News 2 min

Pirateria, amnistia Beautiful Desolation: “donate almeno un dollaro!”

Dal lancio di mercoledì ad oggi sono state 50.000 le copie del titolo piratate; soltanto 1.000 utenti sono stati rilevati nel gioco

Beautiful Desolation è un RPG isometrico vecchio stampo di cui vi abbiamo parlato proprio pochi giorni fa in un’approfondita recensione.

Il gioco ha attirato subito l’attenzione degli appassionati di giochi di ruolo old school, ma purtroppo non molti hanno speso soldi per acquistarlo, preferendo la strada, facile e illegale, della pirateria.

Secondo la stima di The Brotherood, dal lancio di mercoledì ad oggi sono state 50.000 le copie del titolo piratate; soltanto 1.000 utenti sono stati rilevati nel gioco, e questo vuol dire che soltanto un giocatore su cinquanta ha comprato Beautiful Desolation.

“Se avessimo queste vendite, saremmo il gioco più venduto su Steam questa settimana”, fanno sapere dal team di sviluppo, che ha lanciato un appello ai pirati.

“Per favore, se poteste supportare questo progetto – anche solo prendendo la colonna sonora – questo ci permetterebbe di gran lunga di fare altri giochi”.

“The Brotherood”, hanno aggiunto, “è letteralmente due ragazzi seduti in una stanza, che provano a competere con mega progetti e mega budget in questa grande industria. Dal profondo del nostro cuore, vi chiediamo di lanciare qualche dollaro se state giocando Beautiful Desolation e vi sta piacendo”.

Viene proposta una vera e propria “pirates’ amnesty”, un’amnistia per i pirati, con una pagina in cui “potete donare un dollaro o più. Non faremo domande – non vi contatteremo né abbiamo interesse a scoprire chi siete. Speriamo solo di portare progetti futuri ai fan dei nostri giochi, e abbiamo bisogno di tutte le risorse per renderlo possibile”.

Il post sul forum di Steam ha soltanto un paio di ore, per cui non possiamo ancora scoprire la bontà dell’iniziativa.

Di certo, fa rabbia leggere che un team appena entrato nel settore e capace di sfornare un titolo di questa qualità abbia bisogno di inventiva non soltanto nel design delle meccaniche di gioco ma anche per poter rimanere a galla di fronte a migliaia di utenti illeciti.