News 2 min

League of Legends è del tutto in balia degli hacker che chiedono il riscatto

Riot Games ha subito il furto del codice sorgente di League of Legends, con gli hacker che stanno chiedendo addirittura il riscatto.

League of Legends è stato vittima di un attacco hacker devastante, dal quale ne é emerso il codice sorgente che Riot Games sta cercando di riprendere.

La piattaforma originale di Riot Games che ha catalizzato l’attenzione dei giocatori e dei loro acquisti (tramite i Riot Points acquistabili su Amazon) ora è in serio pericolo così come lo sono i suoi utenti.

Un comportamento, quello degli attacchi hacker, che sembra una costante per i videogiochi più celebri, come è successo per Overwatch 2.

E mentre c’è chi riesce anche ad attirare qualcosa di buono da questi attacchi, Riot Games ora non se la sta vedendo per niente bene.

Un hacker sta cercando di incassare un riscatto dopo aver acquisito il codice sorgente per League of Legends, Teamfight Tactics e la piattaforma anticheat (ad aggiungere del surreale) dell’azienda.

La comunicazione è arrivata direttamente da Riot Games su Twitter, che ha raccontato tutti i retroscena della storia.

Riot Games al momento ha rifiutato di pagare il riscatto dopo l’attacco, in quella che è stata definita come una truffa di ingegneria sociale, ai danni di League of Legends.

Contestualmente sono stati bloccati tutti gli aggiornamenti di contenuti per tutti i videogiochi legati alla piattaforma, mentre i team tecnici lavorano per proteggere il sistema.

Riot Games prevede che League of Legends potrà tornare alla normalità nel corso della settimana, con gli aggiornamenti più importanti che torneranno ad essere pubblicati con regolarità.

Al momento sembra che nessun dato o informazione personale dei giocatori sia stata compromessa nel corso dell’attacco hacker. Il codice sorgente, invece, conteneva delle funzionalità sperimentali, dei prototipi, che non erano pronti per essere resi pubblici.

Ovviamente la speranza è che il possesso del codice sorgente non faccia nascere dei nuovi cheat in grado di compromettere l’esperienza dei giocatori, ma il rischio è molto alto.

Un periodo decisamente complesso per Riot Games, che giusto di recente si è ritrovata a licenziare molti suoi dipendenti.

Con questo attacco di mezzo che, per complessità e danni, è secondo solo a quello devastante di GTA 6.