News 1 min

Rise of the Tomb Raider è stato bloccato in Arabia Saudita

Brutte notizie per quanto riguarda Rise of the Tomb Raider. Le vendite del gioco infatti sono state bloccate in Arabia Saudita, come confermato direttamente dalla divisione Xbox del paese tramite Twitter. La società non ha voluto spiegare per quale motivo il titolo sviluppato da Crystal Dynamics sia stato bloccato in questo caso anche se le cause più probabili possono essere rintracciare nelle rigide regole riguardanti le donne, come avvenuto con Bayonetta, oppure nel fatto che in Rise of the Tomb Raider di debba razziare la tomba di un profeta. Non mancheremo di tenervi aggiornati sugli sviluppi di questa vicenda mentre ricordiamo che al seguente indirizzo potete trovare la nostra recensione del gioco.