Death Stranding: Kojima al lavoro col team marketing di Sony

Kojima Productions ha ricevuto il team marketing di Sony per Death Stranding: novità in vista?

By |16/03/2019|Categories: News|Tags: |

I lavori su Death Stranding continuano. Il primo progetto della nuova Kojima Productions dal divorzio da Konami non ha ancora una data d’uscita, ma i social dei membri del team di sviluppo (Hideo Kojima compreso, ovviamente), ci hanno rivelato che nei giorni scorsi la software house nipponica ha ricevuto la visita del team marketing di Sony. Che ci sia qualche novità in vista che verrà resa pubblica nel prossimo futuro?

death stranding sony kojima

Kojima ha ricevuto la visita di Jim Ryan, prossimo presidente di Sony Interactive Entertainment, e non solo: gli studi, nel giro di una manciata di giorni, hanno aperto le porte ad Asad Qizilbash, vice presidente per il marketing dei giochi esclusivi PlayStation. I due incontri sono testimoniati dalle fotografie.

Asad era anche accompagnato da un non meglio precisato “Craig”, sempre del team marketing di Sony, che dopo la cena è stato immortalato in una foto di gruppo con alcuni membri di Kojima Productions, tra cui anche il sempre attivissimo sui social Aki Saito.

Non è tutto: nei giorni scorsi, c’è stata anche la visita di David Bull, a capo del global brand marketing di PlayStation che, come rivelato dal suo account Twitter, si sta specificamente occupando del marketing per Death Stranding, dopo quello di Marvel’s Spider-Man.

Sul suo account, Bull ha confermato di aver trascorso due settimane al lavoro con Kojima Productions “e il leggendario Hideo Kojima” e che è ora impaziente di “vivere le prossime due settimane insieme“.

Vi ricordiamo che Death Stranding dovrebbe debuttare nel corso del 2019, ma non ci sono mai stati annunciati ufficiali in merito — solo svariati e ripetuti riferimenti e allusioni. Di recente, Hideo Kojima ha fatto sapere che il gioco è lievemente indietro sulla sua tabella di marcia, ma ha anche precisato che non c’è niente di cui preoccuparsi e che questo non cambierà in modo significativo i piani per il progetto e per il suo arrivo.

Fonte: Metal Gear Informer