Fifa 18, tutte le ultime novità prima della recensione

Anteprima
A cura di Dr Whi7es - 10 Settembre 2017 - 0:00

Mancano ormai poche settimane all’uscita di Fifa 18, titolo come ogni anno attesissimo dagli appassionati di calcio. Come sempre, l’E3 di Los Angeles è servito per svelare ufficialmente il titolo e mostrare le principali novità di gameplay ed Agosto è stato completamente dedicato a Fifa Ultimate Team, ormai trattato quasi come un gioco a parte. L’assenza di notizie dalla Gamescom aveva preoccupato gli appassionati delle altre modalità ma, negli scorsi giorni, sono iniziate ad emergere tutte le novità per le licenze, la carriera allenatore e per la seconda stagione di The Journey. Abbiamo quindi provato a raccoglierle per fare il punto della situazione sul titolo.

Nuove trattative 
Dopo aver permesso la creazione di The Journey, il motore grafico Frostbite arriva in soccorso anche della carriera allenatore: su Fifa 18 infatti, durante il calciomercato, saremo protagonisti in prima persona delle varie trattative, incontrando nel nostro ufficio i vari calciatori, procuratori e presidenti delle altre squadre, un modo per rendere le negoziazioni più simili a quelle reali. Ea è poi intervenuta per dare maggiore profondità alle varie sessioni di scambi, aggiungendo la possibilità di contribuire all’ingaggio di un giocatore mandato in prestito, gli accordi con i giocatori in scadenza e l’inserimento delle clausole rescissorie. In sede di trattative si potrà finalmente blindare i propri migliori giocatori dietro clausole stellari o trasformarsi in novelli sceicchi e fare shopping nelle migliori squadre del continente. Gli sviluppatori hanno infine promesso miglioramenti sull’IA che gestisce le squadre avversarie, ora più attente in fase di trattativa: il tutto dovrebbe servire ad evitare le situazioni viste su Fifa 17, con lo United a comprare tutti i migliori attaccanti e la Juventus pronta ad investire soltanto nel reparto difensivo.

Fifa 18, tutte le ultime novità prima della recensione

Filmati dinamici
Avete appena realizzato il colpo dell’estate strappando quell’attaccante inseguito da mezza Europa? Avete appena vinto la Coppa del Mondo o la Premier League? Il vostro difensore è stato nominato miglior giocatore del mese? Nei vecchi Fifa tutte queste notizie si traducevano in delle semplici schermate, spesso ignorate dalla maggior parte degli utenti. Su Fifa 18 assisteremo a dei veri propri filmati per celebrare questi traguardi, altro modo per rendere più reale la carriera allenatore.

Più campionati per Il Viaggio
The Journey è stata forse la novità più importante di Fifa 17, con milioni di giocatori pronti a seguire le gesta di Alex Hunter, giovane promessa del calcio inglese impegnato nella sua prima stagione tra i professionisti. Una delle critiche rivolte a questa modalità era l’impossibilità di spostarsi in altri campionati, rimanendo relegati in Premier League. Su Fifa 18 potremo finalmente cambiare aria, portando il nostro talento in una di queste squadre: Atletico Madrid, per sfidare in prima persona il nostro idolo Cristiano Ronaldo, Bayern Monaco, affidandoci agli insegnamenti di Carlo Ancelotti, PSG, per finire nella squadra più chiacchierata dell’estate o Los Angeles Galaxy, per diventare il volto della MLS, campionato sempre più in crescita negli ultimi anni.

Fifa 18, tutte le ultime novità prima della recensione

Personalizzazione di Alex Hunter
Oltre all’impossibilità di spostarsi dall’Inghilterra, la prima stagione di The Journey era stata criticata per l’inutilità dello stipendio ricevuto e la mancata personalizzazione di Alex Hunter, rendendolo uguale a quello di tutti gli altri giocatori. Su Fifa 18 tutto questo è stato finalmente risolto: no, non potremo ancora modificare le sue caratteristiche fisiche ma potremo intervenire sull’abbigliamento, sul taglio di capelli e sui tatuaggi, sbloccabili raggiungendo determinati traguardi durante la nostra avventura.

