Anteprima 5 min

The Bourne Conspiracy

Mentre in questi giorni il terzo film della saga di Jason Bourne, intitolato “The Bourne Ultimatim”, è in programmazione nei cinema italiani, apriamo un varco sul videogame ispirato alle gesta del popolare agente segreto, in uscita su Xbox 360 e PS3.
Presentato da Sierra/Vivendi Universal e sviluppato da High Moon Studios, The Bourne Conspiracy propone infatti le avventure mozzafiato dell’agente privo di memoria Jason Bourne alle prese con intrighi inerenti alla sua “ex professione”. Il gioco dovrebbe uscire nei negozi nella prima parte del 2008, ma noi possiamo già dare un’occhiata ai contenuti di questa prima ed attesa avventura videoludica del nostro eroe…

Genere:
azione
Data di uscita:
Sviluppatore:
High Moon Studios
Distributore:
Vivendi

The Bourne Identity
La saga cinematografica di Jason Bourne è tratta di peso dai romanzi di Robert Ludlum ed il protagonista è sempre stato interpretato dal bravissimo Matt Damon. Di ingredienti giusti per farne un videogame ce n’erano abbastanza, a cominciare dall’azione e dalla trama ricca di colpi di scena vista nei film, eppure si è dovuto aspettare alcuni anni prima di vedere un progetto concreto dedicato alle gesta di Bourne. Fortunatamente High Moon Studios si è fatta avanti, decidendo di proporre un videogame dedicato interamente alla trilogia della saga cinematografica.
Per tutti quelli che non hanno ancora visto i tre film di Bourne, facciamo un pò il punto della situazione raccontando in breve la storia della sua prima avventura. Jason Bourne è l’arma perfetta, uno dei migliori agenti governativi (o meglio “assassini” su commissione), che durante un’azione sul campo è rimasto gravemente ferito e viene successivamente trovato in mare da un gruppo di pescatori italiani. Al suo risveglio sul peschereccio, il giovane agente segreto non ricorda più nulla della sua vita prima dell’incidente. L’amnesia non ha però eliminato in lui le tracce del suo precedente passato, viste le proprie innate attitudini fisiche nel combattimento e nelle tattiche belliche, così come un perfetto spirito di osservazione e la conoscenza di diverse lingue. Pur non ricordando nulla del suo passato, ben presto Jason si rende conto di essere “speciale” e comincia così una ricerca disperata della sua vera identità. Contemporaneamente si accorge di essere il bersaglio numero uno della CIA e dei suoi ex-colleghi, che ora vogliono ucciderlo senza nemmeno sapere che lui è stato colpito da amnesia.
The Bourne Conspiracy dovrebbe dunque partire dagli avvenimenti del primo film The Bourne Identity, focalizzandosi però sulle vicende narrate prima dell’incidente, spiegando i motivi per cui Jason perde la memoria e si ritrova braccato dai suoi stessi colleghi di lavoro.
Così come nel primo film, il gioco si apre proprio con il giovane Jason ferito e sperduto in mezzo all’oceano, in stato di incoscienza. Alcuni flashback ripercorreranno quello che è successo prima, ed è qui che il giocatore prenderà il controllo del Jason Bourne virtuale. Vale la pena sottolineare che il Jason del gioco non ha le fattezze dell’attore Matt Damon, ma è stato ricostruito seguendo le descrizioni presenti nei romanzi di Robert Ludlum. Se da una parte questo potrebbe deludere le aspettative dei fans della trilogia cinematografica, dall’altra troviamo invece le medesime atmosfere ed ambientazioni del film.
L’azione di gioco è molto simile a Splinter Cell, con l’unica differenza che qui l’accento è posto maggiormente sull’agire in fretta piuttosto che sull’azione furtiva e ponderata dell’agente Sam Fisher. I programmatori ci hanno assicurato che i momenti “stealth” non mancheranno, ma in generale l’ago della bilancia sarà spostato molto più sui combattimenti corpo a corpo e sulle sparatorie. Di sicuro questa è musica per le orecchie di tutti gli amanti dei titoli action.
La visuale di gioco è molto simile a quella già vista in Resident Evil 4, con la differenza che l’impostazione del gameplay è molto più veloce e frenetico. La prima cosa che colpisce positivamente di Bourne Conspiracy è la grande interattività con gli elementi del fondale e la facilità con cui Jason affronta i nemici.
I programmatori stanno cercando di implementare un sistema di controllo immediato e semplice da gestire, in cui avremo tutto sotto controllo con la semplice pressione di pochi tasti. Questo vale sia nelle fasi in cui useremo le armi da fuoco sia nei corpo a corpo, dove l’azione diviene del tutto simile ad un picchiaduro.
Il combattimento in puro stile picchiaduro si effettua premendo un solo tasto, che di conseguenza innesca una serie di combo in cui è sempre ben presente l’espressione facciale di Jason. Quando lo schermo si riempirà di nemici potremo affrontarli simultaneamente, appena scatteranno delle sequenze in real time in cui dovremo premere una serie di tasti al momento giusto. Tali azioni ci sono proposte in un effetto tipo bullet time, al rallentatore, che evidenzia la spettacolarità del combattimento.
Nelle fasi shooter il nostro Jason potrà nascondersi dietro mobili e mura, per poi sporgersi e sparare ai nemici. I programmatori stanno cercando di catturare il pieno l’atmosfera cinematografica dei film, rendendolo il più spettacolare possibile. Le inquadrature del gioco sono, infatti, dinamiche, grazie alla telecamera che segue le azioni del protagonista da diverse angolazioni.

