Il meglio fuori casa: Gennaio 2020 – Rubrica

Il punto sui giochi on the go imperdibili di gennaio 2020

Rubrica
A cura di Gianluca Arena - 3 Febbraio 2020 - 8:07

Come da tradizione, l’inizio dell’anno è stato un po’ pigro, come se il 2020 si comportasse come tutti noi al lunedì mattina: pochi titoli e nessuno di questi veramente memorabile.
Eppure, per il nuovo appuntamento con Il meglio del fuori casa di gennaio 2020, siamo riusciti a mettere insieme quattro candidati molto differenti tra loro, ma tutti meritevoli quantomeno di una possibilità.
Saltate tutti in carrozza!

Tokyo Mirage Sessions #FE Encore

Nel processo di ripescaggio di titoli meritevoli dalla ricca ludoteca della sfortunata console Wii U, Nintendo ha riportato a galla un relitto relativamente recente (in fondo, ha meno di quattro anni sulle spalle) ma oscuro alle masse, almeno stando ai dati di vendita.
Tokyo Mirage Sessions #FE Encore è la versione riveduta, corretta e potenziata (ma non troppo) di quello che è da molti considerato uno dei tre migliori giochi di ruolo pubblicati per la scorsa ammiraglia Nintendo.

tokyo mirage sessions fe encore

Purtroppo, oltre che dalla scarsa diffusione della console ospite, il titolo fu danneggiato anche dall’arrivo abbastanza tardivo sul mercato, quando Switch era già all’orizzonte e la grande N sembrava aver gettato la spugna per quanto concerneva i destini della sua macchina.
Nondimeno, si tratta di un gioco di ruolo a turni di grande spessore, assai più affine alla serie Persona di quanto il titolo non lasci credere: ambientazione, personaggi e motivazione rimangono peculiari ancora oggi, visto che nessun altro gioco sembra averli esplorati, e le meccaniche di gioco sono invecchiate benissimo, ponendolo al vertice della categoria anche su una console dove la concorrenza davvero non manca.
Farci quantomeno un pensierino diventa un obbligo morale per quanti se lo fossero perso ai tempi della prima pubblicazione.

Alien Isolation

Da più parti considerato (e a ragion veduta, a parere di chi scrive) tanto uno degli horror migliori degli ultimi anni quanto uno dei titoli su licenza realizzati con maggior cura, Alien Isolation è sbarcato anche su Nintendo Switch nel corso del mese, venendo premiato dal nostro Marcello con un ottimo voto.

Il meglio fuori casa: Gennaio 2020 – Rubrica

La tensione continua e il senso di essere perennemente braccati rappresentano due degli elementi chiave del titolo, amplificati non poco dalla possibilità di giocare in modalità portatile, magari con un bel paio di auricolari e una stanza buia come contorno. Il port per la console ibrida della grande N è di eccellente qualità, tanto da far dichiarare ai guru di Digital Foundry che si tratti di una versione finanche migliore di quella per PS4, in quanto ad aliasing e frame rate.
Se a questo si aggiungono la presenza di tutti i contenuti scaricabili rilasciati nei mesi successivi al lancio ed il prezzo leggermente ribassato, ecco che questa diventa immediatamente la versione da prendere in senso assoluto.
Peccato che, al momento, manchi un’edizione fisica, ma potete fiondarvi su eShop per scaricare il file e farvela sotto.

SaGa Scarlet Grace Ambitions

Abbiamo aperto la rassegna di questo mese con un titolo sottovalutato come Tokyo Mirage Sessions, la cui principale colpa è stata la pubblicazione su una console sfortunata a livello commerciale. E quale console può fregiarsi di questo titolo più di Playstation Vita, una delle più sottovalutate macchine degli ultimi anni?

SaGa Scarlet Grace Ambitions rischiava di rimanere bloccato in un limbo di anonimato, e invece, grazie al buon successo del secondo episodio di Romancing SaGa, si è guadagnato una pubblicazione occidentale anche su Switch, PS4 e PC, chiaro segno della rinnovata fiducia di mamma Square Enix nei confronti di un brand troppo spesso dimenticato.

Il meglio fuori casa: Gennaio 2020 – Rubrica

Qui, in tutta onestà, non siamo ai livelli del secondo e terzo capitolo della serie madre, decisamente più coesi in termini tanto ludici quanto narrativi, ma parliamo comunque di un gioco di ruolo diverso dal solito, che porta in dote una serie di buone idee, sebbene non tutte realizzate al meglio.
Se gli elementi che vi interessano maggiormente in un titolo giapponese a turni sono il sistema di combattimento e la non-linearità dell’esperienza, allora SaGa Scarlet Grace Ambitions potrebbe davvero regalarvi una buon numero di ore di divertimento a un costo tutt’altro che proibitivo, a patto di accettare qualche picco di difficoltà e una certa ripetitività di fondo.

Hearthstone – La Discesa dei Draghi

Chiudiamo la rassegna di questo mese con l’ultima espansione del card game online di Blizzard, che prosegue nel solco tracciato dalle precedenti due, che hanno segnato una vera e propria rinascita per il titolo, dopo un 2018 non felicissimo.
Oltre a centoquaranta nuove carte (tra le quali ci sono, nemmeno a dirlo, un sacco di draghi, tra inediti e rivisitazioni), l’espansione ha portato in dote nuove meccaniche e nuovi modi di interpretare il metagame, soddisfacendoci in pieno, a parte oggettivi problemi di bilanciamento.

Il meglio fuori casa: Gennaio 2020 – Rubrica

La classe dello sciamano, infatti, già estremamente potente di suo, sembra aver tratto ulteriormente beneficio da molte delle carte della nuova espansione, diventando ancora più devastante. Al di là di queste problematiche, comunque risolvibili in un secondo momento con patch apposite, l’arrivo di una nuova avventura in single player, che stiamo giocando per voi proprio in questi giorni, chiude un cerchio che può essere valutato in maniera positiva, così da guardare con fiducia a questo 2020.

Dobbiamo ammettere che questo 2020, tra rinvii e uscite rade, non è iniziato nel migliore dei modi: siamo d’altronde dinanzi ad un anno di transizione, che porterà in dote la nuova generazione di console. Nondimeno, chi ama giocare in portabilità questo mese può scegliere tra il raffinato combat system di Tokyo Mirage #FE Encore, quello diverso ma non meno valido di SaGa Scarlet Grace Ambitions, i brividi che un titolo come Alien Isolation sa regalare e, last but not least, la consueta dose di strategia ed umorismo (e parolacce!) che Hearthstone regala ormai da circa sei anni.

Ci aspetta un febbraio decisamente più affollato, ma per adesso questo passa il convento: se avete, come noi, un backlog smisurato, potrebbe essere un buon momento per smaltirne almeno una piccola parte.




TAG: il meglio fuori casa

OffertaBestseller No. 1