Presentazione Nintendo Switch

Speciale
A cura di Nicolò Bicego - 13 Gennaio 2017 - 0:00

Sono le cinque del mattino del 13 gennaio quando Nintendo parla finalmente al mondo della sua nuova console. Dopo il breve teaser di ottobre, stavolta si tratta di una vera e propria conferenza. Per chi se la fosse persa (probabilmente molti, visto l’orario), ecco un veloce recap di quanto accaduto.
Il presidente Kimishima sale sul palco, mostrandosi per la prima volta direttamente al pubblico. Parla della reazione positiva al trailer di ottobre, dicendo come esso abbia introdotto i vari elementi di Switch (console, stazione di ricarica, vari pad). Partiamo con gli annunci di data di lancio e prezzo: Marzo 3 2017 per Giappone, USA, Canada e “più importanti nazioni europee”. 29,980 yen, 299.99$, mentre non c’è un prezzo preciso per l’Europa (possiamo scommettere su 299,99 €). I servizi online saranno inizialmente gratuiti, per poi diventare a pagamento a partire dall’autunno 2017. Potremo chattare online con altri giocatori, un passo avanti deciso rispetto al passato. Sulla stessa linea la rimozione del region lock.
Presentazione Nintendo Switch
Kimishima passa la parola a Shinya Takahashi, director, con uno schiocco di dita. Ripercorre brevemente la storia della console Nintendo, focalizzandosi sulle innovazioni apportate da ciascuna di esse. Ciascuna delle caratteristiche delle console del passato viene ereditata da Switch. Parte un trailer dedicato alla console: Switch è una console casalinga, che possiamo tranquillamente portare fuori da casa per giocare ovunque. Sebbene disegnata come console da salotto, dunque, la portabilità sarà una parte fondamentale, come sapevamo. Switch avrà tre modalità d’uso: TV mode, tipico uso sulla tv, Tabletop mode, in cui la console si poggia sul piedistallo sul retro, giocando direttamente sullo schermo, Handheld mode, dove si stacca lo schermo e si utilizzano i Joy Con. La durata della batteria varierà in base ai giochi, arrivando fino a 3 ore. Potremo giocare mentre la console è sotto carica. Lo schermo è touch, potremo connetterci in wi-fi, ma potremo giocare anche attraverso multiplayer via wireless. I controller laterali della console sono chiamati Joy-Con controllers.
La parola passa a Yoshiaki Koizumi, che mostra da vicino i Joy-Con. A vista sembrano di dimensioni davvero modeste, perfetti per la portabilità. Gli analogici possono essere premuti come pulsanti, mentre il resto dei tasti viene ripreso praticamente da Wii U. E’ presente un NFC reader che permette di utilizzare gli Amiibo. E’ presente un nuovo tasto che permetterà di scattare istantanee del gioco, e che in futuro permetterà di fare anche video: proprio come il tasto share di Sony, potremo condividere ciò che salveremo con i nostri amici sui social. Sono presenti due tasti sul retro per connettere i Joy-Con: ciascuno di essi può essere usato come controller a sé, ciò significa che due persone possono giocare insieme usando un Joy-Con ciascuna. I pad saranno inoltre dotati di sensori di movimento.
Parte un altro video. Due nuove colorazioni per i controller Joy-Con: blu neon e rosso neon. I controller saranno dotati di un laccetto di sicurezza, proprio come i Wiimote. Sono presenti due piccoli tasti sul lato per una migliore presa del pad. Ci saranno anche altri colori venduti separatamente. Sul pad è presente una telecamera che è in grado di riconoscere certi oggetti e la distanza da essi. Il Joy-Con usa il nuovo HD rumble, un nuovo tipo di vibrazione in grado di trasmettere in modo realistico certe sensazioni, come il tintinnare di cubetti di ghiaccio, come Koizumi mostra.
Trailer di un nuovo gioco, 1,2 Switch: sullo schermo compaiono due cowboy, uno ricorda da vicino il giovane Clint Eastwood, con la sua tipica barba ed espressione arcigna. I due impugnano dei controller Joy Con, ed il nostro Clint viene sconfitto nella sfida del grilletto più veloce.  Il gioco fa ampio uso dell’HD rumble di cui stavamo parlando. Il gioco si potrà giocare senza guardare lo schermo, bensì guarderemo negli occhi del nostro avversario, proprio come i cowboy del trailer. Il gioco si basa sull’interazione faccia a faccia, un po’ come i classici giochi di una volta. Il gioco lancerà insieme alla console. Dopo questa esperienza dedicata all’ampio mercato casual, ecco un secondo trailer. Un uomo ed una ragazza si fronteggiano su un’arena, mentre le loro braccia vengono sostituite da molle che terminano in guantoni giganti. La nuova IP, colorata e frenetica, sembra essere uno strano picchiaduro 1 vs 1, anche se dal trailer si notano altre modalità di gioco. Il titolo è Arms. Il producer parla del gioco, che si giocherà utilizzando un Joy Con per mano. Verranno utilizzati i sensori di movimento per controllare il proprio personaggio, in un modo che sembra decisamente intuitivo. Il gioco verrà rilasciato in primavera.

