RECENSIONE EARLY ACCESS 5 min

Disney Dreamlight Valley | Recensione – Me ne vado a pesca con Pippo

Attingendo all'anima di Animal Crossing, in questo lancio Disney Dreamlight Valley è un'esperienza divertente su cui si spendono tante ore senza fatica. Il futuro, però, rimane da scrivere.

Non molto tempo fa, vi abbiamo raccontato la nostra prima esperienza in Disney Dreamlight Valley, il curioso life simulator a metà tra The Sims e Animal Crossing.

Disney Dreamlight Valley

Piattaforma:
PC, PS4, PS5, SWITCH, XONE, XSX
Genere:
avventura, simulazione
Data di uscita:
6 Settembre 2022
Sviluppatore:
Gameloft
Distributore:
Gameloft

Il nuovo titolo di casa Gameloft si dimostra perfetto per tutti gli amanti del mondo Disney e non solo. È un connubio di relax e intrattenimento, uno di quei giochi su cui potresti passare ore e ore senza rendertene conto – soprattutto se giocato su una console portatile. Ebbene sì, perché se la nostra prima prova è stata fatta su PC, questa nuova recensione si sviluppa, invece, sulla versione Nintendo Switch: stesse caratteristiche, stesse avventure, stessa narrativa.

Dreamlight Valley è infatti disponibile su PC, PlayStation 4 e PS5, Xbox One e Series X/S (anche su Game Pass) e Nintendo Switch. Dunque, se siete interessati a conoscerne qualche dettaglio, seguiteci nella nostra recensione: vi porteremo all’interno del mondo che tanto ci ha fatto emozionare sin da bambini.

Disney Dreamlight Valley sempre a portata di mano

L’uscita di Disney Dreamlight Valley anche su Nintendo Switch è degna di menzione. Questo perché, se è vero che l’avventura è immersiva su PC, sulla console portatile lo è ancora di più. Poterci giocare in qualunque posto del pianeta rende il titolo quasi a rischio dipendenza. È difficile staccarsi da un mondo così rilassante che è alla continua ricerca del nostro aiuto.

All’interno del titolo potremo creare il nostro avatar virtuale, completamente circondati dai più famosi personaggi dell’animazione. Un vasto mondo da esplorare, tante avventure da affrontare e tanti misteri da svelare. Tutto questo nella più completa libertà.

Potremo, infatti, vivere l’avventura con i nostri ritmi e con la massima personalizzazione della propria vita. Non solo avremo modo di creare il nostro alter ego, ma potremo arredare anche tutto ciò che lo circonda a nostro piacimento. Potremo ampliare e abbellire la nostra abitazione, coltivare la terra e abbellirne l’esterno.

Non mancherà, naturalmente, una narrativa di base che renderà la nostra avventura ancora più piacevole e interessante.

Oltre a occuparci della nostra vita quotidiana, dovremo anche fermare le spine dell’Oblio che stanno cercando di distruggere il nostro amato mondo animato. Tra le nostre attività giornaliere, ci sarà quella di eliminare pian piano queste spine, al fine di concedere nuovamente gioia e prosperità al regno Disney.

Oltre a questo, però, non dovremo dimenticarci di tutto ciò che ci circonda: sarà nostra cura piantare semi, innaffiarli, raccoglierne i frutti. Pescare diventerà una delle azioni più ricercate della giornata, ma non solo.

Scaveremo molte buche per dissotterrare interessanti tesori, spaccheremo le rocce alla ricerca dei minerali più preziosi e amplieremo il nostro ricettario per cucinare gustosi pasti. Semplicità, pazienza e determinazione sono le parole chiave in Disney Dreamlight Valley, che non fa nulla per non ricordare Animal Crossing. E in un certo senso va bene così.

A pesca con Pippo, come da titolo

Tanti mondi e tante avventure ci aspettano

Sebbene ci siano molte analogie tra Disney Dreamlight Valley e altri giochi del suo genere, non abbiamo fatto alcuna fatica a spendere le nostre ore in sua compagnia. Il titolo presenta i più classici aspetti di un life simulator, sebbene tenga sempre alta l’attenzione.

Oltre alla possibilità di realizzare la propria vita, il gioco ci mette nelle condizioni di seguire una narrativa grazie all’acquisizione di piccoli achievement. La trama in background, infatti, non è troppo invasiva, ma neppure futile. Saremo chiamati a completare alcune attività che, non solo ci daranno uno scopo, ma ci consentiranno di ampliare maggiormente i nostri item.

Le missioni principali si focalizzano sull’aiuto dei diversi personaggi presenti all’interno del mondo di gioco: si tratta, in realtà, di azioni abbastanza semplici che ci faranno ottenere diverse ricompense. Dovremo, per esempio, aiutare Topolino a creare una ricetta per la sua amata o seguire Pippo nelle sessioni di pesca.

Sebbene non si tratti di compiti troppo difficili, questi ci permetteranno sia di tenere vivo l’interesse, sia di visitare tanti nuovi luoghi. Le aree non sono troppo estese, eppure sono curate nei dettagli, il che le rende ben riconoscibili agli occhi degli utenti. Ognuna presenta suoni, colori e biomi differenti, impossibile non farci caso.

