Anteprima 4 min

Puyo Puyo Tetris 2 | Provato – I due puzzle game si fondono nuovamente

Abbiamo avuto la possibilità di provare il primo mondo della modalità avventura di Puyo Puyo Tetris 2 e siamo pronti a raccontarvi le nostre impressioni iniziali.

Chi avrebbe immaginato diversi anni fa che due serie così apparentemente simili, ma in fondo profondamente diverse, come Puyo Puyo e Tetris si sarebbero potute fondere assieme? Con il senno di poi è facile rispondere in maniera affermativa, ma la verità è che probabilmente pochi di noi avrebbero pensato che potesse funzionare. Ma alla fine la mossa di SEGA si rivelò azzeccata, e Puyo Puyo Tetris si svelò come un prodotto vincente ed incredibilmente divertente, riuscendo a sfondare, dopo diversi anni di esclusività sul mercato giapponese, anche nei territori americani ed europei.

Piattaforma:
PC, PS4, PS5, SWITCH, XONE, XSX
Genere:
puzzle-game
Data di uscita:
Sviluppatore:
SEGA
Distributore:
Koch Media

Fra meno di un mese uscirà Puyo Puyo Tetris 2, l’atteso sequel diretto di quel piccolo puzzle game di cui ci siamo profondamente innamorati. In attesa della release ufficiale, abbiamo avuto la possibilità di provare la modalità avventura del titolo, che ci ha permesso di avere un piccolissimo assaggio da ciò che ci aspetterà nel titolo completo. Abbiamo potuto provare il gioco in versione PlayStation 4, ma vi ricordiamo che è in uscita anche su PlayStation 5, Nintendo Switch, Xbox Series X/S e Xbox One. Gli utenti PC dovranno invece aspettare ancora un po’, dato che la release è attualmente programmata ad un più generico 2021.

Puyo Puyo Tetris 2: l’ora delle battaglie

La trama si svolge poco dopo gli eventi del primo titolo: gli abitanti del mondo di Puyo Puyo sembrano non ricordarsi più degli eventi successi durante il primo titolo in seguito alla separazione dei mondi, ma una misteriosa ragazzina di nome Marle deciderà di fonderli nuovamente. Questo porterà i protagonisti a rincontrare vecchie conoscenze, dandoci una nuova missione: tornare a separare nuovamente i due mondi, per impedire che possano accadere ulteriori disastri. Trattandosi di un titolo celebrativo, proprio come in occasione dell’originale, la trama sembra servire unicamente come pretesto per giustificare la campagna ed offrire una motivazione sul perché questi due mondi completamente diversi si siano uniti.

Inizia la nostra avventura.

Durante la nostra prova abbiamo potuto testare solamente il primo mondo di gioco di Puyo Puyo Tetris 2, che consiste in otto diversi livelli. In essi abbiamo potuto provare le battaglie Puyo Puyo vs Tetris – e viceversa –, alcuni duelli interamente basati su lotte a pari armi con Puyo Puyo ed una delle novità del gioco, la Battaglia Tecnica.

Stili diversi per giochi diversi

Nel caso non abbiate familiarità col primo titolo, o con i puzzle game che esso tratta, faremo un piccolo riassunto: in Puyo Puyo dovremo combinare almeno quattro creaturine dello stesso colore, mentre in Tetris dovremo unire i famosi blocchetti, chiamati tetramini, formando intere linee. In entrambi i giochi, lo scopo è dunque quello di ripulire lo schermo il più velocemente possibile.

Trattandosi di un gioco più competitivo e basato sugli scontri 1 vs 1, questo significa che a seconda delle combo effettuate potremo lanciare attacchi nei confronti del nostro avversario, occupandogli lo schermo e rendendogli molto più difficile riuscire a programmare le proprie mosse. In scontri dello stesso tipo, quindi Puyo Puyo vs Puyo Puyo e Tetris vs Tetris, le battaglie sono perfettamente bilanciate ed il tutto dipenderà solo ed esclusivamente da chi è il giocatore più bravo. Ma cosa succederà nel caso delle battaglie crossover, vero e proprio punto di forza del titolo?

Utilizzare Tetris richiede molta più concentrazione.

Una spiegazione molto semplice è che, ai livelli più avanzati, Tetris avrà un vantaggio considerevole nei confronti di Puyo Puyo, dato che la serie possiede un livello tecnico più avanzato e rende possibile effettuare mosse decisamente più complesse e veloci. Dall’altra parte, Puyo Puyo ha però il punto di forza di essere più lento e semplice, e permette di fare facilmente combinazioni.

