News 1 min

Monster Hunter Rise è davvero ben fatto, ecco perchè

RE Engine arriva anche su Switch

In occasione del recente evento Nintendo Direct Mini: Partner ShowcaseCapcom ha annunciato Monster Hunter Rise, nuovo capitolo della serie per Nintendo Switch in uscita il prossimo 26 marzo.

Nel titolo, i giocatori verranno trasportati nel variopinto villaggio di Kamura, sereno insediamento di montagna che offrirà loro un’esperienza culturale unica e tecniche e strumenti di caccia innovativi. Grazie all’impiego degli speciali insetti filo, i cacciatori saranno in grado di spingersi in ogni direzione, riuscendo così anche a scalare rupi e strutture altissime. Tutte le aree di combattimento disponibili all’interno delle mappe di gioco sono connesse tra loro senza soluzione di continuità, permettendo quindi l’esplorazione di vasti scenari verticali senza interruzioni dovute al caricamento.

La notevole qualità grafica ha portato gli utenti a chiedersi se Monster Hunter Rise utilizzasse il motore grafico proprietario RE Engine, che la software house nipponica ha impiegato in diversi altri titoli importanti come i remake di Resident Evil 2 e Resident Evil 3.

La risposta è arrivata direttamente da Socks, senior community manager di Capcom UK, il quale ha confermato su Twitter che il titolo usa proprio il noto RE Engine.

Ricordiamo che ulteriori dettagli inerenti al prodotto saranno diffusi in occasione dell’evento Tokyo Game Show 2020 Online.

Se volete entrare nel mondo Nintendo, potete portare a casa Nintendo Switch a un prezzo estremamente vantaggioso.