Il finale di Bran Stark in Game of Thrones deciso da George R. R. Martin

L'attore che ha interpretato Bran rivela che il suo finale è stato opera di George R. R. Martin

NEWS SERIE TV
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 31 Maggio 2019 - 12:36

Il 20 maggio italiano è andato in onda l’episodio finale di Game of Thrones – Il Trono di Spade, dalle nostre parti – lasciando tutti i fan con un grande interrogativo: le cose finiranno allo stesso modo anche nei romanzi? Lo scrittore George R. R. Martin non ha fatto che gettare benzina sul fuoco, facendo sapere che andranno «sì e no» allo stesso modo – il che suggerirebbe che ci arriveremo in modo un po’ diverso e più approfondito, ma probabilmente andremo incontro agli stessi destini.

Sicuramente, uno dei protagonisti avrà lo stesso identico finale.

Attenzione! L’articolo che segue contiene SPOILER dal finale di Game of Thrones. Se non avete visto l’episodio finale, vi raccomandiamo di abbandonare la lettura.

Il finale di Bran Stark in Game of Thrones deciso da George R. R. Martin

SPOILER

Il personaggio in questione è Bran Stark, ultimo erede maschio di casa Stark, che al termine delle vicende, per le sue doti da Corvo a Tre Occhi che lo rendono saggio, algido ed equilibrato, è stato eletto nuovo Re di Westeros.

Il colpo di scena, ha rivelato l’attore Isaac Hempstead-Wright, è arrivato direttamente da George R. R. Martin. Per i romanzi che mancano alla fine della sua epopea (The Winds of WinterA Dream of Spring), lo scrittore ha in piano due colpi di scena per Bran: il primo è quello relativo a Hodor già visto anni fa nella serie TV, il secondo è proprio la sua ascesa a Re del continente occidentale.

L’attore ha spiegato:

David Benioff e D. B. Weiss (gli showrunner, ndr) mi avevano già detto che George R. R. Martin aveva pronte due cose per Bran, ossia la rivelazione legata a Hodor e il fatto che proprio Bran sarebbe stato nominato Re.

Aspettiamoci, quindi, nei romanzi una salita al potere di Re Brandon I Lo Spezzato – il che ci suggerisce molto anche del destino degli altri personaggi: senza una sua caduta, come avvenuto nella serie TV, è a dir poco difficile immaginare che qualcuno che non sia lei stessa potrebbe sedersi sul trono al posto di Daenerys Targaryen. Isaac Hempstead-Wright, insomma, ci ha detto più di quanto non creda, confermando questo colpo di scena all’interno dei romanzi.

Fonte: Making of Game of Thrones




TAG: game of thrones, george r. r. martin, il trono di spade