Ciascuno di questi regni sarà accessibile al raggiungimento di un particolare obiettivo. Al momento, non sono presenti tantissime aree di gioco, ma, trattandosi di un titolo che (almeno su PC) viene sottolineato come in Early Access, siamo sicuri che ne saranno introdotti molti altri nel corso del tempo. In ogni caso, ognuno di questi ci permette di ottenere nuove ricette e nuovi accessori.

Anche le missioni risultano interessanti soprattutto perché sono i nostri amati personaggi Disney a chiedere aiuto. Merlino, Topolino, Pippo, ma anche WALL-E e tanti altri popolano una cornice che colpisce nel segno, quando si tratta di rievocare ricordi d’infanzia e nostalgia.

Possiamo avere anche piccoli animaletti con noi

Ci vogliono calma e pazienza

Sbloccare tutti i luoghi di Disney Dreamlight Valley richiede davvero molta pazienza. Per poter entrare nelle varie aree di gioco, infatti, dovremo raggiungere determinati requisiti, come raccogliere una determinata quantità di risorse, oppure piantare un certo numeri di semi o vendere una certa quantità di frutta e verdura. Si tratta di attività molto semplici che non avranno una scadenza, potranno essere completate tranquillamente nel corso della narrazione.

Questa routine di azioni sarà proprio quello che continuerà a tenerci incollati allo schermo, ora dopo ora, giorno dopo giorno. Il completamento di queste attività ci farà guadagnare la valuta in game Dreamlight, grazie alla quale potremo sbloccare tutte le nuove aree di gioco.

Per poter portare a compimento ogni azione, avremo bisogno di energia. Durante le nostre sessioni avremo a disposizione una barra che si consumerà ogni volta che compiremo un movimento particolare, come la rimozione delle spine o la pesca.

Una volta terminata questa sorta di stamina, potremo ricaricarla mangiando, oppure rientrando in casa. Per il momento, non sembra che questa barra possa rimanere compromessa in maniera definitiva, ma non abbiamo idea di quello che potrebbe accadere in futuro.

Una casa da migliorare di giorno in giorno

Disney Dreamlight Valley è un particolare free-to-play

La versione finale di Disney Dreamlight Valley sarà free-to-play su tutte le piattaforme. Al momento, però, se volete giocare l’Early Access, dovrete acquistarlo oppure giocarlo attraverso il pagamento di Game Pass (che potete trovare in offerta su Amazon). Questo è, di sicuro, l’aspetto che meno ci rassicura del titolo.

Il fatto che ci sia una iniziale fase a pagamento ha senso per lo sviluppo del gioco finale, ma potrebbe far storcere il naso al momento della sua in maniera gratuita. La promessa della release gratis potrebbe far intendere che si possa trasformare in un pay-to-play. Potrebbero, quindi, aprirsi differenti scenari, tra cui il pagamento per azioni semplici, come la ricarica dell’energia.

Purtroppo, al momento, non sappiamo come potrebbe evolversi o quale sia l’intenzione finale. Quello che possiamo dire è che, allo stato attuale, si tratta di un gioco più che divertente e da cui risulta difficile (e triste!) staccarsi. Ci sono tanti mondi da esplorare, tanti item da sbloccare, tante storie da scoprire e la formula, semplicemente, funziona.

Senza sbilanciarci troppo dal punto di vista tecnico, vogliamo analizzarne qualche dettaglio. Rispetto alla versione PC, infatti, quella per Nintendo Switch soffre di qualche lacuna. Non si tratta di problematiche tanto estese da comprometterne la giocabilità, ma è bene segnalarle. In alcune occasioni, infatti, abbiamo assistito a qualche calo di frame rate, a qualche ritardo nelle azioni e a tempi di caricamento abbastanza lunghi.

Inoltre, e questo è capitato anche sulla versione PC, in alcuni momenti, non siamo riusciti a ottenere alcuni item che avevamo sbloccato. Essendo una versione Early Accessè normale che non sia perfetta, ma speriamo che questi errori vengano corretti il prima possibile, per evitare che possano, in futuro, compromettere realmente l’esperienza di gioco.

Versione recensita: Nintendo Switch

Disney Dreamlight Valley

Piattaforme: pc, ps4, ps5, switch, xone, xsx
Allo stato attuale, Disney Dreamlight Valley è una fantastica esperienza, che regala degli ottimi momenti di gameplay. Si tratta di un life simulator più che coinvolgente, che offre molti contenuti e tanto da esplorare. Al netto di qualche imperfezione tecnica, è soprattutto un titolo rilassante: giocare ore e ore senza stancarsi è davvero molto facile. Naturalmente, essendo un gioco ancora in Early Access, presenta qualche limitazione nei contenuti, ma è una grande partenza. Quello che, però, ci preoccupa è il suo futuro; il rischio che si trasformi in un pay-to-play è alto e questo potrebbe compromettere l'esperienza soprattutto di coloro che lo acquisteranno in questa versione anticipata.

Pro

  • Tanti personaggi da aiutare e tante storie da vivere
  • Mondi da esplorare ben curati e differenti
  • Un'avventura che diverte grandi e piccini

Contro

  • Qualche imperfezione tecnica, in particolare su Switch