News 1 min

I giochi mobile sono una miniera d’oro: $1 mld speso in Roblox nell’ultimo anno

Come fanno i free-to-play a sopravvivere? Così

Quando i publisher propongono i videogiochi come free-to-play, con modelli gratuiti, in molti si domandano come riusciranno a monetizzare per ripagarsi dei costi di sviluppo – e anche di quelli previsti per continuare a mandare avanti l’esperienza, tra aggiornamenti e manutenzioni.

La risposta è ovviamente nei modelli di monetizzazione persistente, come gli acquisti in-game: dando la possibilità ai giocatori di scegliere di acquistare dei contenuti aggiuntivi, in alcuni casi estetici, saranno molto meglio disposti a spendere i loro soldi. Pensiamo ad esempio agli incassi generati da Roblox.

Thanks, Sensor Tower

Il titolo disponibile gratis anche su iOS e Android è diventato un vero fenomeno, visti i numeri: secondo le stime di Sensor Tower, i suoi incassi hanno superato i $2 miliardi, di cui $1 miliardo solo negli ultimi dodici mesi. Considerando che il gioco è uscito nel 2012 su iOS e nel 2014 su Android, si tratta di un’impennata ragguardevole, confermata anche dai numeri in intervalli di tempo più stretti.

A maggio 2020, ad esempio, il gioco ha innescato spese nei giocatori per $113 milioni, un dato di tre volte superiore a quello di maggio 2019 – fanno notare i colleghi di GamesIndustry. Oltretutto, di questo ultimo miliardo, 500 milioni sono stati generati nei primi sette mesi, gli altri 500 milioni in solamente cinque mesi.

Roblox è un MMO dove siete chiamati a generare dei mondi virtuali da condividere con chi preferite. Lanciato originariamente nel 2006, il gioco è firmato da Roblox Corporation ed è disponibile anche su PC e Xbox One.

Se volete giocare sul vostro smartphone, potreste mettere le mani su ASUS ROG Phone 3 a un prezzo ridotto su Amazon.