Recensione 4 min

Midtown Madness 3

Introduzione
Midtown Madness è una serie molto popolare tra gli utenti Pc. Il suo esordio risale 1999 uqnado gli Angel Studios realizzarono un titolo automobilistico che permetteva di muoversi liberamente fra le strade di Chicago. Lo scopo del gioco era raccogliere dei lingotti che dovevano poi essere riportati in alcuni punti prestabiliti. Il successo fu enorme tale da spingere la software house a realizzare un seguito l’anno successivo. Questa volta le città riprodotte furono la piovosa Londra e la soleggiata San Francisco. Il successo fu ancora una volta notevole e gli utenti iniziarono a sviluppare degli add on grazie ad un kit rilasciato dagli sviluppatori.

Piattaforma:
XBOX
Genere:
guida-arcade
Data di uscita:
Sviluppatore:
Digital Illusions
Distributore:
Leader SpA

Il gioco
Il terzo episodio di Midtown Madness ci permette di correre in maniera spericolata fra le strade di Parigi e Washington che per l’occasione sono state riprodotte fedelmente per quanto riguarda la planimetria delle strade, i monumenti, i ponti e tutti gli elementi che ci faranno veramente sentire all’interno di queste due grandi capitali.
Il menù principale permette di scegliere tra:

“Sotto copertura”:
impersonerete un agente sotto copertura a Parigi oppure un detective a Washington e dovrete portare a termine alcune missioni (ce ne sono oltre cinquanta) accessibili man mano che avanzerete nel gioco. Qualche esempio? Dovrete consegnare dei giornali in un tempo stabilito oppure camuffato da taxista prelevare dei clienti e portarli a destinazione. Sarete anche un autista di limousine che dovrete accontentare una signora ansiosa di completare il suo giro di shoping o ancora un agente di polizia che deve recuperare dei criminali e riportali alla centrale. Le situazioni sono molto varie anche se sostanzialmente si tratta di raggiungere un determinato luogo nel tempo stabilito oppure prima dei vostri avversari.
Completando le missioni inoltre sbloccherete nuovi mezzi (per un totale di oltre trenta veicoli) che potrete utilizzare nelle altre modalità di gioco.

“Gara singola”:
Potrete gareggiare contro il tempo in una gara “Blitz” , sfidare altri avversari in una gara “Checkpoint” oppure girovagare liberamente per la città.

“Multiplayer”
Sono supportate tutte le modalità di gioco in multiplayer possibili: schermo condiviso, System Link e Xbox Live

Grafica
Le due città appaiono decisamente vive, popolate da pedoni che si aggirano per le strade e vetture che creano il classico traffico cittadino. I monumenti e gli edifici importantisono stati ricostruiti minuziosamente così come gli ampi parchi ricchi di alberi ed elementi che arricchiscono notevolmente l’ambientazione. Il dettaglio grafico degli edifici però non è all’altezza di quello riservato per le costruzioni importanti pur mantenendosi comunque su un buon livello.
Molti oggetti possono essere distrutti o spostati e vi stupirete del subbuglio e degli ingorghi che riuscirete a creare con la vostra guida spericolata.
Le vetture sono dettagliate e si danneggiano visibilmente in seguito agli urti subiti. Ben realizzati gli alberi anche se non si capisce perché se li urterete a bassa velocità vi bloccheranno (giustamente) mentre se affrontati ad alta velocità risulteranno inconsistenti e potrete attraversarli.
La fluidità del gioco è sempre elevata e solo raramente si avvertono problemi di pop up comunque mimetizzati da effetti di fogging che intervengono quando vengono riprodotti monumenti particolarmente complessi e voluminosi.

Sonoro
Le musiche sono carine e il doppiaggio è realizzato con cura. Le espressioni dei personaggi riescono a ricalcare lo stile del paese di appartenenza della persona strappandovi in più di un’occasione dei sorrisi.
Non manca naturalmente la possibilità di caricare le vostre colonne sonore.

Giocabilità
Lo stile di gioco è decisamente arcade. Il comportamento delle vetture è ben diversificato ma in qualsiasi situazione impiegherete pochi minuti per prendere confidenza con il sistema di controllo.
La libertà d’azione che vi permette di muovervi liberamente all’interno delle città è molto gratificante anche se durante le prime partite vi sentirete un po’ smarriti. Il sistema di navigazione infatti è difficile da utilizzare. Praticamente avrete nella parte alta dello schermo una freccia che vi indicherà la direzione da seguire. Le indicazioni però danno esattamente la posizione della metà non tenendo conto dei palazzi e delle strutture per cui starà a voi dando un occhio alla mappa presente nell’angolo sinistro dello schermo trovare la strada da seguire. Considerando conto che dovrete tenere d’occhio la strada, le frecce e la mappa rimpiangerete di non avere tre occhio! Una volta comunque che avrete memorizzato la planimetria delle città e riconoscerete a colpo d’occhio tutti i vicoli e le stradine potrete superare questo ostacolo.

Longevità
Il gioco in modalità singola non vi durerà moltissimo. Le missioni sebbene numerose risultano abbastanza velocemente ripetitive.
Fortunatamente l’opzione multiplayer risolleva alla grande la situazione garantendo al gioco una longevità decisamente elevata. Per sfruttarla pienamente dovrete però possedere un abbonamento Xbox Live.

Modalità online
Tramite Xbox Live potrete apprezzare gli aspetti migliori di Midtown Madness 3.
Le modalità multiplayer risultano infatti sicuramente le più divertenti di tutto il gioco in grado di appassionarvi per lunghissimo tempo in accese sfide con i vostri amici.
Vediamo nel dettaglio le modalità disponibili:

“Checkpoint”:
Come nella modalità multiplayer bisogna superare i checkpoint indicati prima degli avversari. Il più veloce vince.

“Caccia all’oro”:
Personalmente la ritengo la modalità più divertente: occorre trovare l’oro disseminato nella città e portarlo in un luogo preciso. Se i nostri avversari ci urtano ci ruberanno l’oro per cui dovremo fare molta attenzione per riuscire a seminarli.

“Inseguitore”:
Uno dei giocatori è l’inseguitore e deve cercare di colpire un avversario per cedergli “l’incarico”. Se quando sei inseguitore non riesci a colpire un’altra vettura prima dello scadere del tempo vieni eliminato. L’ultimo che rimane in gioco vince.

“Cacciatore”:
Un giocatore inizia la partita come cacciatore, gli altri sono tutte prede: man mano che queste ultime vengono catturate, si trasformano in cacciatori. L’ultima preda rimasta in gioco vince!

“La grande fuga”:
Un giocatore è il fuggitivo e porta con se un oggetto (si tratta di un coniglio!) e deve cercare di fuggire dagli altri che lo inseguono. Il veicolo che riesce a urtarlo diventa a sua volta fuggitivo. Vince che riesce a restare fuggitivo per il maggior numero di secondi.

– Ottima modalità multiplayer
– Immediato e divertente
– Grande libertà d’azione
– Ottima ricostruzione delle città

– Ripetitivo da soli
– Sistema di navigazione non ottimale

8

Un buon gioco in modalità singola ed entusiasmante se giocato in multiplayer.
La realizzazione tecnica è molto accurata così da rendere piacevole la guida per le città minuziosamente ricostruite.
Lo stile di guida decisamente arcade lo rende inoltre un prodotto consigliato anche ai giocatori non abituati alle complicate simulazioni di guida che cercano un prodotto immediato e coinvolgente.
Per i possessori di Xbox Live infine Midtown Madness 3 rappresenta sicuramente uno dei modi migliori per divertirsi in queste torride notti estive. Consigliato caldamente!