Speciali 4 min

Saints Row | Nuovi dettagli sull’atteso reboot

Volition e Koch Media ci hanno presentato il corposo editor del titolo.

Mentre ancora latitano notizie concrete sul futuro Grand Theft Auto VI, si fa sempre più vicino il ritorno di una serie che prese ispirazione proprio dai lavori di Rockstar. Stiamo parlando, ovviamente, di Saints Row, che il 23 agosto tornerà con un reboot, intitolato semplicemente Saints Row, in arrivo su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC.

Col tempo, stiamo venendo a conoscenza di un numero sempre maggiore di dettagli su questa nuova avventura, che sembra voler cambiare le carte in tavola per la serie, riprendendo in parte la serietà dei primi episodi, pur senza abbandonare il suo caratteristico humour.

Koch Media e Volition ci hanno presentato in anteprima alcune delle novità di questo episodio. Abbiamo quindi voluto cogliere l’occasione per ricapitolare quello che ci aspettiamo da questo reboot, per chi si fosse perso per strada qualche dettaglio. Pronti a scoprire Santo Ileso con noi?

Un ritorno alle origini contemporaneo

Che siate appassionati della serie di lunga data o che siate nuovi arrivati, non importa: questo Saints Row è un reboot che intende riportare la serie alle origini, pur senza dimenticare la parentesi degli ultimi episodi.

In effetti, Saints Row aveva mosso i suoi primi passi come clone di GTA, per poi evolversi in qualcosa di diverso, quasi una parodia del genere stesso, caratterizzata da uno humour sopra le righe e da storie e personaggi fuori di testa (potete recuperare l’ottimo terzo capitolo su Amazon per capire di cosa stiamo parlando!).

Ecco, con questo Saints Row l’intenzione di Volition sembra essere quella di tornare a raccontare una storia più seriosa, ma soprattutto più contemporanea: nella prima presentazione del gioco, il team aveva sottolineato come i venti anni passati dal primo capitolo abbiano dato loro una forte ispirazione per affrontare tematiche nuove e contemporanee, sentite dai giocatori di oggi.

Questo non significa abbandonare le atmosfere a cui la serie ci ha abituati, anzi. Avremo sempre a che fare con gang di criminali, ed il nostro compito sarà quello di costruire il nostro impero con l’aiuto di alcuni collaboratori. E ovviamente non sarà affatto facile farci strada a Santo Ileso, perché altri tre clan criminali si contendono il controllo della città.

Non sappiamo ancora molti dettagli sulla storia, e a dire la verità anche di gameplay vero e proprio abbiamo visto ben poco. Sappiamo che il gioco sarà, come da tradizione, un sandbox, che ci presenterà la mappa più grande mai vista nella serie. Gli sviluppatori hanno anche promesso che la mappa sarà molto diversificata al suo interno, ma questo ovviamente dovremo testarlo pad alla mano.

Le possibilità di personalizzazione estetica del personaggio sono davvero infinite.

A questo proposito, sappiamo che Santo Ileso sarà divisa in nove distretti, e che ciascuno di essi avrà una sua personalità, che lo renderà immediatamente riconoscibile.

Questo, in estrema sintesi, è quello che sappiamo sul prossimo lavoro di Volition. Mancano ancora molti dettagli, ma siamo sicuri che ne sapremo di più con l’avvicinarsi dell’uscita.

Per adesso, comunque, possiamo inquadrare il gioco come una sorta di nuovo inizio per la serie, una sorta di ammodernamento del primo capitolo pensato per gli anni ’20 del XXI secolo. Siamo molto curiosi di scoprire cosa questo significherà in termini di storia e, nondimeno, di gameplay.

Dopotutto, il macro-genere dei titoli open world è uno di quelli che più si è evoluto nel corso degli ultimi anni, dunque sarà interessante vedere come Saints Row vorrà proporsi all’interno di un contesto sempre più carico e dove è sempre più difficile dire qualcosa di davvero nuovo, e quanto sarà in grado di sfruttare il passaggio alla nuova generazione di console (a questo proposito, potete pre-ordinare questa edizione speciale per la versione PlayStation 5 su Amazon).

Anche i veicoli torneranno grandi protagonisti in questo nuovo episodio.

Vita criminale, a modo mio

Okay, fin qui abbiamo parlato di cose che già sapevamo. Volition, però, ci ha presentato anche qualche dettaglio inedito sul gioco, in particolare per quanto riguarda le possibilità di personalizzazione, a partire dal nostro protagonista.

Per quanto riguarda il nostro avatar virtuale, infatti, avremo un quantitativo di scelte mai visto prima, sia per il suo aspetto che per il suo vestiario. Saremo noi a scegliere ogni singolo dettaglio, dalla maglietta ai calzini, dal taglio di capelli alla conformazione del viso, dalla muscolatura al colorito della pelle.

Saranno disponibili anche dei personaggi pre-set da utilizzare come base, nel caso in cui volessimo accorciare i tempi della creazione; e non mancheranno neanche le opzioni per creare veri e propri abomini ambulanti, per gli amanti del trash.

La personalizzazione, però, non si ferma al nostro personaggio. Anche i veicoli saranno completamente personalizzabili: livree, ruote, motore, fino ad arrivare al suono del clacson. Tutto quanto potrà essere ritoccato attraverso un editor apposito. Sarà anche possibile inserire interessanti optional come il sedile eiettabile, utile per lanciarsi nel mezzo dell’azione nel giro di una manciata di secondi o per fuggire ad una situazione pericolosa.

A tal proposito, anche le armi saranno completamente personalizzabili. Ovviamente potrete scegliere le tinte da applicare sulla vostra bocca da fuoco, ma l’aspetto più interessante è sicuramente la possibilità di modificare la forma della nostra arma. Sostanzialmente, potremo scegliere di dare alla nostra mitragliatrice la forma di una chitarra, ad esempio, con un effetto esilarante sull’azione di gioco.

Infine, anche il nostro quartier generale sarà personalizzabile. Giocando andremo ad ottenere numerosi oggetti collezionabili che potremo utilizzare per abbellire il nostro covo – e non ci sarà alcun limite alla pacchianeria di cui potremo rivestire le nostre quattro mura.

Insomma, le possibilità di personalizzazione non sembrano davvero mancare in Saints Row, e siamo curiosi di vedere quale impatto avranno a livello di gameplay (specialmente per quanto riguarda l’editor dei veicoli e delle armi), se ne avranno uno.

Per il resto, c’è ancora molto da scoprire del gioco, dunque vi invitiamo a rimanere sintonizzati su queste pagine per non perdervi nessun aggiornamento sul nuovo Saints Row.