Red Dead Redemption 2 su PC, come risolvere i primi problemi

Come ovviare a qualche piccolo problema con il gioco Rockstar

NEWS
A cura di Matteo Bussani - 5 Novembre 2019 - 18:29

Oggi è il giorno di Red Dead Redemption 2. Il titolo di Rockstar dopo aver toccato i lidi delle console l’anno scorso, approda finalmente anche su PC.
Rispetto al lancio su console, far sì che l’esperienza sia ottima anche sulle molteplici piattaforme hardware su cui gira Windows non è cosa da poco. Per ovviare alla stragrande maggioranza di problemi che avrebbero potuto verificarsi al lancio del gioco, Nvidia e AMD sono accorse in aiuto dei giocatori rilasciando rispettivamente ieri e oggi le nuove versioni dei driver aggiornati e che potete trovare collegandovi ai link qui di seguito.

https://www.nvidia.com/en-us/geforce/news/red-dead-redemption-2-pc-game-ready-driver/

https://www.amd.com/en/support/kb/release-notes/rn-rad-win-19-11-1

Con un codice a disposizione ci siamo messi a provare il gioco appena disponibile e i risultati sono stati particolari. Red Dead Redemption 2 mette a disposizione due librerie grafiche: Directx 12 e Vulkan. Queste ultime sono quelle di default attivate nel gioco.
La loro caratteristica è quella di utilizzare chiamate di sistema per la GPU più veloci che riducono il tempo di utilizzo della CPU, riducendone a loro volto l’utilizzo complessivo. Sono perfette per avere il massimo delle performance scongiurando il possibile collo di bottiglia di un processore non all’altezza.

red dead redemption 2

Come al solito però, queste librerie hanno un fattore di compatibilità minore con i software di monitoraggio come afterburner o FPSMon, per cui ve ne sconsigliamo l’utilizzo in caso in cui vogliate tenere sotto controllo fps e temperature. Con DirectX 12 su Notebook con i7 7700HQ e GTX 1050Ti la situazione è decisamente più stabile, pur assistendo a una percentuale di utilizzo della CPU leggermente maggiore.

Su un’altra macchina, desktop dotato di i7 8700k e GTX 1070, non abbiamo riscontrato problemi con la sovrapposizione dei software di monitoraggio, ma abbiamo notato uno strano utilizzo della GPU con Vulkan attivate. Nonostante la GPU fosse lontana da qualunque limite di refresh rate o imposto da un qualche v-sync disattivato, l’utilizzo si fermava al 70-75%, perdendo così 7/8 frame a QHD, 15/20 in FHD rispetto alle DirectX 12. L’utilizzo della CPU inferiore, anche in questo caso non giustifica l’utilizzo delle librerie Vulkan, per cui vi consigliamo di passare alle DirectX, a meno che abbiate una CPU non molto performante, che altrimenti diventerebbe il collo di bottiglia della vostra configurazione.

Con Vulkan abbiamo poi sperimentato dei problemi con il ridimensionamento dello schermo con la build bloccata alla partenza in più di un’occasione, oltre che frequenti crash e problemi. Doveste sperimentarne consigliamo di avviare la partita in modalità sicura e poi cambiare librerie, passando così alle più stabili DirectX 12.

Il consiglio è quindi di passare alle Directx 12 nel caso in cui doveste sperimentare problemi di utilizzo delle risorse o crash improvvisi con il nuovo Red Dead Redemption 2.

Al di là di questi suggerimenti, rimanete sintonizzati sulle pagine di Spaziogames.it in attesa dell’analisi tecnica definitiva di Red Dead Redemption 2, il capolavoro di Rockstar finalmente disponibile anche su PC.




TAG: red dead redemption 2