News 1 min

GameStop chiude i negozi in California

Una scelta importante.

Iera sera, il colosso GameStop ha reso noto di aver comunicato a tutti i suoi negozi negli USA di rimanere aperti anche in caso di blocchi statali (atti a proteggere la popolazione dalla pandemia di coronavirus che sta funestando il mondo intero).

Stando all’azienda, si tratterebbe infatti di “vendita al dettaglio essenziale”, alla stregua quindi di negozi di generi alimentari e farmacie (ossia i beni primari).

Ora, un piccolo dietrofront: GameStop ha infatti deciso che i suoi punti vendita in California saranno chiusi, come confermato a Kotaku.

gamestop

«Stiamo chiudendo i nostri negozi in California» ha comunicato la società. «La chiusura rimarrà in vigore fino a nuovo avviso quando avremo ulteriori informazioni dall’ufficio del governatore della California.»

Ricordiamo a rigor di cronaca che la California è uno dei pochi stati del paese ad aver messo in atto una politica di blocco completo e dichiarato di chiudere le attività non essenziali.

Ancora non è chiaro se i negozi a New York o in Pennsylvania seguiranno l’esempio californiano.

Ricordiamo in ogni caso che GameStop ha informato della chiusura dei suoi negozi su tutto il territorio italiano, sempre a causa della pandemia del nuovo coronavirus.

Fonte: Kotaku