News 2 min

Embracer Group acquisisce 13 studi, tra cui il suo secondo team italiano

L'etichetta indipendente della serie RedOut entra nella famiglia di Saber Interactive

Embracer Group, la compagnia cui fanno capo THQ Nordic, Koch Media/Deep Silver e Saber Interactive, ha acquisito 13 nuovi studi, tra cui spicca il suo secondo team italiano dopo l’operazione legata a Milestone annunciata soltanto pochi mesi fa.

Il gruppo sempre crescente ci ha abituato ormai a queste manovre fiume, in cui ufficializza di tanto in tanto ondate di acquisti i cui frutti, si spera, si vedranno nel giro di qualche anno.

I nuovi team acquisiti comprendono Zen Studios (Operencia Stolen Sun) e Flying Wild Hog (Shadow Warrior), ma non solo.

A spiccare per quanto ci riguarda è il nome di 34BigThings, l’etichetta di RedOut, studio italiano con sede a Torino. L’operazione si è chiusa per una cifra non rivelata.

Questo l’elenco di tutte le realtà che entrano da oggi a far parte del gruppo, con tra parentesi l’etichetta cui faranno riferimento:

  • A Thinking Ape Entertainment (DECA Games)
  • Zen Studios (Saber Interactive)
  • Snapshot Games (Saber Interactive)
  • Nimble Giant Entertainment (Saber Interactive)
  • 34BigThings (Saber Interactive)
  • Mad Head Games (Saber Interactive)
  • Sandbox Strategies LLC (Saber Interactive)
  • Purple Lamp Studios (THQ Nordic)
  • IUGO Mobile Entertainment (DECA Games)
  • Quantic Lab(Embracer Group)
  • Coffee Stain North (Coffee Stain Publishing)
  • Silent Games Ltd (Amplifier)
  • Flying Wild Hog (Koch Media)

Per ora, Embracer Group appare più una grossa e intricata scatola cinese ma, come suggerivamo in alto, presto o tardi i nodi verranno al pettine e capiremo qualcosa in più delle intenzioni della gigantesca compagnia.

Soltanto ad agosto erano stati assoldati ben otto nuovi team, tra cui quello di Metro Exodus – 4A Games.

A febbraio era toccata a Saber Interactive, sviluppatore e publisher di giochi come SnowRunner, World War Z e The Witcher 3 Wild Hunt su Nintendo Switch.

Alla fine del 2019 era stata invece la volta di Tarsier Studios, il team di sviluppo dietro la serie Little Nightmares.

In precedenza, altre etichette erano state acquisite, tra cui la software house di Kingdom Come Deliverance, Warhorse Studios, e quella di Darksiders III e Remnant From The Ashes, Gunfire Games.

Se siete in vena di grandi giochi di ruolo, The Witcher 3 Wild Hunt per Nintendo Switch è lì che vi aspetta – anche in portabilità