Speciali 3 min

Electronic Arts – mobile gaming

San Francisco – Il mercato dei videogiochi è cambiato, e forse sarebbe anche ora di smettere di specificarlo, ma ancora non si può fare a meno di pensare ai vecchi tempi quando si vede un colosso come Electronic Arts tuffarsi nel mondo del social e mobile gaming. La Game Developers Conference 2012 ha offerto, infatti, alla compagnia statunitense l’occasione di fare un po’ il punto per quanto riguarda i titoli più recenti da giocare su Facebook, Android, o sulle piattaforme Apple.
Vista la quantità di titoli provati, e soprattutto la tipologia degli stessi, il modo migliore per trattarne consiste nel fare un elenco di quelli che ci sono piaciuti di più, un’esposizione forse scolastica, ma sicuramente ordinata. 

Flight Control Rocket 
Partiamo con un grande classico del casual gaming rivisitato per iPhone e iPad, per chi non conoscesse l’originale Flight Control diciamo che si tratta di un concept tanto semplice (tracciare la rotta d’atterraggio di diversi velivoli contemporaneamente) quanto divertente. In questa edizione, invece di guidare i soliti aerei, si passa alle navicelle spaziali che vanno indirizzate verso le varie aree d’atterraggio sulla nave madre.
Nelle due modalità di gioco previste (la classica survival ed una divisa in livelli da superare) potremo gestire diverse tipologie di navette differenti ognuna con le sue caratteristiche peculiari, così da fornire un discreto livello di strategia, livello che verrà ancora approfondito dalla possibilità di sbloccare dei robottini che andranno a migliorare alcune delle nostre capacità (un po’ come i perks di Call Of Duty per capirci). In generale, l’essenza fondamentale del gioco ci è sembrata invariata rispetto al predecessore, si tratta di un’azione ragionata, intuitiva e decisamente divertente, disponibile entro fine mese su iPhone e iPad. 
Air Mail 
Prendete Pilot Wings, dategli una storia, una direzione artistica indovinata e immaginatelo su iPad. Il risultato è Air Mail, una produzione N-Fusion Interactive che vede il protagonista chiamato a diverse missioni a bordo del suo idrovolante, ora per spegnere gli incendi in una città bombardata, ora per procurarsi delle scorte di pesce.
Sette ambientazioni, una guerra che incombe, e un ragazzo catapultato nell’azione dagli eventi: ci sono piaciuti i diversi controlli possibili e soprattutto la direzione artistica davvero convincente. Certo, manca una modalità multiplayer che avrebbe reso il titolo un acquisto quasi obbligato, ma dando fiducia agli sviluppatori siamo certi che verrà inserita in un eventuale seguito. Il titolo è in arrivo entro l’estate sulle piattaforme Apple, su iPad2 si apprezza delle piacevoli trovate grafiche, ma anche sulla prima versione del tablet di Cupertino il livello è di tutto rispetto. 
The Act 
Gli svilupattori di React Entertainment la definiscono una commedia interattiva e, più o meno, ci sentiamo di concordare con loro. The Act è la storia di Edgar, la storia di come debba riuscire a non perdere il lavoro, tenendo contemporaneamente fuori dai guai il fratello tonto, e soprattutto conquistando il cuore della ragazza amata. Per spiegare come funzionano le cose possiamo fare un esempio di un livello provato: il nostro alterego è appoggiato al bancone di un bar, poco distante si trova la donzella che dobbiamo convincere della nostra avvenenza, e per farlo basterà compiere dei movimenti sul touchscreen verso di lei, avvicinandosi gradualmente, cercando di intuire le sue reazioni dal linguaggio del corpo e dalle espressioni. Troppa foga la farà scappare, troppa poca non porterà a niente. Un prodotto particolare, ben animato e disponibile in estate su i vari device Apple. 
The Sims Social 
Disponibile dall’agosto scorso, The Sims Social, è saldamente nella classifica dei dieci titoli più giocati su Facebook, grazie sicuramente a un nome di sicura presa sul pubblico, ma anche grazie al livello qualitativo decisamente soddisfacente.
Si sa, però, che il mondo del social gaming è un mondo aggressivo, dove bisogna continuamente evolvere i propri prodotti se si vuole rimanere sulla cresta dell’onda. E’ così che, seguendo le richieste di molti giocatori, è stata implementata la possibilità di gestire, oltre alla propria abitazione, anche delle ulteriori case in villeggiatura, in modo da aumentare le possibilità di personalizzazione e soprattutto di dare nuovo materiale agli utenti. Arrivati al decimo livello, dunque, ci si potrà dedicare alla casa al mare e non solo, dato che sono state aggiunte nuove quest e nuovi materiali sbloccabili. Tra le novità è da registrare anche la possibilità di invitare nella propria dimora il Sim di un amico, così da interagire con più facilità e guadagnare punti esperienza più in fretta. 




I prodotti per il mercato mobile sono qualitativamente sempre migliori, anche se non perdono la loro natura di titoli sviluppati partendo da concept semplici ed intuitivi. Detto questo è vero anche che ci sono alcuni casi in cui si osa quel qualcosa in più che non fa rimpiangere le console tradizionali, rendendo il confine che separa il mobile dal portable gaming sempre più labile. Electronic Arts ha ben chiaro il potenziale economico di questo mercato e, infatti, ci è sembrata intenzionata a non farsi sfuggire le opportunità legate a mobile e social gaming, tramite alcuni prodotti che sembrano avere le carte in regola per guadagnarsi le preferenze dei giocatori.