Emmy 2019: vincono Game of Thrones e Chernobyl

Game of Thrones si congeda con 12 statuette: è la produzione più premiata agli Emmy 2019, ma c'è tanta gloria anche per Chernobyl

NEWS SERIE TV
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 23 Settembre 2019 - 12:21

Grandi soddisfazioni per HBO, dalla cerimonia di gala degli Emmy Awards 2019 che si è tenuta nelle scorse ore. Con 12 statuette tra questa serata e i Creative Arts Emmy Awards della scorsa settimana, il suo Game of Thrones ha infatti segnato il record della stagione televisiva, rivelandosi come la produzione più premiata in assoluto. Lo insegue Chernobyl, con la mini-serie di casa HBO che si porta a casa ben 10 riconoscimenti.

Il Trono di Spade, come è noto Game of Thrones in Italia, ha portato a casa ieri i premi per Miglior attore non protagonista con Peter Dinklage (Tyrion Lannister), mentre non ha visto venire premiati i suoi attori in tutte le altre categorie. Ha invece trionfato nella più ambita, Miglior serie drammatica, con una premiazione che ha consentito a tutto il cast e a molti degli addetti ai lavori (compreso George R. R. Martin) di salire sul palco a raccogliere l’applauso per il fenomeno culturale che sono stati in grado di smuovere.

Emmy 2019: vincono Game of Thrones e Chernobyl

Tanti applausi anche per Chernobyl, appunto, premiato come miglior mini-serie, mentre il premio di Miglior commedia viene portato a casa da Fleabag. Di seguito, i vincitori nelle diverse categorie.

  • Miglior commedia: Fleabag
  • Miglior serie drammatica: Game of Thrones
  • Miglior mini-serie: Chernobyl
  • Miglior attrice in una commedia: Phoebe Waller-Bridge, Fleabag
  • Miglior attore in una commedia: Bill Hader, Barry
  • Miglior attrice in serie drammatica: Jodie Comer, Killing Eve
  • Miglior attore in serie drammatica: Billy Porter, Pose
  • Miglior attrice in una mini-serie: Michelle Williams, Fosse/Verdon
  • Miglior attore in una mini-serie: Jharrel Jerome, When They See Us
  • Miglior attrice non protagonista in una commedia: Alex Borstein, The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attore non protagonista in una commedia: Tony Shalhoub, The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Julia Garner, Ozark
  • Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Peter Dinklage, Game of Thrones
  • Miglior attrice non protagonista in una mini-serie: Patricia Arquette, The Act
  • Miglior attore non protagonista in una mini-serie: Ben Whishaw, A Very English Scandal
  • Miglior film per la TV: Bandersnatch
  • Miglior scrittura per una serie drammatica: Jesse Armstrong per “Succession” (Nobody is ever missing)
  • Miglior scrittura per una mini-serie: Craig Mazin per Chernobyl
  • Miglior regia per una commedia: Harry Bradbeer, Fleabag, episodio 1
  • Miglior regia per una serie drammatica: Jason Bateman, Ozark (Reparations)
  • Miglior regia per una mini-serie: Johan Renck, Chernobyl

Fonte: Emmys




TAG: Chernobyl, Emmy Awards 2019, game of thrones