News 2 min

Sony annuncia PlayStation Studios

In vista di PlayStation 5, Sony ha presentato oggi PlayStation Studios, la nuova etichetta che radunerà gli studi first-party

Mentre siamo ancora in attesa di scoprire i dettagli su prezzo e design di PlayStation 5, Sony ha annunciato oggi PlayStation Studios – la nuova etichetta che racchiuderà gli studi first party che produrranno videogiochi esclusivi per la compagnia giapponese e per le sue piattaforme.

La notizia è stata accompagnata da un video introduttivo, che svela l’animazione iniziale che sarà mostrata nei titoli a firma PlayStation Studios. Potete vederla di seguito.

«Vi presentiamo PlayStation Studios, il nome tutto nuovo per tutti i vostri giochi preferiti esclusive su PlayStation» recita la nota che accompagna l’annuncio da parte di Sony.

Si tratta, in sintesi, del corrispondente di Xbox Game Studios di Microsoft, che raduna i team first-party della compagnia. Nel caso di Sony, come mostra l’animazione, parliamo di produttori come Naughty Dog (vengono infatti mostrati The Last of UsUncharted), Sony Santa Monica (God of War), Guerrilla Games (Horizon: Zero Dawn), Media Molecule (LittleBigPlanet) o Insomniac Games (Ratchet & Clank), solo per citare quelli che si sono visti nel video.

Questa animazione sarò presente in apertura ai giochi prodotti dagli studi, ha spiegato Eric Lempel, senior vice presidente e a capo del marketing globale di Sony Interactive Entertainment ai colleghi di GamesIndustry:

Avete appena visto l’asset animato che esisterà prima di tutto all’inizio del nostri giochi, ma sarà anche in tanti altri posti diversi. Ci sono animazioni diverse, anche più brevi, che esisteranno nei trailer, ad esempio, o nelle pubblicità. Saranno in diversi asset creativi, come nei dischi di gioco o nelle confezioni dei giochi che comprerete.

Oltretutto, la nuova etichetta che identifica gli studi di Sony non sarà riservata alla sola PS5, ma sarà sistemata anche sui giochi PS4. Non faremo in tempo, però, a vederla sulle scatole di The Last of Us – Part II o di Ghost of Tsushima, a causa dei tempi ristretti.

«Pensiamo sia un ottimo modo per fare assicurarci che i consumatori sappiano, se vedono questo logo, che hanno a che fare con uno dei giochi di qualità che sanno di potersi aspettare da noi. Questo brand oltretutto esisterà sia per i franchise già esistenti e molto noti, sia per quelli che dobbiamo ancora esplorare» ha aggiunto Lempel.

In queste ore, PlayStation 5 è stata anche protagonista, suo malgrado, di indiscrezioni: un annuncio di lavoro faceva infatti apertamente riferimento all’arrivo della console nel mese di ottobre, ma una successiva nota ufficiale da parte di Sony ha smentito l’informazione, declassandola a errore da parte del sito che ha riferito dell’annuncio.

L’uscita della console, quindi, rimane fissata per fine anno – nell’attesa di scoprire a quali giochi dei PlayStation Studios si accompagnerà.