Super Mario Maker 2, Recensione dell’editor di Mario su Switch

Mario ci insegna a creare il nostro platform

Recensione
A cura di Nicolò Bicego - 26 Giugno 2019 - 15:00

A poco più di una settimana dal nostro ultimo resoconto, siamo finalmente pronti a darvi il nostro parere definitivo su Super Mario Maker 2, l’editor di livelli made in Nintendo disponibile in esclusiva su Nintendo Switch. La panoramica che vi abbiamo offerto sinora è stata positiva, soprattutto in virtù delle numerose aggiunte che gli sviluppatori hanno apportato rispetto al primo capitolo, su tutte il nuovo stile dedicato a Super Mario 3D World e la possibilità di giocare in compagnia di amici, tanto online quanto offline; non ci rimane dunque che scoprire se le buone prime impressioni sono rimaste tali mentre le ore di gioco si accumulavano o se qualcosa ci ha fatto cambiare idea.

Super Mario Maker 2 - 1

Date sfogo alla vostra fantasia

La feature principale di Super Mario Maker 2 è, ovviamente, la possibilità di creare i propri livelli. Per farlo, potremo scegliere tra i diversi stili disponibili, ciascuno dei quali si richiama ad un famoso titolo della serie: a questo giro, possiamo contare su Super Mario Bros., Super Mario Bros. 3., Super Mario World, New Super Mario Bros e, per la prima volta, Super Mario 3D World. Ogni stile presenta alcuni oggetti esclusivi, che non possono essere utilizzati con gli altri stili; pensiamo ad esempio ai famosi power-up, come la coda di procione di Super Mario Bros. 3, la piuma di Super Mario World e la campanella che permette di trasformarsi in una versione felina del proprio personaggio comparsa in Super Mario 3D World. La creazione dei livelli è piuttosto intuitiva: attraverso un menù su schermo, possiamo accedere a tutto ciò di cui abbiamo bisogno per realizzare il nostro livello. Dopo aver scelto uno stile di gioco, sarà la volta del tema: ce ne sono diversi tra cui scegliere, dando un ampio ventaglio di possibilità.

Una volta scelto anche il tema, potremo effettivamente dare libero sfogo alla nostra creatività: saremo noi a decidere dove mettere i blocchi che costituiranno il terreno, dove i nemici, dove le monete, dove i power-up. E se pensate di conoscere a menadito la serie di Super Mario, Super Mario Maker 2 è pronto a farvi ricredere, inserendo tra gli ostacoli ed i nemici disponibili delle novità assolute che donano un’inebriante freschezza ai vecchi titoli. Abbiamo, ad esempio, dei ganci a cui è possibile far appendere Mario, per farlo poi dondolare verso la salvezza, magari mettendoli sopra un burrone; o ancora, è possibile inserire dei veicoli, che possono essere utilizzati fino a che un numero eccessivo di danni non porta alla loro distruzione. Un’altra novità rispetto al precedente capitolo è la possibilità di inserire condizioni speciali per il completamento del livello: ad esempio, potremo richiedere la raccolta di un certo numero di monete rosse, ma anche di sconfiggere un certo numero di nemici, di non utilizzare il salto, e così via. Se già con Super Mario Maker le possibilità erano pressoché infinite, con Super Mario Maker 2 Nintendo è riuscita a confezionare un editor ancora più ricco, che non può assolutamente sfuggire a chi ama dare vita al proprio estro.

Super Mario Maker 2 - 2

Pensa, crea, gioca

Ovviamente, i livelli creati in Super Mario Maker 2 sono fatti per essere giocati. Chi non è particolarmente interessato alla creazione di livelli, si fionderà direttamente su questa opzione, che gli darà la possibilità di giocare ai livelli confezionati da Nintendo (in totale sono circa un centinaio) oppure sui livelli creati da altri utenti. Nel primo caso, la modalità storia vede Mario intento ad aiutare Toadette, nelle inediti vesti di capocantiere, nella ricostruzione del castello di Peach. La ricostruzione richiede soldi, che Mario intende recuperare occupandosi di alcuni incarichi. Ogni incarico corrisponde ad un livello, al termine del quale riceveremo una ricompensa in monete che ci permetterà di proseguire nella riparazione del castello.

