RECENSIONE TECH 6 min

ASUS TUF Dash F15 | Recensione – Il notebook gaming leggero con GeForce RTX 3070

ASUS propone un notebook sottile ed equilibrato con una GeForce RTX 3070

Il mondo dei portatili da gaming è piuttosto variegato, contando al suo interno prodotti che puntano a diverse fasce di mercato, differenziandosi per costo, prestazioni, portabilità, dimensioni dello schermo e molto altro ancora. Si può passare quindi da vere e proprie macchine da guerra con componenti potentissimi, a discapito però della portabilità ed autonomia, ad altre decisamente più leggere ma che ovviamente devono sacrificare le prestazioni, soprattutto a livello di scheda grafica.

Presentato al CES 2021 ed ora in vendita, ASUS TUF Dash F15 sta proprio nel mezzo, proponendosi come un notebook dalle dimensioni contenute ma che al suo interno offre una potenza adeguata a far girare molto bene tutti i videogiochi attualmente in commercio, pur senza esagerare.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo avuto modo di testare il notebook ASUS TUF Dash F15 mettendolo alla prova sia in diversi benchmark che, ovviamente, svariati videogiochi, apprezzandolo soprattutto per la sua versatilità ed equilibrio durante l’esperienza d’uso di tutti i giorni.

ASUS TUF Dash 15 è disponibile in due colorazioni
ASUS TUF Dash F15

Design

Ad una prima occhiata, il notebook gaming ASUS TUF Dash F15 offre una linea piuttosto sobria rispetto alle media dei portatili dedicati al mondo dei videogiocatori. Infatti, non sono presenti LED RGB o un look piuttosto aggressivo con vari accenti colorati. Invece, troviamo un dispositivo che potrebbe trovarsi a proprio agio pure all’interno di un classico contesto da ufficio. L’unico indizio sulla sua vera natura è dato dalla scocca superiore in metallo, a protezione del display sottostante, sulla quale è possibile scorgere la scritta ed il logo “TUF”.

Stupisce l’estrema compattezza del dispositivo, che pesa appena 2 chilogrammi ed ha uno spessore di soli 1,99 cm, rendendolo facilmente trasportabile. Al tatto, il portatile regala una straordinaria sensazione di solidità ed è evidente l’uso di materiali di ottima qualità, pensati per durare nel tempo. Da chiuso, si può notare la presenza di tre LED di stato nella parte superiore, che stanno ad indicare l’operatività del dispositivo, l’accesso all’SSD e l’eventuale ricarica. Una volta aperto, ASUS TUF Dash F15 continua a proporre un design piuttosto minimalista con un monitor dalle cornici davvero sottili che riporta il logo ASUS nella parte sottostante, anch’esso in colorazione nera, ed una tastiera che mette solo in evidenza i classici tasti “WASD”, utilizzati da gran parte dei videogiochi per il movimento del proprio personaggio.

La dotazione di porte è piuttosto ampia. Infatti, nella parte sinistra troviamo il connettore per l’alimentatore (incluso nella confezione e in grado di erogare sino ad un massimo di 200W), una porta Ethernet a 1 Gbit/s, un’uscita video HDMI 2.0b, una USB 3.2 Gen 1 Type-A, una Thunderbolt 4 e il classico jack audio da 3,5 mm. Dalla parte opposta, invece, sono presenti due porte USB 3,2 Gen 1 Type-A. Per ciò che concerne la connettività wireless, il notebook è dotato di una scheda di rete Intel in grado di supportare le reti 802.11ax WiFi 6 (2×2) con Bluetooth 5.1.

Solo la scocca superiore mostra alcuni segni distintivi
ASUS TUF Dash F15

Schermo e audio

Il display di ASUS TUF Dash F15 è davvero molto valido. Si tratta di un pannello IPS con diagonale da 15,6” e trattamento anti riflesso in grado di raggiungere la frequenza di aggiornamento di ben 240Hz, mentre il tempo di risposta (GtG) è di soli 3ms. Data la tecnologia impiegata per la sua realizzazione, il monitor offre angoli di visione piuttosto elevati, mentre la copertura dello spazio colore sRGB è pari al 100%, arrivando al 75,35% .

Il comparto audio è affidato a due speaker da 2W posti ai lati del prodotto con supporto alla tecnologia DTS:X Ultra High-Fidelity in grado di offrire un audio surround virtuale a 7.1 canali per amplificare la percezione dello spazio di gioco. Consideriamo la qualità offerta di un livello sufficiente per un utilizzo poco impegnativo, mentre se volte godervi al massimo musica e suoni prodotti dai vostri videogiochi preferiti vi consigliamo di passare ad un buon paio di cuffie.

