Anteprima 3 min

Fracture

Nei mesi che ci attendono, il genere degli sparatutto verrà davvero spremuto in tutto quello che potrà darci. Dopo un 2007 pieno di emozionanti titoli “corri e spara”, anche il 2008 sembra riproporci il medesimo campo di battaglia ove Microsoft e Sony si affronteranno incessantemente. Di fatti, molti produttori puntano su questo genere per dare slancio alle vendite e garantire una posizione di assoluto dominio nel mercato videoludico. Tra questa miriade di progetti riguardanti i giochi d’azione Next-Gen, nasce anche Fracture, un tipico “Sci-Fi Shooter” in terza persona, basato su un concetto di gioco che vi permetterà di cambiare completamente l’aspetto morfologico del mondo che vi circonda. Ricordate gli strumenti che, in molti old-game strategici, ci davano la possibilità di modificare la struttura del paesaggio in base alle nostre esigenze? Beh, ora potrete usare gli stessi strumenti attraverso poteri futuristici e un arsenale da guerra altamente tecnologico al vostro servizio: questo è Fracture. Riuscirà a stupirci?

Genere:
azione
Data di uscita:
Sviluppatore:
Day 1 Studios
Distributore:
Activision

Una nuova guerra
Nel 2161, in un mondo devastato dal riscaldamento globale, gli Stati Uniti d’America si trovano sommersi dalle inondazioni e divisi in due fazioni contrapposte:
La Repubblica di Pacifica (Costa Occidentale ed Asia), patria dei migliori scienziati del paese, che hanno dato vita ad una superspecie ibrida, gli Human 2.0, capace di resistere alle terribili condizioni climatiche in cui il pianeta è precipitato, e l’Alleanza Atlantica (Costa Orientale ed Europa), ove la sopravvivenza dell’uomo è stata garantita attraverso l’innovazione della tecnologia bellica. Questa terribile situazione storico-politica sfocia nella seconda guerra civile americana alla quale noi prenderemo parte come soldato dell’alleanza.

Dall’ultima volta in cui si era mostrato, il titolo ha subito molti miglioramenti e modifiche nella struttura di gioco. Innanzitutto il protagonista, precedentemente impersonificato come Mason Briggs, ha subito una mutazione significativa.
Il nuovo eroe, dimostra un’ottima caratterizzazione ed è stato curato davvero in ogni minimo particolare grazie all’intenso lavoro degli sviluppatori; i dettagli che potrete osservare, sia nell’equipaggiamento che nei costumi, saranno infatti veramente ben realizzati. “Jet Brody” (questo è il nuovo nome del personaggio) si presenta armato fino ai denti e con una cyber-corazza di tutto rispetto.

La meccanica di gioco è stata realizzata appositamente per concedere totale libertà d’azione al giocatore nel deformare il paesaggio secondo le necessità e gli ostacoli che i vari scenari presentano. Nel livello mostrato da Lucas Arts, in una San Francisco ridotta in macerie, i primi superuomini che incontriamo sprofondano nei crateri, che creiamo all’occorrenza, grazie alle granate subsoniche, mentre quando i nemici diventano davvero troppi, innalziamo una collina di 10 metri sotto i nostri piedi (questa volta utilizzando granate teutoniche) per diventare irraggiungibili e far fuori tranquillamente i nemici con raffiche mirate. Successivamente ci addentriamo in un tunnel, posizionato alle spalle del famoso Golden Gate Bridge, per distruggere un cannone attivo che sta creando scompiglio. Fatto il nostro dovere, scopriamo che per raggiungere l’uscita sotterranea del livello, dovremo nuovamente farci strada con l’aiuto delle armi subsoniche per poter scavare velocemente verso la metà. Questa fase di gioco si rivela molto meno frenetica in confronto all’inizio del livello ove veniamo assaliti dagli umanoidi, facendoci scoprire che non potremo sempre proseguire nella storia del gioco semplicemente facendo fuori più nemici possibili. Molto spesso infatti, per trovare vie d’uscita, scorciatoie o proteggerci dagli attacchi prepotenti degli avversari, dovremo necessariamente risolvere enigmi tipici di un puzzle-game.

Grazie a queste caratteristiche eterogenee, il gameplay risulta differenziato ed eternamente longevo nella vastità delle azioni da compiere. Ogni livello rappresenterà una sfida della quale sarà davvero difficile stancarsi. Inoltre, l’impatto degli effetti sonori sarà trascinante. Il continuo frastuono di suoni metallici aumenterà l’ansia durante fasi di gioco più concitate, rivelandosi perà abbastanza fastidioso e ripetitivo nelle sessioni di perlustrazione o risoluzione degli enigmi. Il titolo, come confermano gli sviluppatori dei Day 1 Studios, è in via di ultimazione (completo all’80%) per essere assaporato finalmente ad inizio estate.

L’innovazione promessa da Fracture, ovvero la possibilità di modificare strategicamente il territorio circostante, è un fattore che garantirà senz’altro un’eccezionale libertà d’azione e che permetterà al titolo di regalarci molte ore di divertimento. Se dovesse essere confezionato e rifinito meticolosamente in questa fase di sviluppo finale, Fracture si dimostrerà sicuramente un titolo interessante non solo per i fan del genere, ma anche per tutti coloro che dovessero avvicinarsi a questa tipologia videoludica per la prima volta. L’appuntamento è fissato per la prossima estate su PS3 e X360.