I cento livelli disponibili sono molto diversi nel tono e nella struttura da quelli a cui siamo abituati; il loro obiettivo, infatti, non è quello di proporre un’avventura coesa e completa come in un titolo della serie classica, ma quello di mostrare cosa Super Mario Maker 2 è in grado di fare. Ciò non significa che i livelli siano dei semplici tutorial o poco più, anzi; gli sviluppatori Nintendo hanno elaborato alcuni tra i livelli più folli che la serie abbia visto, approfittando dell’alto grado di sperimentazione che caratterizza l’animo di Super Mario Maker 2. Il vero cuore di Super Mario Maker 2, però, sta nella possibilità di giocare i livelli creati da altri giocatori. Essi sono raggiungibili da un apposito menù, che ci permette di utilizzare diversi filtri per affinare la nostra ricerca; filtri che si rivelano indispensabili in un gioco che, per forza di cose, si andrà a riempire tanto di livelli validi quanto di esperimenti meno riusciti.

Basta poco per rendersi conto che la durata di Super Mario Maker 2 diventa in questo modo pressoché infinita; a pochi giorni dal lancio, il gioco può già vantare un centinaio di livelli disponibili, ed il numero cresce di ora in ora. Se pensate che si tratti soltanto dell’entusiasmo iniziale, vogliamo ricordarvi che la community del primo Super Mario Maker, uscito sul già moribondo Wii U, è tutt’oggi ancora attiva. E grazie alla possibilità di giocare i livelli in compagnia di amici, sia in modalità cooperativa che competitiva, la durata del gioco è destinata ad aumentare ancora: il divertimento caciarone e festoso che la serie è sempre stata in grado di regalare viene qui aumentato esponenzialmente dalla possibilità di provare livelli sempre nuovi, in modo da non stancarsi potenzialmente mai.

Certo, Super Mario Maker 2 non è un gioco per tutti. I puristi della serie, abituati all’impeccabile level design made in Nintendo, potrebbero non apprezzare questa chiave di lettura, certamente più amatoriale, della serie; lo stesso dicasi per coloro i quali sono legati strettamente all’avventura single-player, qui presente in forma solamente accennata. Per tutti gli altri, però, non possiamo fare altro che consigliare Super Mario Maker 2, che riesce a migliorare, in tutto e per tutto, la formula del primo capitolo.

+ Contenutisticamente più ricco del predecessore
+ Lo stile di 3D World porta una ventata di freschezza
+ Crea assuefazione
- I puristi della serie continueranno a sentire la mancanza di una vera e propria avventura in single-player

8.8

Super Mario Maker 2 è la perfetta evoluzione della formula, già funzionante, del primo capitolo. L’introduzione di uno stile di gioco inedito, dedicato a Super Mario 3D World, insieme a nuovi oggetti, nemici e funzionalità da utilizzare nella creazione di livelli, rendono questo secondo episodio immensamente più ricco del predecessore. La possibilità di giocare in multiplayer, sia in competitivo che in cooperativo, lo rende inoltre perfetto per serate passate con gli amici alla ricerca di nuovi livelli da sondare e padroneggiare. Certo, non tutti saranno contenti: i puristi della serie, abituati al sopraffino level design made in Nintendo, potrebbero storcere il naso di fronte ad un episodio che fa della sperimentazione la sua parola d’ordine. Per tutti gli altri, però, da chi vuole dare sfogo alla sua fantasia a chi, semplicemente, ama giocare platform in due dimensioni, Super Mario Maker 2 è un titolo da non lasciarsi sfuggire.




TAG: super mario maker 2