Le cornici dello schermo cono davvero molto sottili
ASUS TUF Dash F15
Test su vari videogiochi

Tastiera e touchpad

La keyboard di ASUS TUF Dash F15 offre tasti a isola con una buon corsa, consentendo una digitazione confortevole e priva di errori. Il feedback restituito è molto buono ed è davvero un piacere scrivere su di essa. Abbiamo apprezzato anche la sua silenziosità, molto utile durante l’uso in mobilità. La retroilluminazione è di un colore che tende all’azzurro, probabilmente una scelta che potrebbe non piacere a tutti, ma che regala una certa eleganza al prodotto.

In generale, si tratta di un’ottima tastiera, a cui, tuttavia, dobbiamo fare un paio di appunti. Il primo riguarda l’assenza del tastierino numerico, che potrebbe pesare a seconda del vostro utilizzo, mentre il secondo riguarda il tasto “Invio”, che risulta più piccolo rispetto alla media e maggiormente in linea con il layout inglese. Non mancano ovviamente vari tasti funzione e sono stati integrati quattro pulsanti che consentono di regolare in maniera diretta il volume, disattivare il microfono o aprire il software Armoury Crate di ASUS.

Al di sotto della tastiera troviamo un touchpad piuttosto responsivo e che lascia scorrere in maniera ottimale le dita, consentendo di effettuare le classiche gesture di sistema che sicuramente semplificano la vita durante la navigazione in rete o l’uso di programmi di produttività personale. Avremmo gradito fosse un po’ più ampio, ma sappiamo bene che quando si parla di videogiocare è obbligatorio passare ad un mouse.

Digitare sulla tastiera è molto confortevole
ASUS TUF Dash F15

Prestazioni

Il modello di ASUS TUF Dash F15 a nostra disposizione è animato dal processore Intel Core i7-11370H di undicesima generazione della serie Tiger Lake, CPU, con TDP di 35W, dotata di quattro core e otto thread con una frequenza base di 3,3 GHz in grado di arrivare sino a ben 4,8GHz. La GPU integrata fa parte della serie Intel Iris Xe, con una frequenza dinamica massima di 1,35GHz e 96 Execution Unit, ma la userete principalmente per le applicazioni meno impegnative a livello grafico oppure quando impiegherete il dispositivo in mobilità, dato che la vera parte del leone è data dalla NVIDIA GeForce RTX 3070, qui presente nella sua variante in grado di spingersi sino alla frequenza di 1.390 MHz a 80 W e accompagnata da 8 GB di memoria GDDR6 dedicata.

La dotazione di RAM è pari a 16GB DDR4-3200 in dual channel con moduli realizzati da Micron e con timing di 22-22-22-52, mentre il command rate è pari a 1T. Il caricamento di giochi ed applicazioni è davvero veloce grazie all’SSD M.2 NVMe da 1TB, prodotto da Sk Hynix, in grado di raggiungere velocità di lettura e scrittura sequenziali di circa 3.500MB/s.

Mettiamo alla prova il prodotto in vari benchmark sintetici
ASUS TUF Dash F15

Passando ai benchmark sintetici, ASUS TUF Dash F15 ha ottenuto un punteggio pari a 17.206 nel test FireStrike, 7.600 in Time Spy, 11.800 in Superposition (preset 1080p High) e 4.902 in Port Royale (test che mette alla prova le capacità della NVIDIA GeForce RTX 3070 in Ray Tracing). Si tratta di risultati di tutto rispetto che confermano la bontà della componentistica interna.

Piuttosto significativi i punteggi ottenuti in Cinebench R23, pari a 6.554 in multi core e 1.523 in single core. Infatti, la presenza di un processore a quattro core, come risulta evidente da questi risultati, può penalizzare la macchina in ambiti dove è importante avere più unità di elaborazione, come il montaggio video, mentre, attualmente almeno, in ambito gaming la cosa è meno sentita, ma va comunque fatta notare in un’ottica di investimento per il futuro.

Dopo aver ottenuto questi valori che, come di consueto, servono solo per darci un’idea delle performance ottenibili da questo portatile da gaming, abbiamo iniziato a mettere alla prova il notebook con vari videogiochi. Partendo con Shadow of the Tomb Raider e passando a Gears 5, Forza Horizon 4, Wolfenstein YoungBlood e Control, per nominarne alcuni, ASUS TUF Dash F15 ha offerto performance davvero eccellenti, mantenendosi oltre i 60 fps a 1080p con i dettagli al massimo anche con gli effetti di Ray Tracing attivi e usando il DLSS nei titoli compatibili.

Va da sé che con titoli più leggeri come quelli eSport, ad esempio CS:GO o League of Legends, la fluidità sarà davvero elevata ed in grado di avvicinarsi maggiormente alla frequenza di aggiornamento dello splendido display di cui è dotato questo portatile.

