Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

Una buona tastiera può fare la differenza durante le sessioni di gioco. Ma quali sono le migliori per le vostre specifiche necessità?

BEST OF
A cura di Stefania Sperandio - 20 Luglio 2020 - 8:30

Aggiornamento luglio 2020: abbiamo aggiornato la nostra selezione delle migliori tastiere da gaming.

Ci sono due strumenti chiave che sono irrinunciabili per un giocatore su PC: il suo mouse e una tastiera da gaming. Se alle prime periferiche abbiamo dedicato una guida con pratiche indicazioni che vi aiutano all’acquisto, oggi facciamo lo stesso con le seconde, permettendovi di individuare il modello di tastiera più adatto alle vostre esigenze.

Differenti varianti di tastiera vengono infatti incontro a necessità altrettanto eterogenee, sia di gameplay che di portafogli – senza dimenticare il fatto che anche l’occhio voglia sempre la sua parte. Oltretutto, per i giocatori sono proposte sia soluzioni con switch meccanici, dai prezzi più alti ma di estrema affidabilità, sia con pulsanti a membrana (più silenziosi), sia con delle vie di mezzo tra entrambe le tecnologie.

Abbiamo quindi individuato diversi modelli di tastiera da gaming, meccanici e non, che potrebbero fare al caso di diverse tipologie di giocatori, sia che non vogliate compromessi, sia che stiate cercando la soluzione ideale per la vostra postazione senza spendere troppo.

Le migliori tastiere da gaming

Trust GXT 860 Thura – l’economica

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020Se volete completare la vostra postazione da gaming su PC senza una spesa eccessiva, una delle migliori soluzioni è rappresentata da Trust GXT 860 Thura. Si tratta di una tastiera semi-meccanica, il che significa che, pur non presentando switch meccanici per ogni pulsante, fornisce comunque un feedback e una corsa più percettibili (e più piacevoli) delle tradizionali tastiere a membrana.

La tecnologia dei suoi pulsanti la rende più silenziosa delle normali tastiere meccaniche – e nonostante il suo prezzo ridotto la periferica è anche dotata di anti-ghosting, fondamentale per evitare che le pressioni di alcuni tasti simultanee vengano perse durante le sessioni di gioco. Il design risulta adatto anche a lunghe sessioni di gioco, grazie al poggiapolsi integrato che mira al comfort del giocatore. Trust pensa anche a chi ama la personalizzazione: la tastiera GTX 860 Thura è retroilluminata e vanta nove diverse modalità di colore RGB.

» Clicca qui per acquistare la tastiera Trust GXT 870 Thura


Razer Cynosa Lite – l’affidabile a membrana

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020La vostra idea di tastiera da gaming perfetta è quella che coniuga silenziosità e affidabilità? Allora la vostra soluzione potrebbe essere quella proposta da Razer Cynosa Lite, tastiera da gaming del celebre marchio dedicato ai videogiocatori.

La tastiera presenta pulsanti a membrana ammortizzati – il che significa che è estremamente silenziosa, pur mantenendo un ottimo feedback – e tasti programmabili, in maniera tale che possiate eseguire con una singola pressione delle azioni che ne richiederebbero invece multiple. È inoltre resistente all’acqua, quindi non dovete temere di rovesciarci sopra il vostro bicchiere mentre bevete durante le sessioni di gaming. Cynosa Lite è anche compatibile con Razer Synpase, il software di Razer che vi consente di personalizzare ogni configurazione e di gestire anche la retroilluminazione a 16,8 milioni di colori.

» Clicca qui per acquistare la tastiera Razer Cynosa Lite


Logitech G413 – la meccanica sotto i 100€

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

Se per voi il passaggio a una tastiera da gaming significa che dovete portare a casa una tastiera meccanica, una delle soluzioni ideali e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo è rappresentata da Logitech G413.

Questa tastiera propone degli switch meccanici Romer-G Tactile – il che significa che, sotto ogni singolo tasto (rimovibile e sostituibile) è presente un meccanismo professionale estremamente veloce, che restituisce un feedback tattile all’avvenuta pressione. Proprio questo è il grande vantaggio delle tastiere meccaniche: pur mantenendosi silenziosa rispetto a soluzioni con switch differenti (come gli Cherry MX Blue), la Logitech G413 non vi lascia mai il dubbio di aver premuto o no un determinato tasto, offrendo output precisi e rapidi che possono fare la differenza nel gioco online. Con un corpo in lega di alluminio di qualità aeronautica, questa tastiera è pensata soprattutto per giocatori professionisti, ai quali offre anche dodici copritasti sfaccettati che consentono, insieme alla retroilluminazione RGB, di dare sfogo alla creatività.