Presentazione Nintendo Switch

Nuovo trailer, stavolta si tratta di un ritorno, quello di Splatoon. Il titolo si conferma essere un vero e proprio sequel (semplicemente chiamato Splatoon 2) e non una semplice riedizione del primo capitolo. Numerose sono le novità: ci saranno cambiamenti nelle arene, nei tipi di armi, e così via. Si potrà giocare sia utilizzando i Joy Con che il Pad Pro, e nel primo caso potremo utilizzare anche i sensori di movimento. Potremo ovviamente giocare online oppure sfidare amici in locale, modalità assente nel primo capitolo. Il gioco lancerà nell’estate di quest’anno, e come per il primo capitolo ci saranno update continui così come eventi in-game costanti.
Ennesimo trailer, compare finalmente Mario, che corre per una metropolitana che ricorda New York, per poi trasferirsi in un mondo alieno. Seguono altre ambientazioni: il gioco sembra decisamente libero, in opposizione alla linearità dei Galaxy e 3D World. E’ il primo titolo a mostrare davvero le capacità grafiche di Switch: sebbene sia difficile giudicare come la console  si posizionerà in termini di prestazioni rispetto alla concorrenza a causa dello stile cartoonesco del titolo, i passi in avanti rispetto a Wii U sono davvero notevoli. Il titolo è Super Mario Odissey. Koizumi conferma che si tratta di un ope-world sulla scia di Mario 64 e Mario Sunshine, oltre al fatto che alcune location saranno basate su ambientazioni reali. Mario ha un nuovo cappello con due occhi al centro, che giocherà un ruolo fondamentale nel titolo. Il gioco lancerà nella “holiday season 2017”.
Segue un brevissimo trailer di Xenoblade 2, titolo non annunciato prima: il gioco si presenta bene dal punto di vista grafico, con location suggestive e personaggi dal design accattivante. 
Compare poi il logo di Koei Tecmo, che presenta un nuovo musou basato su IP Nintendo, dopo Hyrule Warriors: stavolta si tratta di Fire Emblem Warriors. Koizumi parla poi del supporto di terze parti, mostrando l’elenco di software house che supporteranno la console, già visto in passato. Viene confermato l’arrivo di Dragon Quest X e XI, almeno in Giappone, e viene annunciato l’arrivo di Dragon Quest Heroes I & II, rivisitati per Switch.
Parte il trailer di un misterioso gioco Atlus, un nuovo capitolo di Shin Megami Tensei, ancora all’inizio dello sviluppo. Segue un altro progetto di Square Enix, RPG dal titolo ancora provvisorio, anch’esso presentato con un brevissimo trailer.
La parola passa a rappresentanti di diverse sh, in primis Sega e Bethesda (che annuncia l’arrivo di Skyrim: Special Edition su Switch in modo ufficiale), che elogiano la console e la filosofia Nintendo. Suda51 parla del suo nuovo gioco in sviluppo per Switch, si tratta di un nuovo No More Heroes, che vedrà il ritorno dello storico protagonista della serie. Non viene mostrato nulla del gioco, che sembra essere ancora lontano dall’arrivo.
Parla poi un rappresentante di EA, che annuncia l’arrivo di Fifa su Switch nell’autunno di quest’anno. Annuncio prevedibile, ma un rito inevitabile vista l’importanza a livello commerciale del titolo.

Presentazione Nintendo Switch

Koizumi lascia il palco con un trailer che ricapitola i giochi mostrati sino ad ora ma che si lascia sfuggire anche titoli non annunciati, come un Rayman (una riedizione di Legends, come da rumor?) e un titolo di Dragon Ball (porting di Xenoverse 2, probabilmente). Sono presenti anche nuovi frammenti del prossimo Mario Kart. Viene annunciato che si tratta di Mario Kart 8 Deluxe, una riedizione del precedente che vedrà nuovi contenuti in termini di personaggi e tracciati, oltre ad una modalità battaglia rivista ed ampliata, grande mancanza del capitolo uscito su Wii U. L’uscita è prevista per Aprile.
La parola torna a Kimishima: il pacchetto della console includerà la console, due Joy Con (sinistro e destro), la stazione di ricarica, l’impugnatura Joy Con, un cavo HDMI, blocco alimentatore e due laccetti per i Joy Con. Ci saranno due modelli: uno con i Joy Con di colore nero, l’altro con i colori neon rosso e neon blu. Il prezzo sarà lo stesso.
Shibata parla di come potremo provare Switch in Europa, dicendo di tenere d’occhio il sito ufficiale di Nintendo. Lo stesso fa Reggie riferendosi all’America. Compare anche Miyamoto, preso da una partita a Breath of the Wild su Switch. E’ presente anche Aonuma. 
La conferenza si chiude con un ultimo trailer, proprio di Breath of the Wild. Vengono mostrati nuovi estratti del gioco, e sebbene il trailer sia davvero magnifico, ciò che preme davvero è la data di uscita: 3 marzo 2017, in contemporanea col lancio della console. Verrà rilasciata anche una limited edition contenente il CD della colonna sonora e la statuetta della spada suprema della rinascita.






In questo breve recap abbiamo, appunto, riepilogato quelli che sono stati gli annunci di Nintendo in occasione della presentazione della sua nuova console. Vi invitiamo a rimanere con noi per ulteriori commenti sia sulla presentazione che sui giochi che verranno mostrati durante la Threehouse di questo pomeriggio.




TAG: nintendo switch