Di seguito riportiamo le specifiche complete del modello in esame:

  • Processore: Intel Core i7-11370H a 3.3 GHz, 4 core (12M Cache, fino a 4.8GHz)
  • RAM: 16 GB (8GB DDR4 on board + 8GB DDR4-3200 SO-DIMM)
  • Archiviazione: SSD da 1 TB (M.2 NVMe PCIe 3.0)
  • Display: 15,6″ con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel), tecnologia IPS e frequenza di aggiornamento di 240 Hz, antiflesso, 100% sRGB
  • Scheda grafica dedicata: NVIDIA GeForce RTX 3070 con ROG Boost fino a 1.390 MHz a 80W, 8GB GDDR6
  • Connessioni: Wi-Fi 6 (802.11ax), Bluetooth 5. (Dual band), Ethernet 1Gb/s
  • Batteria: 76 Wh
  • Dimensioni: 36x 25,2×1,99 cm
  • Peso: 2 Kg
  • Colore: Eclipse Grey (disponibile anche in bianco)
  • Porte: 1x 3,5mm Combo Audio Jack, 1x HDMI 2.0b, 1 x Porta RJ45 LAN, 3x USB 3.2 Gen 1 Type-A, 1x Thunderbolt 4 support DisplayPort/power delivery
Alcuni dati tecnici
ASUS TUF Dash F15

Autonomia, temperatura e rumorosità

Due dei punti di forza di questo prodotto sono sicuramente dati dalla sua autonomia e dall’efficiente sistema di gestione energetica. Come abbiamo visto in precedenza, ASUS TUF Dash F15 è equipaggiato con componenti piuttosto equilibrati che, sebbene non puntino alle massime prestazioni possibili, consentono di godere di un’ottima esperienza complessiva, a tutto vantaggio delle temperature e della durata della batteria. Infatti, scollegato dall’alimentazione di rete, questo portatile saprà restare acceso dalle 7 alle 12 ore in base al vostro utilizzo. Inoltre, caratteristica assolutamente da non sottovalutare, è possibile effettuare la ricarica tramite la porta USB-C fino ad un massimo di 100W, quindi, in caso di emergenza, potete semplicemente collegare un power bank e continuare a lavorare.

Ottime anche le temperature di esercizio, grazie ad una soluzione che ridistribuisce in maniera efficiente il calore prodotto dissipandola più in fretta, oltre ad un sistema di self-cleaning che aiuta a mantenere i componenti liberi dalla polvere ed altre ostruzioni che potrebbero contribuire a far alzare le temperature. Questo si traduce anche in una rumorosità piuttosto ridotta, sebbene durante l’uso più spinto le ventole si faranno ovviamente sentire.

Concludiamo parlandovi del software Armoury Crate, utilizzato da ASUS su tutti i propri prodotti, che permette di accedere a tante informazioni relative al notebook, impostare vari profili in base agli scenari d’uso, aggiornare driver, e molto altro ancora. In particolare, su questo portatile è stato implementato un efficiente sistema di cancellazione dei rumori ambientali tramite AI che funziona con qualsiasi dispositivo in entrata e anche con le connessioni in downstream. Purtroppo, ci duole segnalare l’assenza di una webcam che, soprattutto nel periodo attuale, sarebbe stata decisamente utile.

Il software Armoury Crate permette di accedere a tantissime opzioni
ASUS TUF Dash F15

Se le caratteristiche del prodotto vi hanno convinto, trovate ASUS TUF Dash F15 in vendita anche su Amazon!

ASUS TUF Dash F15

ASUS TUF Dash F15 è un notebook da gaming molto equilibrato e realizzato con cura. Resistente, leggero e sottile, il portatile rappresenta una valida scelta per videogiocare per coloro che non cercano un dispositivo potentissimo prevalentemente da utilizzare sulla scrivania collegato all'alimentatore, ma hanno bisogno di qualcosa di maggiormente versatile, in grado anche di esser utilizzato senza troppi pensieri per lavoro e studio mentre si è in viaggio o, più in generale, fuori casa. Ad ogni modo, le prestazioni offerte sono di buon livello grazie alla scheda grafica dedicata GeForce RTX 3070, ma il processore Intel Tiger Lake, dotato solo di quattro core e seppur più che adeguato a gestire alla grande la stragrande maggioranza delle applicazioni, potrebbe costituire un limite in determinati ambiti dove è importante la presenza del maggior numero di unità di elaborazione possibili. Peccato anche per la mancanza di una webcam, ormai diventata indispensabile.

Pro

  • Ottima qualità costruttiva
  • Tastiera molto confortevole
  • Eccellente autonomia in mobilità
  • Caricamento opzionale tramite porta USB Type C
  • Scheda grafica dedicata di buon livello
  • Sottile e leggero

Contro

  • CPU Quad Core
  • Niente webcam