Wanted: dead or… dead!
Tecnicamente parlando il gioco dedicato alle mitiche gesta di Jason Bourne non sembra mostrare “i muscoli”, ma è ancora presto per fare valutazioni precise. Dalle prime immagini ufficiali e filmati si può notare che la grafica è abbastanza scarna e complessivamente old gen, mostrando una semplicità poligonale disarmante se pensiamo che tale gioco dovrà girare su un Xbox 360 e sulle altre piattaforme di nuova generazione.
Tra i lati positivi troviamo comunque una buona gestione della telecamera, che dona alle sequenze un taglio decisamente cinematografico, ed un sistema di controllo che, a detta dei programmatori, si preannuncia semplice ed immediato, andando quindi a favore della giocabilità più pura. High Moon Studios ha inoltre assicurato che entrambe le versioni saranno identiche sia dal punto di vista grafico che strutturale.
Aspettiamo dunque l’uscita del gioco per avere un quadro preciso della situazione.

La supremazia di Bourne…
I film di Jason Bourne, tratti ai romanzi di Robert Ludlum, si sono rivelati dei grandi block-buster in grado di mettere d’accordo sia il pubblico sia la critica. Merito di una trama ricca di colpi di scena e sequenze mozzafiato, dove il bravissimo Matt Damon dimostra di essere a proprio agio anche nei thriller d’azione.
Il mondo dei videogiochi aspettava da tempo un videogame ispirato al carismatico Jason Bourne e con tutta la carne messa al fuoco dai precedenti film c’è davvero tanto materiale da utilizzare e trasformare in arte videoludica.
In questo primo game di Bourne l’attenzione dei programmatori si concentra proprio sul primo film, in cui avremo modo di vivere in prima persona i retroscena che hanno portato Jason a perdere la memoria e a vivere come un fuggiasco. High Moon Studios sta cercando di implementare nel gioco un gameplay immediato e nel contempo spettacolare, ma per giudicare se tutto questo sarà anche giocabile dovremo aspettare di provarlo. Al momento è la sola realizzazione tecnica del titolo che desta qualche perplessità di troppo, ma anche per questo è ancora presto. Diamo fiducia ai programmatori ed aspettiamo l’uscita di Bourne Conspiracy.
Se le nostre aspettative saranno esaudite, tra qualche mese ci ritroveremo tra le mani un gioco spettacolare e divertente da giocare. L’uscita di Bourne Conspiracy nei negozi è, infatti, fissata per i primi mesi del 2008 e siamo certi che tutti i fans di Jason Bourne non mancheranno di provarlo. L’appuntamento è come sempre per la recensione completa.