» Clicca qui per acquistare la tastiera meccanica Logitech G413


ASUS ROG Claymore – la meccanica compatta professionale

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

In caso aveste deciso di non voler badare a spese per la vostra nuova tastiera da gaming, ma vogliate comunque optare per una soluzione compatta e professionale, il modello di riferimento è ASUS ROG Claymore Core. Disponibile in una speciale versione senza tastierino numerico (per chi ama il design classico rimane anche il modello che lo include), questa tastiera meccanica pensata per giocatori competitivi è dotata di switch Cherry MX, i più noti e affidabili sul mercato.

Ogni singolo tasto restituisce un feedback preciso sia sonoro che tattile, senza perdere nessuna digitazione grazie all’uso della tecnologia anti-ghosting rollover N-Key; inoltre, è anche retroilluminato con tecnologia Aura RGB LED, per dare una nota di colore alla vostra postazione. La tastiera è dotata di tasti programmabili per le vostre macro ed è interamente personalizzabile negli effetti di luce, grazie al software di supporto incluso.

» Clicca qui per acquistare la tastiera meccanica ASUS ROG Claymore Core


Logitech G910 Orion Spectrum – la professionale senza compromessi

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020Pensata soprattutto per i giocatori che non vogliono scendere a compromessi, la tastiera meccanica Logitech G910 Orion Spectrum è quella che accompagna numerosi professionisti degli eSport durante le loro imprese virtuali.

Dotata di switch proprietari Romer G sviluppati da Logitech proprio tenendo a mente le necessità dei giocatori più esigenti, la tastiera ha una risposta del 25% più veloce rispetto alle concorrenti. È accessoriata di tutti gli optional che diventano indispensabili nella vita quotidiana di un videogiocatore: conta, infatti, su nove tasti G programmabili, di personalizzazione RGB e Lightsync con cui sbizzarrirvi e di controlli multimediali dedicati. A questo, si aggiunge anche il supporto per un secondo schermo: potete infatti installare nell’apposito alloggiamento il vostro smartphone, sfruttando l’applicazione dedicata Arx Control per accedere ai dati di gioco in tempo reale, con una soluzione pratica e accattivante al contempo.

» Clicca qui per acquistare la tastiera meccanica Logitech G910 Orion Spectrum


Fnatic Streak PRO – la meccanica silenziosa per giocatori competitivi

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020Se volete lanciare il vostro guanto di sfida agli esperti del gaming competitivo, dovete attrezzarvi con una tastiera all’altezza delle vostre aspettative. Un’ottima candidata è Fnatic Streak Pro, firmata da un marchio divenuto celebre proprio per le sue proposte affidabili per il mondo degli eSport. Questa tastiera meccanica vanta switch Cherry MX Silent Red: si tratta di quelli ideali per il gaming, che in questo caso hanno però un suono attutito, per garantire anche il comfort delle orecchie (vostre e di chi convive con voi). Inoltre, ad abbellire la tastiera – che ha layout in italiano e dispone di tasti multimediali per l’accesso rapido a svariate funzionalità – troviamo anche l’illuminazione RGB in otto diverse modalità, per consentirvi di sbizzarrirvi nel creare la postazione ideale. Infine, il comfort è garantito anche dal poggiapolsi in dotazione, che potete installare o staccare a piacimento.

» Clicca qui per acquistare la tastiera meccanica Fnatic Streak PRO


Come scegliere la miglior tastiera da gaming

Il tipo di pulsanti

Esigenze diverse si traducono in necessità diverse per i giocatori: ecco perché è importante tenere conto del tipo di pulsanti su cui si vuole puntare, quando si sceglie la propria tastiera da gaming. Le periferiche più tradizionali contano su pulsanti a membrana: si tratta di tasti dalla corsa breve, che possono essere anche del tutto piatti, silenziosi e comodi per la digitazione rapida. Di contro, tuttavia, il fatto che non abbiano un forte feedback tattile/sonoro all’avvenuta pressione fa in modo che possano rimanere delle incertezze di digitazione, o che premiate qualche tasto per errore senza nemmeno accorgervene. Si tratta comunque di soluzioni affidabili e durature.

