Recensione 4 min

Gran Turismo 2

Eccolo, è arrivato. Il seguito del bellissimo e fortunatissimo GT è arrivato.
A chi lo guarda con superficialità il gioco appare troppo duro e frustante come simulazione, poco adatto ai neofiti, ma non è così…
Gran Turismo 2 è la nuova essenza della guida, immedesimarsi in una Dodge Viper da corsa mentre si percorre il CorksCrew a Laguna Seca (o, in italiano, il ben noto cavatappi) è qualcosa di unico che nessun gioco sa ricreare.

Piattaforma:
PSX
Sviluppatore:
Polyphony
Distributore:
Sony

In pista
Gran Turismo 2 è suddiviso in due dischi.
Nel disco 1 c’è la modalità arcade che permette di creare una partita veloce, diretta, senza troppi problemi. Metti il disco, scegli la difficoltà, la pista, l’auto (3+1 categorie a disposizione, la quarta, la S, è ottenibile solo con auto del proprio garage nella modalità gran turismo) e sei pronto per la sfida. O se preferisci puoi sfidare un tuo amico in una partita a due giocatori.
Nel disco 2 c’è la modalità Gran Turismo, il cuore di GT2, all’interno c’è una lunga lista di modalità con cui sbizzarrirsi: gare, compravendita di auto nuove ed usate, l’autolavaggio per vetture sempre splendenti (ricordate: se vendete un auto lucida e pulita riuscirete ad avere qualche spicciolo in più….), il negozio di cerchi in lega (una novità) e test vettura. In questo disco troverete pane per i vostri denti, la simulazione vera e propria con alcune gare che vi terranno per molto tempo attaccati alla tv, anche perchè sono state introdotte le sfide endurance, vere e proprie gare di durata che metteranno a dura prova la vostra resistenz (gare da 2h, o tanti e tanti giri). Grande novità è la modalità Rally: avete letto bene, in GT2 giocherete anche su piste sterrate (anche se rispetto a giochi prettamente rallystici gt2 è moooooooolto sotto, meglio correre su pista ve lo assicuro…)!
Ma è la simulazione che piazza GT2 un gradino sopra gli altri racing game. Prima di qualsiasi gara dovrete conseguire delle patenti (B, A, Iinternazionale-C, Internazionale-B, Internazionale-A, S) ognuna delle quali si sblocca solo se conseguite quelle di livello inferiore (esempio, la IC la farete solo dopo aver ultimato la A). Ognuna di queste patenti è composta da vari test di guida per apprendere le tecniche di guida e ci saranno 3 livelli per passare l’esame: Oro, Argento e Bronzo. Conseguirle al livello massimo (oro) non solo vi consacrerà come bravissimi piloti virtuali ma vi farà guadagnare anche alcune vetture da sfruttare successivamente nel gioco, ad esempio passando la B con tutti gli ori avrete una bella e potente Honda S2000 da 250cv.
Sono presenti inoltre 4 zone sulla mappa (Nord, Sud, Est, Ovest) dove sono collocati i vari brand automobilisti più famosi da cui è possibile comprare le vetture dei propri sogni. A nord ci saranno i brand nel Nord Europa (Mercedes, BMW, Audi …), ad ovest quelli dell’sud-ovest dell’Europa (Fiat, Citroen, Lancia….), a sud quelli americani (Dodge, Ford…..) ed infine a est quelli orientali (Nissan, Toyota, Honda…). Acquistare auto è questione di 2-3 click ed è tutto molto semplice, mentre per i più smemorati c’è sempre la frase di conferma dell’acquisto che chiede se siete sicuri della vostra scelta. Tuttavia all’inizio del gioco le finanze sono limitate (10000 crediti) ed oltre ad un usato di basso spessore non potrete comprare granchè…
Ciò nonostante se avete già fatto le patenti in GT faticherete di meno questa volta, infatti inserendo la memory card con i dati di GT verranno automaticamente conseguite le patenti A,B, Internazionale C anche se non sono paragonabili come difficoltà, perchè le patenti di GT essendo di meno erano più ostiche.
Le gare sono divise per categoria, nazione e potenza e spesso ci sono severe limitazioni, in una gara con potenza massima di 300cv non potrete mica presentarvi con un mostro da 500cv per battere tutti con facilità… anche se il gioco spesso bara, iifatti in una gara limitata a 300cv vi troverete contro una Ford GT40 (310cv) che vi farà sputare i vermi per vincere….
Nonostante tutto il gioco presenta dei punti che andrebbero migliorati, il testo in alcune sezioni è scritto in maniera piccolissima, e spesso per capire che gare potete intraprendere dovrete andare ad intuito.
Parlando di auto la Polyphony ha inserito il turbo boost nel numero di vetture e marchi presenti. Se in GT c’erano case automobilistiche da soli due stati (Giappone ed America), qui troverete il mondo! A cominciare dalle case europee e perchè no provare l’emozione di una Fiat 500 degli anni ’70 o provare il sogno di ogni giovane ragazzo come la Punto Gt… Ci sono auto per tutti, dalle estreme Viper o i Drag HKS a le piccole ed economiche utilitarie giapponesi!
Anche le piste sono aumentate, precisamente si sono triplicate: da 9 a 27 piste, ben 18 in più tra cui le spettcolari Grindelwald, Red Rock Valley e la replica reale di Laguna Seca. C’è anche un nuovo tipo di gara, le gare monomarca, come nella realtà, ossia gare riservate ad un solo modello di auto.

Spremuta di PSX
Ottima la colonna sonora rappresentata da artisti di rilievo e il tema dell’intro che richiama alle corse del passato, molto realistico. Graficamente c’è stato un notevole passo avanti, non tanto nella grafica (leggermente affinata nei pixel) ma quanto nei modelli delle vetture (riflessi, proporzioni, ombre, luci ecc….) con linee curve, meno pixellose, sempre più reali! Purtroppo l’effetto pop-up è presente ancora come nel precedente capitolo, ma è stato notevolmente ridotto.
Gli effetti sonori sono spettacolari (eccetto lo stridio dei pneumatici, troppo fastidioso e uguale sulle superfici) specie quelli delle turbine quando sfiatano, da segnalare che ogni auto ha avuto il proprio suono campionato tramite numerosi microfoni. Il suono poi varia se cambiate la visuale, infatti con la visuale interna il motore sarà dietro di voi, e il suono non potrà essere lo stesso della visuale esterna.
In base all’elaborazione non solo cambierà il rombo del motore ma cambierà anche la musica di sottofondo, da musica tranquilla a musica rock e movimentata.

– Grafica Perfetta
– Sonoro Perfetto
– Non vi stancherete mai

– Un po’ troppo pop-up
– Più un update del primo che un nuovo gioco

9.0

Gran Turismo 2 si presenta come il miglior gioco di guida di tutti i tempi, andando a settare un nuovo standard per il genere che assume adesso più che nel precedente episodio una nuova veste. Il gioco di guida definitivo, per chi ama le macchine, guidare, le corse automobiliste o più semplicemente un vero videogioco dedicato alla passione più grande dell’uomo (dopo la donna)…i motori. Da avere, da provare assolutamente.

La recensione è stata fatta con la collaborazione di Riccardo “Rickds” De Summa