Creatore di Oculus Rift risponde alle critiche e promette che l’azienda non cambierà

A cura di Naares - 26 Marzo 2014 - 0:00

Palmer Luckey, ventunenne creatore di Oculus Rift, ha cercato nelle scorse ore di rispondere alle critiche e alla rabbia dei fan online, attraverso un lungo intervento su Reddit.Il succo del discorso può essere riassunto nella promessa “Io non cambierò, e qualsiasi cambiamento potrà avvenire in Oculus sarà solo in meglio. Prometto che non cambieremo. L’unica cosa che potrà accadere è che l’hardware diventerà ancora più aperto, e Facebook ci appoggia al 100% in questo“. Luckey assicura che per utilizzare il device non sarà necessario possedere un account Facebook, né sarà dunque necessario effettuare un login. L’azienda continuerà a lavorare in maniera indipendente dal colosso di Zeckerberg, che si preoccuperà solo di finanziare lo sviluppo del progetto.Si sottolinea inoltre che il futuro di Oculus non sarà in nessun caso controllato da Facebook.Queste le sue dichiarazioni, noi ci riserviamo il beneficio del dubbio.




TAG: oculus