The Walking Dead 8×02 Recensione: sono finite le idee?

Recensione
A cura di YP - 31 Ottobre 2017 - 0:00

Ascolti vertiginosamente in calo, idee che latitano, qualità media lontana anni luce da quella delle prime stagioni. The Walking Dead sembra in caduta libera, e lo diciamo con rammarico. I dati distribuiti da AMC in merito all’audience della première di quest’ottava stagione hanno iniziato a portare qualche preoccupazione, o quanto meno più di un interrogativo. Chiariamoci subito: lo show è ben lontano dall’essere cancellato, ma il feedback negativo di quest’inizio stagione potrebbe portare -ci auguriamo- a una rivisitazione di quello che è il format attraverso il quale The Walking Dead viene costruito. Le avvisaglie erano palesi già dal season finale scorso, con la battaglia fra Rick e Negan che avrebbe dovuto esaurirsi in quell’occasione per portare poi a una vera svolta. Invece no: la sensazione è quella di trascinarsi dietro una palla pesantissima che impedisce movimenti rapidi e convincenti. Quello che ci rende tristi è percepire mancanza di idee, voglia di stupire, impressionare e appassionare. Anche i fan più accaniti stanno per alzare bandiera bianca e i motivi sono presto detti: dialoghi fiacchi, talvolta ridicoli; scene fiacche, trama impalpabile e forzature in termini di sceneggiatura che lasciano basiti. 

Il secondo episodio divide il super gruppo di Rick in più unità, ognuna dedita a un particolare compito. Lo scopo è quello di annientare la forza bellica dei Salvatori, andando a colpire i punti nevralgici del loro sistema organizzativo. Ecco quindi l’assalto a diversi avamposti nemici, che si trasforma però in un mix di sequenze action discretamente confuse che dovrebbe alzare la tensione verso il climax finale dell’episodio. Nulla di questo però succede: ci si annoia e si sorride, per via di alcune scelte narrative bizzarre. La storia è al servizio del personaggi e non il contrario, come dovrebbe essere. Rick sembra nuovamente in preda a un delirio di onnipotenza che non sembra presagire bene; Negan, punto forte dello show, è completamente assente e questo abbassa vertiginosamente l’appeal verso il pubblico.
Insomma la situazione sembra confusa e mal gestita: non sappiamo dove andrà a parare questa stagione, ma l’inizio è tutt’altro che incoraggiante. 



TAG: the walking dead serietv