione. Si nota, inoltre, un miglioramento dell’intelligenza artificiale degli avversari, che potranno anch’essi tentare degli attacchi particolarmente aggressivi, senza tuttavia tentare di “spingervi” all’errore.
I principianti saranno incantati dalla presenza di numerosi aiuti alla guida: assistenza alla direzione, alla frenata, indicatori di svolta, traiettoria virtuale, protezione di impatto, recupero di testa-coda, antibloccaggio dei freni e altrettante opzioni che permettono di familiarizzare in dolcezza col modello di guida del gioco. C’è da dire che la loro attivazione simultanea toglie gran parte delle emozioni, quindi si consiglia di usufruirne solamente per lo stretto indispensabile.
Lato negativo: si segnala una gestione incoerente del pattinaggio delle ruote. È impossibile partire in slittata da una posizione di arresto, anche quando tutti gli aiuti del gioco sono disattivati. Una monoposto che dispone di un motore molto potente farebbe questo ed altro. Nello stesso ordine di idee capita che l’automobile decida di partire in testa coda sull’asfalto, a causa di un’accelerazione un poco spinta, mentre la stessa manovra nell’erba non avrà nessuno effetto. Sorprendente!
Sempre rimanendo nel campo “punti da migliorare”. Formula One 05 non beneficia di una gestione realistica dei danni. Lanciati a pieno regime contro un ostacolo non distruggerete la vostra automobile, ma assisterete ad una degradazione schematica: l’aletta anteriore si sciupa, diminuendo la vostra aderenza. Poi le vostre ruote cominciano a tremare, indicando un problema sull’asse o le sospensioni. Infine, scoppia o perdete una ruota, ciò significa abbandono…

L’importanza del team
Tutti i patiti della corse automobilistiche lo sanno: le soste ai box hanno sempre giocato un ruolo importante nelle gare. Per riflettere meglio su questo aspetto, gli sviluppatori hanno deciso di rendere queste fasi interattive. Piuttosto che di guardare i meccanici armeggiare indisturbati, liberi cioè di fare il bello e cattivo tempo, si potrà mettere le mani (letteralmente) in pasta, pigiando velocemente sul bottone indicato a schermo. In questo modo è possibile guadagnare preziosi centesimi in termini di tempo. Certo, sarebbe stata meglio un’interazione maggiore, specialmente per il controllo della velocità di ingresso nell’area dei pit-stop. Invece il tutto avviene automaticamente, fino all’arresto nell’area della scuderia. Comunque, a parte tale dettaglio, Formula One 05 permette al meccanico dilettante che c’è in noi di effettuare numerose regolazioni sulla monoposto: modifiche sul ripartitore di frenata, l’antipattinaggio su ogni ruota, la disposizione a gradini della scatola del cambio, le alette, i pneumatici, le gomme le sospensioni o l’altezza della scocca. Quelli, invece, che non amano mettere le mani (o sprecare tempo in minuziose rifiniture) potranno utilizzare una delle numerose pre-regolazioni disponibili.

Tecnicamente
La realizzazione tecnica di questo nuovo capitolo non segna un passo avanti evidente rispetto alla precedente versione. Certo, il motore grafico è completamente nuovo e le automobili sono forse leggermente più dettagliate, ma spesso numerosi circuiti appaiono disperatamente deserti. Beninteso, certi lo sono nella realtà ma si prova una vera impressione di vuoto, che non traspare allo stesso modo quando si segue una trasmissione in diretta di un Gran Premio. Ciò comunque, grazie proprio alla relativa povertà degli scenari, permette una fluidità grafica senza tentennamenti, sofferente molto raramente di sporadici rallentamenti. Si nota appena uno spiacevole taglio dell’animazione al momento dell’ingresso nei box, forse dovuto al caricamento dei dati dal disco. Poche cose, in fondo.
La velocità e l’accelerazione sono al top in questa versione 2005: gli sviluppatori hanno aggiunto un particolare effetto di blur, accoppiato ad una modifica del campo visivo, a secondo della velocità dell’automobile. Se è difficile definire con precisione il procedimento impiegato, il risultato invece è semplicemente impressionante! Nello stesso modo le intemperie sono rappresentate correttamente, come le gocce di pioggia che vanno a schiacciarsi sull’obiettivo della cinepresa impedendo, così, una visione chiara del circuito.
Lato sonoro: ci dimentichiamo rapidamente della musica di sottofondo dei menù per concentrarsi sulla “delicata” musica dei motori, che girano a pieno regime durante la corsa. Sebbene gestiti da un Dolby Prologic II, bisogna confessare che i suoni delle monoposto mancano crudelmente del potere stridente, apprezzabile invece in una corsa reale. Molto meglio le indicazioni fornite dal direttore della scuderia e i commenti televisivi, che permettono di restare informati di ciò che accade sul circuito.

-Gioco in singolo duraturo
-Gioco on line infinito
-Tecnicamente valido

-Sonoro non troppo convincente
-Qualche dettaglio poteva essere migliorato

8.3

Era molto tempo che si aspettava un gioco di Formula 1 degno di questo nome, capace di offrire, al tempo stesso, un gioco in singolo completo e delle opzioni on-line interessanti. Formula One 2005 rialza la posta, potendo contare su entrambe gli aspetti… anche se gli resta un piccolo margine di miglioramento.