Nuovi personaggi e scelte multiple
Ad accompagnare la stagione di Alex Hunter troveremo un cast stellare di atleti, da Cristiano Ronaldo fino ad arrivare a James Harden, uno dei giocatori più famosi della NBA e testimonial di NBA Live. Questi personaggi ci accompagneranno e ci metteranno di fronte a decisioni difficili, con gli sviluppatori che hanno promesso scelte multiple che cambieranno il corso della storia. A differenza dello scorso anno potremo poi impersonare anche altri personaggi: possibile qualche flashback per ripercorrere la storia del nonno, grande campione del passato e mentore del giovane Alex?

Il ritorno di Fifa Street?
Durante la scorsa Gamescom era circolato in rete il filmato di una partita 4vs4 in un campetto di strada: impossibile non far volare la mente a Fifa Street, brand amatissimo dal pubblico ma ormai da lungo tempo scomparso dai radar, con rumors su un possibile ritorno che ricompaiono ogni anno. Anche su Fifa 18 non potremo però rigiocare questa modalità: il video si riferivà infatti ad uno spezzone di The Journey, con Alex Hunter impegnato in una partita nelle favelas di Rio durante il fine stagione. Notizia che deluderà molti ma sembra quasi un teaser di cosa potremo vedere in futuro: il ritorno di Fifa Street non è mai stato così vicino.

Fifa 18, tutte le ultime novità prima della recensione

Nuovi stadi e licenze
Durante il mese di Luglio ha iniziato a circolare sul web una notizia clamorosa: in Fifa 18 sarebbero state aggiunte la Dacia Arena, campo da gioco dell’Udinese, e il Mapei Stadium, casa del Sassuolo. Queste aggiunte avrebbero affiancato quelli già presenti nei vecchi Fifa, portando a 5 il numero degli stadi del gioco. Come prevedibile, questa notizia si è rivelata priva di ogni fondamento. Non ci sono infatti novità per il nostro paese che, anche per Fifa 18, non potrà godere né di nuovi stadi né della licenza della Serie A, chiamata ancora tristemente Calcio A. A tutto questo si aggiunge la diversa situazione negli altri paesi, con EA di stringere accordi e portare la grafica ufficiale di Premier League, Bundesliga, Liga Santander, MLS ed EFL. Diverso il discorso per gli stadi, dove anche all’estero la situazione è lontana dalla perfezione: se arrivano il Wanda Metropolitano dell’Atletico, lo Stubhub Center dei Galaxy e gli stadi delle neo promosse in Premier, sono da segnalare la perdita del Signal Iduna Park del Borussia Dortmund, del Mestalla del Valencia e l’assenza, per il secondo anno consecutivo, del Camp Nou, uno degli stati più celebri al mondo. Per quanto riguarda le licenze invece, da segnalare l’arrivo della nazionale islandese dopo le polemiche degli scorsi anni.

Coppa del Mondo
Fifa 18 è anche il capitolo che ci accompagnerà verso i Mondiali di Russia 2018. Durante l’ultima conferenza per gli azionisti è stato rivelato che ci saranno di sicuro novità durante il corso dell’anno. Al momento non sappiamo ancora le idee di EA, è possibile comunque aspettarsi un gioco stand alone dedicato alla manifestazione e qualche DLC per Fifa 18, sulla falsariga di quanto già visto ai tempi di Fifa 14.






Le ultime novità emerse hanno permesso di far luce sugli ultimi aspetti di Fifa 18. Se il titolo riuscisse a mantenere tutte le promesse, Fifa 18 potrebbe diventare il capitolo più ricco di sempre, con la seconda stagione della storia di Alex Hunter in giro per il mondo e una carriera allenatore finalmente un minimo rinnovata




TAG: fifa 18