Death Stranding, risoluzione e frame rate nell’analisi di Digital Foundry

Puntualissima come sempre è arrivata oggi l'analisi tecnica di Death Stranding a firma di Digital Foundry, che ci fornisce tutti i dettagli tecnici sull'esclusiva PS4

News
A cura di Paolo Sirio - 1 Novembre 2019 - 17:50

Puntualissima come sempre è arrivata oggi l’analisi tecnica di Death Stranding a firma di Digital Foundry, che ci fornisce tutti i dettagli tecnici sull’esclusiva PS4.

A detta dell’etichetta inglese, il nuovo titolo di Hideo Kojima gira a 2160p – ovvero 4K – utilizzando la stessa tecnica di checkerboard rendering apprezzata in Horizon Zero Dawn (di cui condivide il motore grafico Decima).

Tecnica elogiata da DF, che la ritiene “una delle migliori nel settore, con bordi chiari e artifici minimi”, insieme ad un “eccellente filtraggio delle texture e stabilità temporale che producono un’immagine molto filmica che sembra quasi pre-renderizzata a volte”.

L’implementazione dell’HDR è “top tier”, così come “quello che impressiona di più è il mix di piccoli dettagli e un vasto senso di scala”, dal momento che “le minuzie non sono state sacrificare nella ricerca dei suoi ambienti”.

Death Stranding, risoluzione e frame rate nell’analisi di Digital Foundry

Quanto al frame rate, parliamo di “un livello di performance (…) predominantemente stabile”, con il “frame rate che generalmente si mantiene stabile sui 30fps, ma è chiaro che cali minori possono accadere”.

Non ci sono problemi di tearing per fortuna e “in combinazione con il motion blur, il gioco riesce a dare una sensazione di stabilità quando il giocatore ha il controllo”.

Le cut-scene puntano più “sullo spettacolo che sulla fluidità, quindi ci sono più cali sotto il target dei 30fps qui” (fino a 25fps dalle immagini che abbiamo visto).

Il movimento della camera è anch’esso “non sempre completamente fluido”, per cui apprendiamo che a volte si ha la sensazione di un calo di frame rate anche quando il frame rate è in realtà stabile.

Date un’occhiata al video in basso per l’analisi completa e a questo link per tutti i particolari tecnici del caso.




TAG: death stranding

OffertaBestseller No. 1