Rubriche 6 min

I migliori Arcade Stick | Febbraio 2021

Dopo avervi consigliato i migliori picchiaduro attualmente in circolazione, è giunto il momento del passo successivo, ossia pensare ad acquistare un arcade stick. Questi speciali controller sono un po’ un’emulazione dei classici dei cabinati presenti nelle sale giochi: questa tipologia di controller è infatti pensata specificamente proprio per i picchiaduro, che spesso hanno bisogno di manovre rapide e precise o della pressione di due o tre tasti in contemporanea, cose che i normali pad non sempre riescono a garantire, sia per la configurazione dei pulsanti che per la minor precisione della croce direzionale (lo stick analogico non è da prendere nemmeno in considerazione in questo caso).

Certamente non è necessario usare un arcade stick per prevalere – esistono infatti diversi pro player, visti anche nei tornei dei picchiaduro più famosi, che utilizzano dei normalissimi pad, ma è anche vero che sono una minoranza rispetto a quelli che utilizzano controller arcade più professionali.

Certo non bisogna pensare che sfruttando un arcade stick si diventi immediatamente dei campioni, specie se lo si utilizza per la prima volta: bisognerà abituarsi ai movimenti, molto diversi da quelli del pad, e allenarsi per imparare a essere precisi a seconda del titolo a cui si gioca. Per venirvi incontro, abbiamo pensato di consigliarvi una selezione dei migliori arcade stick per tutte le esigenze, tenendo a mente qualità, prezzo, dimensioni e molti altri fattori che ne determinano le performance.

I migliori arcade stick


Hori Fighting Stick Mini

L’ideale per iniziare

Arcade Stick Hori Mini

L’arcade stick Hori Fighting Stick Mini è l’ideale per chi vuole provare un controller arcade, ma non è ancora sicuro se investirvi cifre elevate. Questo modello ha dimensioni molto contenute, cosa che lo rende facile da portare in giro, inoltre è dotato di un cavo lungo ben 2,5 metri. Lo stick è equipaggiato di 8 pulsanti con joystick compatto e preciso nei movimenti, per garantire ottime performance. Il Fighting Stick Mini ha la licenza ufficiale di Sony ed è compatibile con PS5, PS3 e PC. Oltre agli 8 pulsanti di base, ha anche i pulsanti PS, Options e Share per chi gioca su console Sony.

» Clicca qui per acquistare Hori Fighting Stick Mini


Mayflash F300 Arcade Fight Stick

Economico e compatibile con tutto

Arcade Stick Mayflash

Un altro arcade stick raccomandato per i neofiti è il Mayflash F300, consigliabile anche per la sua compatibilità con PlayStation 4 e PlayStation 3, Xbox One e Xbox 360, PC, Switch e anche console di nuova generazione. Questo Arcade Stick ha componenti, come stick e pulsanti, modificabili per chi volesse personalizzarlo o migliorarne le diverse parti. È inoltre dotato di funzionalità Turbo, con differenti velocità per la pressione dei pulsanti e la possibilità di fare in modo che il joystick si comporti come un D-Pad o uno stick analogico. L’unica cosa da tenere a mente è che, perché questo stick funzioni su una PS4 o su Xbox One, è necessario che in contemporanea sia collegato anche un controller PS4 o Xbox One.

» Clicca qui per acquistare Mayflash F300


Razer Panthera Evo e Razer Atrox

I top di gamma Razer

Arcade Stick PAnthera

Passando a degli arcade stick pensati appositamente per i grandi tornei e per i pro player, abbiamo due prodotti di casa Razer, da sempre pronta a creare accessori per i giocatori di tutto il mondo. Il Razer Panthera è pensato per PS4, ma è compatibile anche con PC e PS5, mentre il Razer Atrox è l’equivalente per Xbox One, ma anch’esso è compatibile con PC e Xbox Series X/S. Entrambi sono dotati dei tasti meccanici Razer, che si avvalgono della stessa tecnologia delle tastiere meccaniche per gamer così da aumentare la velocità e la precisione della pressione. Lo stick è invece prodotto da Sanwa, azienda numero uno quando si parla della creazione di componenti per gli arcade stick. Entrambi gli stick hanno uno scomparto interno per custodirvi gli accessori e sono facilmente modificabili. Inoltre c’è la possibilità di poter collegare delle cuffie analogiche tramite un jack da 3,5 mm.

» Clicca qui per acquistare Razer Panthera
» Clicca qui per acquistare Razer Atrox


Nacon Daija

Il controller arcade professionale di Nacon

Arcade Stick Nacon Daija

Un altro arcade stick molto professionale è quello proposto da Nacon. Anche questo modello è realizzato con componenti Sanwa per garantire la massima qualità ai giocatori. Il Nacon Daija è compatibile con PS4, PC e anche PS5 ed è dotato di un ingresso da 3,5 mm per le cuffie. Questo modello presenta anche moltissime opzioni di personalizzazione, infatti è possibile sostituire sia i tasti che lo stick con delle componenti compatibili e si può persino rimuovere la cover per inserirne una personalizzata in modo che si adatti al proprio stile.