Esistono poi le tastiere con pulsanti meccanici. In questo caso, parliamo di meccanismi costruiti singolarmente sotto ogni singolo tasto, chiamati switch, che garantiscono milioni di battute prima di richiedere la sostituzione. La tipologia di switch più diffusi è quella degli Cherry MX, a loro volta suddivisi per diversi colori: i Red sono quelli ideali per il gioco, avendo una corsa più breve, una risposta molto rapida e un buon feedback tattile. I Blue sono invece ideali per chi scrive molto e fa tante digitazioni, perché sono estremamente rumorosi e ricordano in tutto e per tutto una macchina da scrivere, consentendovi di capire anche solo all’orecchio, oltre che dal “click” percepibile alla pressione, se avete o meno digitato un tasto. I Brown sono invece una via di mezzo, ottima soluzione per il gaming ma anche abbastanza rumorosi rispetto ai Red. Esistono, inoltre, diverse tipologie di switch proprietari, come i Romer di Logitech o quelli di Razer (che a loro volta si suddividono in diverse colorazioni a seconda di rumorosità/lunghezza della corsa).

Le migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

Quando decidete che tipo di esperienza state cercando dalla vostra nuova tastiera, quindi, soppesate bene se avete bisogno di una a membrana o di una meccanica. In caso di indecisione, esistono anche soluzioni ibride, chiamate semi-meccaniche, che forniscono un buon feedback (anche sonoro) alla digitazione, ma non contano sugli stessi sistemi singoli più raffinati delle meccaniche vere e proprie.

Il comfort che cercate

Sulla tastiera passerete parecchie ore, quindi la comodità è un fattore che non dovete mai sottovalutare. Quando scegliete la vostra periferica ideale, valutate quali sono le vostre necessità: potreste optare per una capace di alzarsi su piedini più alti o per una perfettamente orizzontale. Inoltre, a fare la differenza è, spesso, soprattutto il poggiapolsi. Molte tastiere ne sono del tutto sprovviste, altro lo hanno pre-installato, altre ancora lo presentano rimovibile, dando a voi la possibilità di decidere se servirvene o meno.

Inoltre, anche la corsa dei tasti può avere un impatto sul vostro comfort: pulsanti dalla corsa molto lunga favoriscono una digitazione precisa e affidabile, ma potrebbero risultarvi più stancanti rispetto alla morbidezza dei tasti a membrana, che spesso inviano l’input venendo quasi solo sfiorati. Tenete anche conto di altre caratteristiche, come l’eventuale resistenza a liquidi (se siete soliti mangiare nei pressi della tastiera), per assicurarvi che le vostre sessioni di gioco siano come le immaginate e non dover poi convivere con una serie di compromessi a cui non avevate pensato.

Personalizzazione e funzionalità

Anche l’occhio vuole la sua parte e la personalizzazione della vostra prossima tastiera da gaming è per questo un elemento fondamentale. Molte tastiere sono particolarmente sobrie, altre presentano una retroilluminazione monocolore, altre ancora hanno LED RGB dietro a ciascun tasto e vi consentono di sbizzarrirvi con effetti di luce e tonalità. Valutate che tipo di postazione volete rendere realtà per decidere quale faccia al caso vostro.

Oltretutto, la personalizzazione va al di là della mera retroilluminazione: spesso le tastiere possono avere o non avere dei pulsanti funzione personalizzabili, utilizzabili sia per l’accesso ai contenuti multimediali (come volume, play, pausa e così via), sia per definire da software delle macro specifiche, che diventano accessibili con un solo tasto.

Tipo di collegamento

Infine, non dimenticate che la vostra postazione da gaming dipende dai vostri gusti, anche nella presenza o meno di cavi. Una tastiera completamente wireless vi offre la comodità di poter essere spostata in qualsiasi modo senza troppe preoccupazioni, mentre una cablata non vi chiede di preoccuparvi del livello di carica della sua batteria, né vi fa rischiare possibili latenze nella ricezione del segnale attraverso bluetooth. Tra quelle cablate, inoltre, si distinguono i modelli con cavo fisso e quelli con cavo rimovibile, più ricercati e duraturi.




TAG: Best Of, tastiere gaming