In questo modo, si potrebbe anche mettere in seria difficoltà un giocatore di Tetris che non sia eccessivamente esperto. In altre parole, su Puyo Puyo Tetris 2 dipenderà tutto dal vostro livello di abilità e dal tipo di gioco da voi scelto. Non riteniamo infatti un caso che la modalità avventura decida di farci iniziare proprio con i Puyo Puyo e contro un giocatore di Tetris dalla difficoltà artificiale irrisoria. Il risultato di questa scelta ci ha reso passare al livello successivo una vera e propria passeggiata.

Le cose sono andate molto diversamente quando abbiamo provato un livello in cui utilizzavamo Tetris, contro una IA che invece sfruttava Puyo Puyo. Chi vi scrive non ritiene di essere un giocatore scarso su questo stile di gioco eppure, pur trattandosi di uno dei primissimi livelli, abbiamo riscontrato non poca fatica nel battere il nostro avversario, nonostante avessimo fatto più del doppio dei loro punti. La nostra sensazione è che dunque anche il videogioco stesso cerchi di spingere l’utente fin da subito ad utilizzare i Puyo Puyo, probabilmente per far sentire a loro agio anche gli utenti alle primissime armi.

La battaglia tecnica è il fiore all'occhiello della nuova modalità avventura.

Squadra che vince non si cambia

Se comunque tutto quanto analizzato fino ad ora era stato “già visto” nel primo titolo, come d’altronde ci aspettavamo visto che si trattava di una formula pienamente funzionante, nell’ultimo livello che abbiamo provato finalmente abbiamo potuto testare con mano la prima vera novità del gioco, la cosiddetta Battaglia Tecnica. In questa modalità dovremo costruire una squadra con i nostri tre personaggi preferiti, uno giocabile e gli altri due come supporto, che affronteranno il boss del livello. Il nostro team condividerà una barra della vita e potrà accumulare PM, utilizzabili per lanciare abilità speciali che potranno non solo rendere la vita più difficoltosa al nostro avversario ma anche aiutarci, per esempio, cambiando il colore di alcune delle nostre caselle o curandoci da danni subiti.

Non appena una delle due barre della vita arriverà allo zero, verrà dichiarato un vincitore. In seguito alla battaglia, i nostri personaggi potranno anche aumentare di livello e diventare più forti. Potremo anche equipaggiare delle carte particolari per migliorare ulteriormente le statistiche della nostra squadra. Purtroppo non abbiamo potuto provare nel dettaglio la personalizzazione, avendo a disposizione solo delle squadre predefinite, ma sembra che potremo scegliere liberamente anche lo stile di gioco preferito: Puyo Puyo o Tetris.

Giocare utilizzando Puyo Puyo è molto più semplice e lento.

Questo particolare stile di battaglia ispirato ai giochi di ruolo ci sembra chiaramente disegnato per funzionare al meglio nella modalità Avventura, e non saremmo sorpresi se venisse utilizzato più ampiamente nei mondi successivi. Resta ancora da capire quanto il tutto risulterà bilanciato – l’abilità di curarci in particolare ci è parsa eccessivamente potente, ma dobbiamo tenere conto che era solo uno dei primi livelli – ma nel complesso la Battaglia Tecnica ci ha convinto particolarmente e la riteniamo una interessantissima variazione della formula.

Se non vedete l’ora di tornare su questo crossover, potete già prenotare Puyo Puyo Tetris 2 su PlayStation 5, PlayStation 4, Nintendo Switch e Xbox Series X/One!

Piattaforme: pc, ps4, ps5, switch, xone, xsx
Puyo Puyo Tetris 2 sembra voler riproporre tutto ciò che ha funzionato egregiamente nel primo titolo con l'intento di migliorarlo ulteriormente, aggiungendo anche nuovi contenuti per offrire un maggior varietà. La battaglia tecnica da noi provata ci appare una conferma della direzione intrapresa dagli sviluppatori, che vuole portare questo interessante sequel cross-over a risultare il meno ripetitivo possibile. La prova che abbiamo potuto fare non è stata particolarmente longeva, ma ciò che abbiamo visto ci ha soddisfatto molto e siamo curiosissimi di scoprire di più su tutte le novità che SEGA ha in serbo per noi: come sempre, ve ne parleremo ancora sulle nostre pagine, quindi non perdeteci d'occhio.

Pro

  • Il crossover continua ad essere un'idea geniale
  • Facile da imparare ed accessibile
  • La battaglia tecnica sembra molto interessante

Contro

  • Qualche dubbio sul bilanciamento complessivo