News 2 min

Tell Me Why mantiene la promessa: tutti i doppiatori di Tyler sono trans

Dontnod aggiunge quattro nuove lingue al suo story-driven

Dontnod ha appena mantenuto due promesse fatte prima del lancio di Tell Me Why, story-driven lanciato su Xbox One e PC in tre episodi tra agosto e settembre.

La prima era relativa all’introduzione di quattro nuove lingue dopo l’uscita originale, quando il gioco era fruibile soltanto in Inglese e sottotitoli in altri idiomi (tra cui l’Italiano).

Adesso, tramite un aggiornamento, sono stati aggiunti Francese, Tedesco, Spagnolo (America Latina) e Portoghese (Brasile); sfortunatamente, le voci italiane non sono mai state parte dei piani dello studio di Life is Strange.

https://twitter.com/TellMeWhyGame/status/1322214236827930624?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1322214236827930624%7Ctwgr%5Eshare_3&ref_url=https%3A%2F%2Fs9e.github.io%2Fiframe%2F2%2Ftwitter.min.html1322214236827930624

La seconda promessa riguardava invece il rispetto nei confronti del personaggio di Tyler Ronan, un giovane uomo transgender che in Inglese veniva doppiato proprio da un uomo transgender, August Aiden Black.

«Tutti i nostri doppiatori per Tyler sono trans», hanno risposto ad un’esplicita domanda sull’argomento dall’account ufficiale di Tell Me Why.

«Tyler è doppiato in Francese da Sohan Pague, un talentuoso attore e cantante», aggiunge la replica, visto che la domanda arrivava dalla Francia.

https://twitter.com/TellMeWhyGame/status/1322228097270370306?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1322228097270370306%7Ctwgr%5Eshare_3&ref_url=https%3A%2F%2Fs9e.github.io%2Fiframe%2F2%2Ftwitter.min.html1322228097270370306

Dontnod ha mostrato fin dall’inizio grande sensibilità alla tematica della transizione, arrivando a “spoilerare” alcune parti del gioco prima del day one per assicurarsi che i giocatori fossero certi che l’argomento fosse trattato a dovere.

Il titolo è stato realizzato con la collaborazione dello staff transgender di GLAAD: Nick Adams, direttore della rappresentazione transgender, e Blair Durkee, consulente speciale per i videogiochi.

Tell Me Why presta grande attenzione alle minoranze in generale, con un focus sulla cultura Tlingit, propria delle popolazioni indigente dell’Alaska rurale.

Potete saperne di più sul gioco consultando la nostra recensione, che ne ha sottolineato non a caso la particolare cura per la raffigurazione di tali temi.

Siete interessati ad avvicinarvi alle avventure narrative di Dontnod ma vi manca un po’ di contesto? Life is Strange 2 è un ottimo punto di partenza.