The Division 2: guida e consigli per il day one, in attesa della recensione

Suggerimenti, tanti suggerimenti per iniziare The Division 2

Guida
A cura di Valentino Cinefra - 15 Marzo 2019 - 10:41

The Division 2 è, com’era prevedibile, un gioco corposo. Già dalle prime battute c’è molto da imparare, tante attività da intraprendere per tutta Washington, tra schermaglie con le fazioni che hanno invaso la città, strutture da ricostruire, e un po’ di sana democrazia da inculcare a suon di pallottole. Per questo, in attesa della recensione completa che arriverà a breve, vogliamo aiutarvi a districarvi con The Division 2 nel caso siate in procinto di iniziare la vostra esplorazione nella Washington post-pandemica creata da Ubisoft Massive. Non sarà una guida esaustiva su tutto ciò che c’è da sapere di The Division 2, ma più una serie di consigli su come iniziare al meglio la vostra esperienza di gioco.

Studiate la mappa

Per prima cosa, prendetevi un attimo, ma davvero poco, per studiare la mappa di gioco. Ci sono tante informazioni ed il rischio di perdersi è lecito. Tenete d’occhio le missioni secondarie, perché saranno fondamentali per raggiungere il livello 30 ed arrivare alla missione finale, perché le sole principali non basteranno. Cercate quindi di sbloccare al più presto i rifugi e quegli avamposti che potranno farvi comodo come viaggio rapido. All’inizio non serviranno tutti, si tratta di scontri difficili e che potrebbero portarvi via del tempo, non serve affrontarli tutti.

Usate l’equipaggiamento adatto

The Division 2 offre diversi tipi di scenari. A volte in campo aperto su una delle vie più grandi di Washington, poi all’interno dei palazzi del potere, o per intricati tunnel sotterranei. Questo significa che difficilmente ci sarà un solo set di equipaggiamento per ogni occasione. Come vi avevamo accennato nel precedente articolo su armi ed equipaggiamento, nel titolo si può giocare molto con l’armamentario. Le Abilità, ovvero i gadget, saranno allo stesso modo degli elementi importanti della vostra partita.

Nel caso giochiate da soli, o con un gruppo non al completo, dovrete essere autosufficienti. Date quindi precedenza alle Abilità che ripristinano la corazza, così come a gadget come la Torretta assaltatrice che può darvi una mano a sostenere il fuoco contro i nemici. Nel caso giochiate con un gruppo al completo, invece, cercate di stabilire dei ruoli e costruire intorno ad essi la giusta combinazione di equipaggiamento ed abilità. Volete essere una testa di cuoio? Puntate su corazza ed abilità, per poi usare lo Scudo Anti-Sommossa ed in generale qualsiasi cosa possa aiutarvi a sostenere il fuoco nemico, come un Drone riparatore, ad esempio.

Non smantellate e/o vendete subito gli oggetti superflui

Non siate avidi di materiali e soldi, perché in The Division 2 i Progetti potranno essere completati anche donando vari tipi di equipaggiamento. Quindi, prima di smantellare o vendere qualcosa, donate quello che potete alla stazione dei Progetti all’interno della Casa Bianca. Se avete bisogno di posto nell’Inventario, la cassa della Scorta è vostra amica e conterrà gli oggetti di cui vorrete disfarvi, per poterli usare in un secondo momento.

The division 2 corazza

Attenti alla corazza

La novità principale di The Division 2 è che l’energia vitale si ricarica solo con le Abilità. Il medikit è stato sostituito dal kit di riparazione della corazza, ed intorno a questo elemento gravita parte del gameplay delle sparatorie.

Generalmente la corazza si perde non troppo in fretta, quindi avrete qualche istante per ripararvi nel caso veniate bersagliati dal fuoco nemico. L’energia vitale, invece, viene annientata in un batter d’occhio quando i colpi avranno distrutto la corazza. State sempre ben attenti a questi due valori, e mantenete la corazza il più possibile attiva, anche pur danneggiata che sia. Ulteriore attenzione perché esistono effetti che danneggiano direttamente l’energia vitale. Insomma: buttate sempre l’occhio nell’angolo centrale, leggermente a sinistra, del HUD di gioco.

Siate versatili con le armi

Parlando di armi, cercate di portarvi dietro almeno tre tipi di armi principali diverse: automatiche da medio-lungo raggio, armi da tiro alla distanza, armi per combattimento a bruciapelo. Diciamo un fucile d’assalto, un cecchino, uno shotgun, come esempio. A seconda del vostro stile di gioco, siate pronti a passare da una all’altra.

Se amate lo scontro ravvicinato, in particolare attirando il fuoco nemico, vi servono armi automatiche. I mitragliatori pesanti sono ottimi perché hanno caricatori grandi, sparano veloci ma non velocissimi e fanno abbastanza danni da permettervi di abbattere molti avversari deboli prima di ricaricare. Gli shotgun possono sembrare affascinanti, ma dovete stare attenti perché ci vorranno comunque fino a tre colpi per abbattere un minion comune. Sono comodi, però, per chiudere un’uccisione senza fermarsi a caricare l’arma che si sta usando in quel momento. Se pensate di usare uno Scudo, armatevi di un’ottima pistola o arma ad una mano al più presto. Le marche degli equipaggiamenti consigliabili per questo stile di gioco: Golan Gear, Gila Guard, Richter & Keiser GmbH.

Appunti

Gli assaltatori, quelli che vogliono vomitare piombo sugli avversari, avranno bisogno invece di sparare tanti danni in fretta. Fucili d’assalto, mitragliatori leggeri e shotgun sono le armi per voi, in grado di generare output di danni notevoli in poco tempo. Allo stesso modo, cercate di essere autosufficienti il più possibile, perché spesso verrete ricompensati da altrettanti proiettili quanti ne riceverete e non potrete costringere i vostri compagni a soccorrervi in continuazione. Marche ideali di equipaggiamento: China Light Industries, Fenris Group AB, Ceska Vryoba s.r.o.

I tiratori alla distanza avranno bisogno invece di fucili da cecchino, da affiancare ad un mitragliatore pesante. Perché? Nel caso gli avversari aggirino ostacoli ed eventuali compagni per arrivare a voi, avrete bisogno di eliminare in fretta le minacce, ed i mitragliatori sono perfetti. Per il tipo di armi da distanza puntate su, nell’ordine: danno, precisione, cadenza di fuoco. Marche di equipaggiamenti consigliati: Airaldi Holdings, Wyvern Wear, Douglas & Harding.

Infine, chi volesse giocare per supportare gli altri, non ha bisogno di particolari armi. Evitate le armi da lunga distanza, perché dovendo spostarvi probabilmente da alleato ad alleato non avrete modo di sparare alla distanza. Puntate parecchio su Abilità, perché i vostri gadget curativi dovranno lavorare al meglio. Marche consigliate per l’equipaggiamento: Petrov Defense Group, Grupo Sombra S.A., Alps Summit Armament.

Grazie a questi consigli siete pronti ad affrontare il day one di The Division 2. Fateci sapere cosa ne pensate, e rimanete sintonizzati con noi per la recensione in arrivo.

Avete dei consigli da dare a vostra volta agli altri Agenti della Divisione?




E3 2019 con Spaziogames.it

TAG: guida, the division 2