Lo sviluppatore è lavativo? La patch la fa direttamente Microsoft

A cura di Paolo Sirio - 4 Ottobre 2017 - 0:00

Non si può certo dire che Mighty No. 9, supposto erede di Mega Man a firma Keiji Inafune, sia arrivato in uno stato esaltante nei negozi dopo una fruttuosa campagna di raccolta fondi su Kickstarter.La situazione, però, non è migliorata neppure dopo il lancio, con condizioni di instabilità permanenti che hanno compartecipato al flop in termini di vendite e quindi al supporto futuro da parte del team di sviluppo.Oggi si è tuttavia sfiorato il paradosso, con Microsoft che si è vista costretta a produrre ed applicare una patch sperimentale in piena autonomia, dunque senza l’intervento del team di sviluppo, per provare a sistemare le cose su Xbox One. Questo il messaggio che ha accompagnato il lancio dell’aggiornamento:Il team Xbox ha creato un update per testare la stabilità. Per favore, provate questo gioco su Xbox One e fateci sapere se riscontrate dei problemi”.Come potete vedere nell’immagine in alto, Microsoft ha creato un apposito programma ad iscrizione che permette agli utenti di decidere se ricevere o meno la patch in questione.A memoria, si tratta del primo caso moderno di intervento così diretto e massiccio da parte di un platform holder su un gioco di terze parti. Avete sperimentato il correttivo o ricordate casi simili? Fatecelo sapere nei commenti.Intanto, vi rimandiamo alla scheda di Mighty No. 9 per saperne di più sul gioco.Fonte: MSPowerUser




TAG: mighty no 9