Streaming equivale a morte delle console? La risposta di Microsoft

Microsoft ci fornisce il suo pensiero in merito al futuro delle console dopo lo streaming

News
A cura di Paolo Sirio - 19 Marzo 2019 - 16:42

In una recente intervista, il responsabile del cloud gaming di Microsoft Kareem Choudhry ha detto la sua in merito all’impatto che la diffusione dello streaming avrà sulle console così come le conosciamo.

Quando ha sentito parlare di morte delle console, Choudhry non ha avuto dubbi nello spiegare che il punto a cui siamo arrivati “non è per niente così estremo”.

“Sviluppo console da 15 anni, noi non stiamo uscendo dal business delle console, ne abbiamo parlato nei nostri video su xCloud.

Amiamo le nostre console, amiamo quel business, e siamo super fieri di avere la console più potente sul mercato oggi e quella posizione di leadership che speriamo di mantenere in futuro.

E credo anche che la vostra migliore esperienza premium sarà su un hardware dedicato che funzionerà sotto la vostra TV nel vostro salotto.

Questa è una conversazione basata sul “e”, non è una conversazione incentrata sul “oppure”. Tutti amano saltare alla conclusione della fine delle console, e penso sia un gran titolo, ma la pensiamo per niente così”.

Oggi seguiremo in diretta la conferenza gaming di Google dalla GDC 2019, che andrà in onda alle ore 18:00, e sarà molto interessante vedere cosa porterà in dote questo nuovo player nel mondo dei videogiochi.

Per il momento, però, si parla di un servizio di streaming avveniristico sulla base di Project Stream e non di una console regolare.




TAG: microsoft, Project xCloud