» Clicca qui per acquistare Nacon Daija


Hori Fighting Stick Real Arcade Pro V Hayabusa

Il controller arcade per chi gioca su Nintendo Switch

Arcade Stick Hori Rap V

Un altro arcade stick di Hori, stavolta realizzato specificamente per essere compatibile con Switch, avendo la licenza ufficiale di Nintendo, anche se può essere utilizzato anche su PC tramite l’utilizzo di Xinput.  L’Hori Hayabusa Pro RAP V è dotato di ottime componenti che garantiscono precisione e controllo unici in qualsiasi picchiaduro grazie all’utilizzo della tecnologia Hayabusa brevettata da Hori per i suoi stick. Il prodotto è anche dotato di un cavo lungo 3 metri, riponibile in uno scompartimento posteriore, e volendo è anche possibile modificare le componenti. Il controller arcade è anche piuttosto compatto e leggero con le sue dimensioni di 46.6 x 28.4 x 14.4 cm, cosa che lo rende anche facile da trasportare.

» Clicca qui per acquistare Hori Hayabusa Pro RAP V


Come scegliere un arcade stick

Tipologia

La prima cosa di cui tenere conto quando si deve scegliere un arcade stick è la sua tipologia, da valutare in base alle vostre esigenze. Se siete interessati a un controller arcade per curiosità, senza voler aspirare a diventare dei maestri indiscussi delle combo, allora potete prediligere un modello che non badi troppo all’avere tasti e stick di prima qualità. In questo caso non ve ne serve nemmeno uno completamente personalizzabile, dato che questa tipologia è pensata per un pubblico di esperti.

La situazione cambia se mirate a diventare competitivi in un determinato gioco; in questo caso è consigliabile informarsi sulle prestazioni dei tasti e dello stick specialmente per quanto riguarda la precisione dei comandi. In base al titolo a cui volete giocare potreste anche essere interessati ad alcune funzioni extra come la modalità Turbo, adatta a titoli in cui è richiesta la pressione continua di uno o più pulsanti, oppure la possibilità di configurare i pulsanti in modo da impostare un “lock” su alcuni così che non funzionino se premuti per sbaglio.

Pulsanti e leve

Il fulcro di ogni arcade stick è composto fondamentalmente da leve e pulsanti. Le leve sono di solito di due tipologie: a sfera o allungata. La maggior parte degli stick solitamente presenta una sorta di sfera all’estremità per permettere di avere una presa più solida, ma nulla impedisce di cambiarli, se preferite un altro modello, a patto che ne compriate uno personalizzabile.

I pulsanti invece possono essere da 8 o 6 in base ai modelli, ma è consigliabile, specialmente per i picchiaduro moderni, avere 8 tasti, in modo da poterli personalizzare con comandi più complessi di quelli base così da premere un solo tasto invece di due o tre alla volta. Il vantaggio degli arcade stick sui pad è quello di avere tutti i tasti su un’unica plancia, in modo da rendere certi comandi più immediati e meno scomodi da attuare rispetto ai tasti dorsali di un pad classico. State attenti anche alla configurazione dei tasti sulla plancia, solitamente allineati in file dritte e parallele, ma a volte disposti in maniera più distanziata con un effetto a curva. Scegliete in base a come vi trovate più comodi valutando anche la distanza tra un tasto e un altro.

Gli Arcade Stick più professionali possono essere personalizzati con leve e pulsanti comprati a parte.

Infine, se siete degli esperti e amate smanettare con le varie componenti, potreste decidere di personalizzare il vostro arcade stick con leve e pulsanti comprati a parte. Attualmente Sanwa è l’azienda di riferimento per chi vuole acquistare parti personalizzate, grazie alle tante tipologie di pulsanti e stick tra cui scegliere. La varietà di questi pezzi è legata alla qualità di ogni parte, che solitamente migliora il movimento della leva rendendola più leggera e rende più reattivi i pulsanti, ma in fondo la personalizzazione va soprattutto a gusto personale, dato che c’è chi magari predilige una leva con movimento ottagonale o a cerchio, oppure tasti meccanici o più leggeri. La personalizzazione va perciò valutata prima in base all’esperienza accumulata nell’utilizzo di questi speciali controller.

Dimensioni

Gli arcade stick professionali hanno dimensioni piuttosto consistenti e potrebbero risultare ingombranti a chi non è abituato a utilizzarli e soprattutto a chi non ha molto spazio in casa. Solitamente sono comunque molto stabili e se non avete un punto su cui appoggiarli mentre giocate potrete anche tenerli sulle ginocchia, anche se questa scelta potrebbe risultare scomoda ad alcuni. In alternativa ci sono stick molto più compatti e leggeri che sono anche più comodi da portare in giro, anche se solitamente non hanno opzioni di personalizzazione e sono più indicati per i neofiti.

Compatibilità

Verificate sempre che l’arcade stick che vi interessa sia compatibile con la vostra piattaforma di gioco. Molti stick ultimamente si stanno aprendo a una maggiore compatibilità con molteplici piattaforme, anche se spesso soltanto verso una sola tipologia di console, come quelle Sony o Microsoft. In effetti è difficile trovare controller arcade compatibili universalmente. Per fortuna la maggior parte è pienamente compatibile con i PC, indipendentemente dalla console a cui sono destinati.

Se cercate un arcade stick per PlayStation 5 o Xbox Series X/S, allora, secondo quanto detto da Sony e Microsoft, tutti i dispositivi creati ufficialmente da terze parti dovrebbero essere compatibili. In pratica se puntate un arcade stick realizzato appositamente per PS4 o Xbox One, allora dovrebbe funzionare anche sulle console successive, ma quel “dovrebbero” fa sempre pensare che è meglio essere sicuri e informarsi per bene, magari leggendo i commenti o le recensioni di altri utenti che hanno fatto l’acquisto, prima di comprare a occhi chiusi.